cerca CERCA
Venerdì 21 Giugno 2024
Aggiornato: 21:25
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Rai, Urso querela Report per diffamazione

"Rai 3 ha trasmesso per la terza volta lo stesso servizio senza dar conto delle mie denunce penali per le affermazioni del tutto false". La replica di Ranucci: "Nessuna intervista è stata manipolata"

Rai, Urso querela Report per diffamazione
29 luglio 2023 | 21.35
LETTURA: 2 minuti

Il ministro delle Imprese e del made in Italy Adolfo Urso annuncia una nuova querela per diffamazione contro Report. "RaiTre ha trasmesso oggi pomeriggio in replica, per la terza volta, il medesimo servizio di Report del 29 maggio scorso, che riguarda la mia attività politica e istituzionale, già trasmesso in replica lunedì 24 luglio. Tutto questo, ancora una volta, senza dar conto delle mie denunce penali e di quelle delle altre persone coinvolte per le affermazioni del tutto false ivi contenute", dice Urso in una nota.

"Ho dato mandato ai miei legali di accludere anche questo atto senza precedenti nella causa per diffamazione già iscritta in ruolo dalla Procura della Repubblica di Roma nei confronti del direttore di Report, sig. Ranucci, e di presentare un’altra querela nei confronti di coloro che hanno programmato le repliche nel palinsesto Rai, pur consapevoli anch'essi delle denunce in corso e di quanto pubblicamente emerso nel frattempo, che dimostra la assoluta infondatezza del servizio, basato su testimonianze manipolate e su una chiara volontà diffamatoria", prosegue.

"Aggiungo di aver denunciato la vicenda all'Ordine dei giornalisti affinché proceda nei confronti del sig. Ranucci per la clamorosa e perdurante violazione della deontologia professionale", conclude il ministro.

LA REPLICA DI RANUCCI

"Ringrazio il signor ministro Adolfo Urso, ma non sono il direttore di Report. Appartengo alla schiera dei vicedirettori al momento azzerati. In merito a quanto contestato - si legge in un post sul profilo Facebook di Sigfrido Ranucci, dopo l'annunciata querela da parte del ministro Adolfo Urso - si fa presente che Report prima della puntata in questione aveva più volte invitato il signor ministro a rilasciare un'intervista sulle questioni sollevate. Il signor ministro ha declinato l'invito evitando il contraddittorio che non è avvenuto non per responsabilità di Report. Tuttavia era stata inviata al signor ministro una mail con delle domande. Di gran parte delle risposte è stato dato conto durante la puntata. La lettera integrale è stata pubblicata sul sito. Così come tutte le informazioni successive giunte alla redazione dopo la puntata. Tali informazioni sono state rilanciate sui social a ogni replica. Report fa presente che nessun atto o notifica di querela è giunto al momento in redazione tale da bloccare la regolare messa in onda delle puntate. Anche perchè le repliche di Report rappresentano una risorsa per l'azienda in quanto sono a costo zero. Report fa anche presente che nessuna intervista è stata manipolata. Tale accusa è grave ed è facilmente smentibile attraverso le interviste originali in possesso degli inviati. Report".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza