cerca CERCA
Domenica 19 Maggio 2024
Aggiornato: 01:43
10 ultim'ora BREAKING NEWS

G7, Zelensky a Hiroshima: "Oggi pace è più vicina"

Leader a Cina: faccia pressione su Russia per fine guerra. Biden annuncerà pacchetto aiuti a Kiev per 375 milioni di dollari

(Afp)
(Afp)
20 maggio 2023 | 09.00
LETTURA: 5 minuti

Il presidente dell'Ucraina Volodymyr Zelensky è a Hiroshima per prendere parte in presenza ai lavori del summit del G7. ''Giappone. G7. Incontri importanti con partner e amici dell'Ucraina. Sicurezza e cooperazione rafforzata per la nostra vittoria. La pace diventerà più vicina oggi'', ha scritto Zelensky su Twitter dopo l'atterraggio. Come per il viaggio a Gedda, in Arabia Saudita, il leader della resistenza ucraina ha viaggiato a bordo di un aereo del governo francese. Zelensky ha avuto incontri con la premier Giorgia Meloni, il primo ministro britannico Rishi Sunak, il presidente francese Emmanuel Macron, il primo ministro indiano Narendra Modi, il presidente del Consiglio europeo Charles Michel e il cancelliere tedesco Olaf Scholz. ''Ce l'hai fatta'', ha detto Sunak abbracciando Zelensky. Alla domanda se fosse una buona giornata per lui, Zelensky ha annuito e risposto ''grazie''.

INCONTRO CON MELONI

''E' importante proseguire il dialogo tra l'Ucraina e l'Italia in materia di relazioni bilaterali'', ha poi sottolineato su Telegram Zelensky dopo l'incontro con Meloni. Durante il bilaterale, ha detto il presidente ucraino, ''si è discusso del sostegno in termini di difesa e politico all'Ucraina da parte dell'Italia e dei primi risultati dopo la visita in Italia il 13 maggio''. Secondo Zelensky ora ''è necessario migliorare la capacità della difesa aerea, compreso l'addestramento dei nostri piloti''. Ed ha aggiunto di aver ''coordinato le nostre posizioni'' con Meloni ''alla vigilia della partecipazione al vertice del G7''.

Per Emmanuel Macron la partecipazione di Zelensky al summit del G7 a Hiroshima rappresenta ''un punto di svolta''. "Penso che questa sia un'opportunità unica per avere scambi con molti Paesi del sud e illustrare la propria situazione, mandare un messaggio e condividere un punto di vista. Credo che possa essere un punto di svolta", ha affermato Macron nel corso di una conferenza stampa. La Francia, ha aggiunto, sarà con l'Ucraina "fino alla fine".

La presenza del presidente ucraino al summit del G7 a Hiroshima ''è una dimostrazione dell'incrollabile sostegno all'Ucraina'', ha sottolineato il presidente del Consiglio europeo Michel. ''L'Unione europea lavorerà con i partner del G7 per colpire ogni pilastro dell'economia russa per garantire che la macchina da guerra di Putin fallisca''', ha detto Michel. Il presidente del Consiglio europeo ha poi espresso il suo ''forte sostegno nella preparazione di un nuovo pacchetto economico macrofinanziario pluriennale post 2023, che sarebbe una testimonianza dell'impegno a lungo termine dell'Ue nella lotta dell'Ucraina contro la guerra illegale della Russia. Anche il supporto militare viene rafforzato con la consegna di munizioni e la costruzione di una coalizione per i caccia''. Inoltre, ha aggiunto Michel, la Ue è ''pienamente impegnata a sostegno del piano di pace dell'Ucraina e intende coordinarsi pienamente con i Paesi membri per i prossimi passi'' da intraprendere.

A margine del summit Zelensky ha incontrato anche il primo ministro indiano Narendra Modi. Si tratta del loro primo faccia a faccia dall'inizio dell'invasione russa dell'Ucraina il 24 febbraio dello scorso anno. Modi ha espresso ''il nostro chiaro sostegno al dialogo e alla diplomazia in modo che si possa trovare una strada da seguire'' per risolvere la crisi in Ucraina. ''Continueremo a fornire assistenza umanitaria al popolo dell'Ucraina'', ha aggiunto Modi su Twitter postando una foto che lo ritrae insieme a Zelensky.

APPELLO PER 'PACE GIUSTA'

I leader del G7 hanno espresso la loro condanna ''nei termini più duri possibili'' della guerra ''brutale'' scatenata dalla Russia in Ucraina, definendola ''una grave violazione del diritto internazionale'' e chiedendo che si arrivi a una ''pace giusta e duratura''. Nel documento finale del vertice di Hiroshima, i leader hanno ribadito l'intenzione di fornire all'Ucraina sostegno economico, finanziario e umanitario. ''Condanniamo ancora una volta con la massima fermezza la guerra di aggressione della Russia contro l'Ucraina, che costituisce una grave violazione del diritto internazionale e della Carta delle Nazioni Unite'', si legge nel documento finale. ''La brutale guerra di aggressione della Russia rappresenta una minaccia per il mondo intero in violazione di norme, regole e principi fondamentali della comunità internazionale. Riaffermiamo il nostro incrollabile sostegno all'Ucraina per tutto il tempo necessario per portare una pace globale, giusta e duratura'', prosegue il testo. ''Ci impegniamo a intensificare il nostro sostegno diplomatico, finanziario, umanitario e militare all'Ucraina, ad aumentare le pressioni nei confronti della Russia e di coloro che sostengono la sua guerra'', afferma il documento che parla di ''sforzi continui per contrastare gli impatti negativi della guerra sul resto del mondo, in particolare sulle persone più vulnerabili''.

CINA

In un comunicato, il G7 ha chiesto alla Cina di fare ''pressione'' sulla Russia per arrivare a una soluzione della crisi in Ucraina. "Chiediamo alla Cina di fare pressioni sulla Russia affinché fermi la sua aggressione militare immediatamente e completamente" e affinché ritiri "incondizionatamente le sue truppe dall'Ucraina. Incoraggiamo la Cina a sostenere una pace globale, giusta e duratura basata sull'integrità territoriale e sui principi e fini della Carta delle Nazioni Unite, anche attraverso il suo dialogo diretto con l'Ucraina", si legge ancora. Allo stesso tempo, il G7 si è opposto a quella che ha definito la volontà della Cina di ''militarizzare'' l'Asia e il Pacifico.

Nel comunicato, i leader affermano di volere relazioni "costruttive e stabili" con Pechino. "I nostri approcci politici - si legge -non sono progettati per danneggiare la Cina, né cerchiamo di ostacolare il progresso e lo sviluppo economico della Cina. Una Cina in crescita che rispetti le regole internazionali sarebbe di interesse globale".

Intanto, secondo quanto ha riferito un funzionario americano parlando a condizione di anonimato, il presidente americano Joe Biden annuncerà, durante il G7, un nuovo pacchetto di aiuti per l'Ucraina per un valore di 375 milioni di dollari. Il pacchetto includerebbe anche artiglieria, munizioni e lanciarazzi Himars.

Leggi anche
Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza