cerca CERCA
Domenica 14 Luglio 2024
Aggiornato: 10:34
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Lavoro, i 10 segreti del cacciatore di teste per arrivare pronti a un colloquio

Il vademecum di Salvatore Caruso, Executive manager di JHunters, brand di Hunters Group

Lavoro, i 10 segreti del cacciatore di teste per arrivare pronti a un colloquio
24 gennaio 2024 | 18.08
LETTURA: 2 minuti

Il colloquio di lavoro è un momento importante per qualsiasi candidato e, per affrontarlo con successo, è fondamentale essere adeguatamente preparati, soprattutto su quegli aspetti che sono ricorrenti in un processo di selezione. A dare preziosi suggerimenti ai giovani che si apprestano a farlo, è Salvatore Caruso, Executive manager di JHunters, brand di Hunters Group, società di ricerca e selezione di personale altamente qualificato, che traccia Adnkronos/Labitalia un vero e proprio vademecum del 'cacciatore di teste'.

1. Raccogliere informazioni sull'azienda. Prima di un colloquio, bisogna informarsi sull'azienda per la quale ti stai candidando. Visita il sito web aziendale, leggi notizie le notizie riguardanti l’azienda, cerca di capire quali sono i valori aziendali: mostrerai così interesse per la posizione.

2. Preparati alle domande. “Parlami di te”, “Perché se interessato a questa posizione?” “Perché è interessato a lavorare per la nostra azienda?” “Quali sono i tuoi punti di forza e di debolezza?” “Mi racconti un’esperienza o un progetto di successo”. Queste sono domande che i selezionatori pongono spesso durante i colloqui; essere preparati a queste domande consente di essere chiari e concisi nelle risposte, contribuendo a dare solidità al nostro profilo.

3. Abbigliamento appropriato. A un colloquio di lavoro, l’abito è come un biglietto da visita: vestirsi in maniera professionale, sobria e adeguata al ruolo che vogliamo ricoprire è importante, perché ciò che indossiamo al colloquio contribuirà a costruire la prima impressione che il selezionatore si farà di noi.

4. Arrivare al colloquio con un po’ di anticipo. Arrivare qualche minuto prima del colloquio permette di rilassarsi prima del colloquio e di fare un recap mentale.

5. Puntualità. Essere puntuali è fondamentale. Se si è in ritardo occorre avvisare il prima possibile l’azienda o il nostro selezionatore. Arrivare in ritardo a un colloquio manifesta disorganizzazione e poco rispetto per l’azienda.

6. Ascolto. Manifestare al nostro interlocutore la nostra attenzione, facendo anche domande per chiarire eventuali dubbi e manifestare il nostro interesse.

7. Positività. È importante trasmettere al nostro interlocutore positività riguardo alla posizione, utilizzando un linguaggio del corpo e un tono di voce entusiasta

8. Essere sinceri. Mentire durante un colloquio è sempre controproducente. Se non sai qualcosa, ammettilo; il selezionatore apprezzerà la trasparenza. Qualora poi una nostra menzogna venisse scoperta durante il colloquio il rapporto di fiducia con l’azienda si romperebbe sul nascere.

9. Fare domande. Nella fase finale del colloquio, può essere opportuno fare domane, soprattutto quando è lo stesso selezionatore a riservare spazio alle domande del candidato.

10. Post-colloquio. Dopo il colloquio, invia una e-mail di ringraziamento al selezionatore, magari correlata di un tuo feedback sul colloquio. Così facendo avrai modo di ribadire il tuo interesse per la posizione e per l’azienda e di ringraziare il selezionatore per il tempo dedicato.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza