cerca CERCA
Sabato 13 Aprile 2024
Aggiornato: 15:28
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Ucraina-Russia, Zelensky: "Lanceremo nuova controffensiva"

23 febbraio 2024 | 13.03
LETTURA: 3 minuti

Il presidente ucraino annuncia una nuova fase della guerra e lancia un appello agli Usa

Volodymyr Zelensky
Volodymyr Zelensky

L'Ucraina lancerà una nuova controffensiva nella guerra con la Russia, arrivata al traguardo dei due anni. Il presidente Volodymyr Zelensky accenna all'avvio di una nuova operazione d'attacco senza fornire particolari. ''Non entrerò nei dettagli, ma i russi avranno delle sorprese", dice il presidente ucraino nel corso di una intervista a Fox News. "Naturalmente ci prepareremo per una nuova offensiva'', aggiunge, evidenziando che ''la difesa è il compito numero uno'' delle truppe ucraine e che ''continueremo la nostra storia di successo nel Mar Nero''.

L'Ucraina ha tentato di assestare una spallata nel 2023 ma l'azione non ha prodotto tutti i risultati sperati. Zelensky ha ripetutamente evidenziato i danni inflitti alla flotta russa nel Mar Nero. L'obiettivo di tagliare in due lo schieramento nemico per arrivare fino alla Crimea, però, non è stato raggiunto. Ai vertici delle forze armate è andato in scena l'avvicendamento tra il generale Valeri Zaluzhny, 'reo' di aver acceso i riflettori sullo stallo della guerra, e il generale Oleksandr Syrsky, a cui Zelensky si affida per una nuova fase.

Ora, Kiev deve fare i conti con la carenza di armi e munizioni, complice lo stop Usa al pacchetto da 61 miliardi con nuovi aiuti. Il Senato ha votato il via libera, ma la Camera dei Rappresentanti a maggioranza repubblicana non si è ancora espressa e sul voto pesa l'influenza di Donald Trump.

Zelensky invita quindi l'ex presidente al fronte e confessa di "non capire come" Trump possa pensare di mettere fine alla guerra in 24 ore, come si è detto certo di poter fare. Zelensky più volte si è offerto di portare l'ex inquilino della Casa Bianca sul fronte dove "spiegherà ogni cosa, esporrà il suo pensiero, forse ha qualche idea. Non so. Vedrà quello che accade, dopodiché, penso che cambierà idea".

Zelensky rivolge un appello all'attuale presidente Joe Biden e a Trump, esortandoli a visitare l'Ucraina e vedere di persona in prima linea "questa tragedia. Sono felice di vedere tutti i candidati e tutte le persone che sono incaricate di prendere decisioni" per far capire cosa significa la guerra in Ucraina, ha dichiarato.

"Chi ha avviato questa guerra, chi l'ha iniziata, e cosa sta succedendo, cosa accade intorno", prosegue. "Abbiamo un paese bellissimo, ma in guerra è un'altra immagine e sono altre vite". I candidati dovrebbero "venire a vedere la gente, solo per vederla per le strade". Ad una domanda sul suo messaggio per il Congresso, Zelensky replica dicendosi grato per tutto ciò che il presidente e il Congresso hanno fatto. "Il mio messaggio è, se vogliono essere molto pragmatici: il prezzo che stiamo chiedendo ora di sostenere, è inferiore a quello che sarà in futuro... Pagheranno molto di più, molto di più. Vogliamo solo vivere, sopravvivere. Non abbiamo alternative".

E se la Russia attaccasse Kiev?

Le autorità ucraine non escludono alcuno scenario riguardante la possibilità di un nuovo attacco su larga scala da parte russa, anche in occasione del secondo anniversario dell'invasione. "Qui bisogna stare attenti ogni giorno", dice il portavoce dell'aeronautica Yuri Ignat. "Bisogna sempre aspettarsi qualsiasi cosa che sia sgradevole da parte della Russia. Si tratta di un paese che sta cercando di distruggerci fisicamente, quindi sì, forse c'è qualche tipo di connessione con le date, o forse no. Bisogna stare attenti ogni giorno" , aggiunge Ignat, citato dalla televisione ucraina.

Ignat ricorda che in occasione del primo anniversario dell'invasione, le autorità ucraine si aspettavano che la Russia lanciasse una sorta di grande offensiva: "Tutti si aspettavano che fosse il 23 febbraio, quando si celebra la Giornata dei Difensori della Patria, o il 24 febbraio. Poi non ci furono bombardamenti né il 23 né il 24, il massiccio bombardamento ebbe luogo il 9 marzo", ricorda. Pertanto, insiste, è necessario non rilassarsi mai. "La difesa aerea è sempre pronta, anche l'Aeronautica Militare, le Forze di Difesa sono pronte a respingere gli attacchi aerei del nemico", assicura.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza