cerca CERCA
Sabato 25 Maggio 2024
Aggiornato: 07:37
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Covid Italia, 20.945 contagi e 355 morti: bollettino ultima settimana

I numeri dal 4 al 10 gennaio: tasso di positività scende al 9,2%, tamponi in calo del 6,6%

Tampone covid - Afp
Tampone covid - Afp
12 gennaio 2024 | 12.26
LETTURA: 2 minuti

Continuano a scendere i numeri di Covid in Italia. Nella settimana dal 4 al 10 gennaio si sono registrati 20.945 nuovi casi positivi, in calo del 45,9% rispetto alla settimana precedente (38.737). I morti sono stati 355, -4,3% rispetto ai 7 giorni precedenti (371). E' quanto si legge nel bollettino settimanale del ministero della Salute.

Tasso di positività in calo

Il tasso di positività scende al 9,2%, contro il 16% della settimana precedente, a fronte di 226.569 tamponi effettuati, in calo del 6,6% rispetto alla precedente rilevazione (242.518).

Scendono i ricoveri

Il trend positivo prosegue anche per i ricoveri. Il tasso di occupazione in area medica al 10 gennaio è pari all'8,2% (5.131 ricoverati), rispetto al 10,1% (6.320 ricoverati) del 3 gennaio. Il tasso di occupazione in terapia intensiva al 10 gennaio è pari al 2,4% (213 ricoverati), rispetto al 2,8% (246 ricoverati) del 3 gennaio.

Vaia: "Ulteriore frenata, risultato da consolidare"

"I dati di questa settimana evidenziano una ulteriore frenata della diffusione del Covid, che si riflette anche sulla riduzione del tasso di occupazione delle strutture ospedaliere, sia in area medica che in terapia intensiva. Un risultato che dobbiamo consolidare, continuando a proteggere i più fragili attraverso la vaccinazione che, ricordiamo, è possibile ricevere contemporaneamente a quella antinfluenzale, particolarmente importante visto l'andamento delle ultime settimane. Siamo ancora in tempo". Così il direttore generale della Prevenzione sanitaria del ministero della Salute, Francesco Vaia, nel commento al bollettino Covid settimanale.

"Rinnoviamo l'invito alle Regioni, in particolar modo a quelle che più fanno fatica, a mettere in campo ogni azione organizzativa e di comunicazione, soprattutto sul territorio, per evitare il sovraffollamento delle aree di emergenza ospedaliera", ha detto ancora Vaia.

Leggi anche
Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza