cerca CERCA
Martedì 28 Maggio 2024
Aggiornato: 00:03
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Cospito, Meloni: "Non è vittima, graziato nel '91 è uscito dal carcere per sparare"

"Lo Stato non tratta. Mi ha colpito il silenzio di fronte alle minacce"

(Fotogramma)
(Fotogramma)
02 febbraio 2023 | 20.20
LETTURA: 4 minuti

"Serve chiarezza. Cospito è un anarchico condannato per strage, perché ha sparato alle gambe di un dirigente di Ansaldo nucleare. Finisce al 41 bis perché inviava dal carcere messaggi in cui diceva agli anarchici di continuare la lotta". Così la premier Giorgia Meloni, ospite di 'Dritto e rovescio', in onda stasera su Rete 4, sul tema dell'anarchico detenuto al 41 bis.

"Dal 41 bis fa lo sciopero della fame perché rifiuta l'istituto, nel '91 già decise di fare lo sciopero della fame e fu graziato, non stiamo quindi parlando di una vittima, forse ritiene che rifare lo sciopero della fame" potrebbe avere gli stessi effetti. "Gli anarchici ora minacciano lo Stato italiano", dice Meloni. "La domanda è: lo Stato minacciato da chi dice di togliere il 41 bis altrimenti vi facciamo saltare in aria può indietreggiare o no?". "Lo Stato non tratta con la mafia e non tratta con il terrorismo - sottolinea - Sul tema mi ha colpito il silenzio di fronte alle minacce ricevute".

CARO BOLLETTE - Tanti i temi affrontati dalla premier. "Siamo già intervenuti in maniera massiccia" sul tema dei costi delle bollette. "La situazione è molto complessa, non ce lo possiamo nascondere", "sull'energia abbiamo investito la maggioranza delle nostre risorse". Sul caro bollette "la battaglia sta dando i suoi risultati, il prezzo del gas è sceso, sono ottimista" perché "già dalle prossime bollette che arriveranno c'è un mercato tutelato dove ci sarà un taglio significativo" dice Meloni. "Per ora - sottolinea - la situazione mi pare sotto controllo". "La sfida - rimarca - oggi è diversificare le fonti dalle quali tu prendi energia".

EUROPA E MIGRANTI - "Io in Europa vado senza cappello in mano" risponde Meloni a chi le ricordava come da leader di Fdi criticasse i precedenti governi per una troppa accondiscendenza a Bruxelles e agli altri Paesi europei.

"Mi pare che in Ue le cose stiano cambiando, la Ue dice che abbiamo un problema nel Mediterraneo e la prossima settimana ci sarà un consiglio straordinario a Bruxelles, che tratta due materie fondamentali, tra le quali il tema dei migranti. Finora - aggiunge - l'Italia è stata un po' abbandonata sulla rotta del Mediterraneo. I precedenti governi non mi sono sembrati così attenti su queste materie". "Erano politiche sbagliate, la ridistribuzione non risolverà mai i nostri problemi, riguarda il 30 per cento di chi arriva da noi", osserva.

"Abbiamo fatto un decreto per far rispettare le regole, che viene contestato dalle Ong perché loro vogliono stare settimane davanti alle coste africane, aspettare di riempire la nave e quando la nave è piena, allora la portano nel porto che loro ritengono. Questo si configura più come un servizio di traghetto che una norma di salvataggio" afferma Meloni riguardo alle navi delle Ong che attraccano in porti del nord.

REDDITO DI CITTADINANZA - Dopo lo stop al reddito cosa succederà? "Noi - assicura - intendiamo confermare l'assistenza per chi oggettivamente non può lavorare, disabili, etc., ma anche over 60 che non hanno accesso alla pensione, famiglie che hanno minori a carico che non hanno lavoro". "Quelli per cui cambia la questione - ricorda - sono le persone in età da lavoro, tra 10 e 59 anni che non hanno minori a carico, per queste persone pensiamo a un aiuto per trovare lavoro".

GOVERNO - "Questa è una nazione che di incrostazioni ne ha tante, ho visto governi che in passato avevano ansia da prestazione, ma spesso le soluzioni troppo veloci non sono efficaci" osserva.

"Io guardo all'obiettivo, penso che se sono brava durerò 5 anni e mi guarderò i dati, se la gente sta peggio o meglio, se ho fatto le riforme che nessuno ha fatto, a partire da quella della giustizia, e chiederò agli italiani cosa pensano" dice Meloni.

Poi, parlando della figlia Ginevra: "Faccio del mio meglio, non è facilissimo tenere tutto insieme, lei adesso se ne lamenta di più. Qualche giorno fa mi ha detto: ma perché hai scelto di fare questo lavoro mamma? Ne parliamo più avanti, speriamo che ne sia fiera, magari in futuro potrei scambiare la campanella con lei".

Leggi anche
Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza