cerca CERCA
Sabato 24 Febbraio 2024
Aggiornato: 00:14
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Lega

Omofobia, Salvini: "Legge Zan non serve, ora altre priorità"

03 aprile 2021 | 09.51
LETTURA: 1 minuti

Il leader della Lega: " Chi discrimina, aggredisce e picchia etero, gay o trans va punito come la legge già prevede"

Fotogramma
Fotogramma

La legge contro l'omotransfobia del deputato Alessandro Zan? "La nostra posizione è chiarissima: ognuno è libero di fare l'amore con chi vuole, amare chi vuole e vivere con chi vuole. E chi discrimina o aggredisce e picchia per strada qualcuno, che sia etero, che sia omo o sia trans, è un delinquente. Punto. Che va punito come la legge già prevede. Non serve una nuova legge, soprattutto in un momento in cui ci dovremmo occupare dell'epidemia e della ripartenza". Lo ha detto il leader delle Lega Matteo Salvini che in un passaggio dell'intervista di oggi al "Corriere della Sera", spiega il motivo per cui non ritiene essere la Legge Zan sull'omofobia una priorità per il Parlamento.

"Politici e cantanti - aggiunge riferendosi al movimento di opinione che sorregge la richiesta di approvare presto il ddl depositato al Senato - possono dire quel che vogliono: non mi convinceranno. Semmai, lavoro per rendere più veloci e meno costose le adozioni le migliaia di coppie che attendono. Noi crediamo che la legge sull'omofobia possa introdurre una discriminazione: se io dico che ritengo che l'utero in affitto è una barbarie, se dico che sono contrario alle adozioni gay, rischio il processo".

Leggi anche
Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza