cerca CERCA
Lunedì 17 Giugno 2024
Aggiornato: 00:08
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Ucraina-Russia, Putin: "Armi nucleari tattiche in Bielorussia"

Per il leader del Cremlino è la reazione di Mosca all'invio britannico di proiettili all'uranio impoverito a Kiev: "Sappiamo come rispondere"

(Afp)
(Afp)
25 marzo 2023 | 19.37
LETTURA: 3 minuti

La Russia dispiegherà armi nucleari tattiche in Bielorussia. Lo ha annunciato il presidente Vladimir Putin, secondo cui si tratta di una risposta al Regno Unito per l'invio di proiettili all'uranio impoverito all'Ucraina.

In Bielorussia saranno dispiegati dieci aerei che possono portare armi nucleari tattiche. "Con il presidente Aleksander Lukashenko abbiamo concordato che dispiegheremo armi nucleati tattiche in Bielorussia senza violare il regime di non proliferazione", ha annunciato il leader del Cremlino.

"La Russia risponderà all'uso di munizioni all'uranio impoverito. Mosca ha molte di queste armi, ma non le ha ancora usate", ha sottolineato Putin.

Del resto il presidente russo aveva da subito annunciato una reazione di Mosca alla decisione del governo inglese: "Nel momento in cui stavamo discutendo delle possibilità del piano di pace cinese, si è saputo che il Regno Unito ha annunciato non solo la fornitura di carri armati all'Ucraina, ma anche proiettili all'uranio impoverito. Vorrei sottolineare - aveva detto subito dopo l'annuncio di Londra - che se tutto ciò accadesse la Russia sarebbe costretta a reagire di conseguenza, tenendo presente che l'Occidente collettivo sta già iniziando a utilizzare armi con una componente nucleare".

"Per quanto riguarda i nostri negoziati con Alexander Grigoryevich Lukashenko - ha spiegato Putin in un'intervista a Rossiya 24 - il motivo è l'annuncio del viceministro della Difesa britannico sulla fornitura di munizioni all'uranio impoverito all'Ucraina, che è collegata in un modo o nell'altro alla tecnologia nucleare". Ma, ha poi aggiunto, "anche a prescindere da questa dichiarazione, Alexander Grigoryevich Lukashenko aveva già sollevato da tempo la questione del dispiegamento di armi nucleari tattiche russe sul territorio della Bielorussia". Putin ha, poi, reso noto che la costruzione delle strutture di stoccaggio delle armi nucleari tattiche in Bielorussia sarà completata entro il 1° luglio. Queste armi rimarranno sotto il controllo russo.

L'Occidente "pianifica di mandare oltre 400 carri armati in Ucraina, nello stesso tempo noi ne produrremo di nuovi altri 1.600". "Il numero totale dei tank russi sarà tre volte oltre quello delle Forze armate ucraine" calcola Putin.

MOSCA E LE ARMI A URANIO IMPOVERITO - "La Russia risponderà all'uso di munizioni all'uranio impoverito. Mosca ha molte di queste armi, ma non le ha ancora usate" ha detto il presidente russo Vladimir Putin, citato da Ria Novosti, in una reazione alla fornitura all'Ucraina di questo tipo di munizioni decisa dalla Gran Bretagna. "Le munizioni all'uranio impoverito sono armi molto pericolose per l'uomo e per la natura a causa della loro polvere radioattiva" ha denunciato Putin a "Rossiya 24.

CINA - "Il leader della Repubblica popolare cinese è un interlocutore molto interessante, conosce tutto nei dettagli" ha detto Putin, dopo la visita del presidente cinese a Mosca. "Abbiamo discusso di tutto con calma, seduti accanto al camino e bevendo tè - ha raccontato Putin -. Abbiamo discusso della situazione internazionale e il leader della Repubblica popolare cinese è stato molto attento a far emergere gli inizi positivi del piano di pace cinese".

Leggi anche
Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza