cerca CERCA
Lunedì 04 Marzo 2024
Aggiornato: 23:36
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Ucraina, a Ramstein vertice per nuove armi a Kiev. Zelensky: "Russia deve perdere"

20 gennaio 2023 | 07.07
LETTURA: 3 minuti

Il presidente ucraino: "Dobbiamo agire in fretta". Usa: "Difenderemo sovranità nazionale e stato di diritto"

(Foto Afp)
(Foto Afp)

Nuove armi per l’Ucraina, con i carri armati sotto i riflettori. A Ramstein, nella base statunitense in Germania, si sono riuniti i ministri degli Esteri di una quarantina di paesi che sostengono Kiev nella guerra contro la Russia.

La Russia cerca di distruggere le nazioni. C'è poco tempo, e "dobbiamo agire in fretta". Queste le parole rivolte dal presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un collegamento video con la base aerea di Ramstein. Il conflitto riguarda "il tipo di mondo in cui vogliamo vivere", ha aggiunto Zelensky per il quale "il Cremlino deve perdere".

"Il terrore non ammette discussioni, il terrore che brucia città dopo città, diventa insolente quando i difensori della libertà esauriscono le armi" per combatterlo, ha aggiunto Zelensky. "La guerra iniziata dalla Russia non ammette ritardi e posso ringraziarvi centinaia di volte", ha aggiunto sottolineando però che "centinaia di ringraziamenti non sono centinaia di carri armati. Tutti noi possiamo usare migliaia di parole nelle discussioni, ma io non posso usare le parole invece delle armi che servono contro l'artiglieria russa o di missili antiaerei che servono per proteggere le persone dagli attacchi aerei russi".

Zelensky ha detto di essere "veramente grato" per le armi che gli alleati hanno fornito finora, ma "il tempo resta un'arma russa". "Dobbiamo accelerare. Il tempo deve diventare la nostra arma comune, proprio come la difesa aerea e l'artiglieria, i veicoli corazzati e i carri armati, su cui stiamo negoziando con voi".

''Continueremo a difendere il principio secondo cui i confini non possono essere ridisegnati con la forza. E continueremo a difendere un mondo aperto di regole, diritti e responsabilità'', ha detto dal canto suo il segretario alla Difesa Usa Lloyd Austin rivolgendosi a Zelensky. ''Ancora una volta, grazie per essere qui oggi'', ha aggiunto .

Questo ''non è il momento di rallentare. E' tempo di andare più a fondo. Il popolo ucraino ci sta guardando. Il Cremlino ci sta guardando. La storia ci sta guardando. Quindi non molleremo. E non vacilleremo nella nostra determinazione ad aiutare l'Ucraina a difendersi dall'aggressione imperiale della Russia'', ha aggiunto Austin parlando di ''momento cruciale'' e promettendo che ''gli Stati Uniti sosteranno l'Ucraina per tutto il tempo necessario''. E ha sottolineato che ''la Russia si sta riorganizzando e reclutando". Nonostante le difficoltà, il funzionario americano ha espresso apprezzamento per la ''determinazione e l'unità di questo gruppo di contatto'' e accusato "le forze russe di aver aumentato i loro orribili attacchi uccidendo molti ucraini innocenti".

''L'Ucraina ha ispirato il mondo e nel frattempo la Russia sta finendo le munizioni'' oltre al fatto che ''sta subendo significative perdite in battaglia. Si sta rivolgendo ai suoi pochi partner rimasti per rifornire la sua tragica e inutile invasione'', ma ''anche l'Iran e la Corea del Nord non ammetteranno di rifornire la Russia'', ha affermato ancora Austin, invitando a ''confrontare'' l'isolamento in cui si trova la Russia ''con l'ondata di sostegno all'Ucraina libera e sovrana rappresentata in questa stanza''.

E ha quindi ricordato l'attacco missilistico che ha colpito un condominio a Dnipro, dicendo che ''l'obiettivo degli attacchi russi è quello di spezzare lo spirito ucraino''. E ha aggiunto, ''abbiamo visto di nuovo la crudeltà della guerra scelta dalla Russia solo pochi giorni fa nella città di Dnipro. Un attacco missilistico russo si è abbattuto su un condominio, uccidendo almeno 46 civili, compresi bambini". Inoltre, ha aggiunto, "gli attacchi della Russia sono progettati per spezzare lo spirito dell'Ucraina, ma hanno fallito e il popolo ucraino ha ispirato il mondo''.

Pentagono: "Kiev ha diritto di riprendersi Crimea, avrà sostegno Usa"

''L'Ucraina ha tutto il diritto di riprendersi la Crimea, che è parte integrante del Paese''. Lo ha dichiarato la vice portavoce del Pentagono Sabrina Singh nel corso di un briefing, sottolineando che ''certamente gli Stati Uniti sosterranno gli ucraini nel riconquistare i loro territori con ogni mezzo e con ogni arma''.

Leggi anche
Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza