cerca CERCA
Martedì 16 Aprile 2024
Aggiornato: 19:46
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Lo studio, mancanza sonno e 'social jetlag' peggiorano performance adolescenti

27 gennaio 2023 | 12.05
LETTURA: 2 minuti

DISCOTECA HOLLYWOOD IN CORSO COMO LA DOMENICA POMERIGGIO APERTA AD UN PUBBLICO PREVALENTEMENTE DI RAGAZZI E RAGAZZE ADOLESCENTI E MINORENNI (Nanni Fontana, MILANO - 2005-03-12) p.s. la foto e' utilizzabile nel rispetto del contesto in cui e' stata scattata, e senza intento diffamatorio del decoro delle persone rappresentate - FOTOGRAMMA
DISCOTECA HOLLYWOOD IN CORSO COMO LA DOMENICA POMERIGGIO APERTA AD UN PUBBLICO PREVALENTEMENTE DI RAGAZZI E RAGAZZE ADOLESCENTI E MINORENNI (Nanni Fontana, MILANO - 2005-03-12) p.s. la foto e' utilizzabile nel rispetto del contesto in cui e' stata scattata, e senza intento diffamatorio del decoro delle persone rappresentate - FOTOGRAMMA

Bravi in campo il lunedì e poi sempre meno sino al venerdì. Una nuova dimostrazione del ruolo chiave del sonno per le prestazioni fisiche e cognitive arriva da una ricerca dell'Università di Pisa pubblicata sul Journal of Biological Rhythms. L'equipe di Sonnolab del Dipartimento di ricerca traslazionale e delle nuove tecnologie in medicina e chirurgia ha studiato un campione di 93 studenti tra i 13 e i 17 anni, atleti di società sportive di pallacanestro della provincia di Pisa (Asd Polisportiva Nicosia, Gmv Ghezzano, Dream Basket). L'obiettivo era proprio valutare gli effetti della mancanza di sonno cronica e del 'social jetlag' (cioè il disallineamento tra gli orari preferiti di sonno, definiti su base biologica, e quelli effettivi dovuti ad impegni sociali come il dover andare a scuola) sull'apprendimento motorio e le prestazioni fisiche e cognitive degli adolescenti.

"Nell'uomo, così come in altri animali, la transizione dall'infanzia all'adolescenza si accompagna a uno spostamento in avanti degli orari del sonno, ma questo può entrare in conflitto con la necessità di svegliarsi presto per esempio per andare a scuola - spiega Simone Bruno, dottorando in Scienze cliniche e traslazionali dell'ateneo pisano - e così il 'social jetlag' e la privazione di sonno cronica possono avere conseguenze negative su vari aspetti della fisiologia dei più giovani, come il rendimento scolastico e sportivo e l’apprendimento di nuove competenze".

Durante la ricerca i ragazzi dovevano eseguire sessioni multiple da 10 tiri liberi sia durante le vacanza estive, sia mentre andavano a scuola: nel complesso sono stati raccolti i risultati di quasi 8.000 tiri liberi. Da quanto è emerso, le conseguenze del debito di sonno non sarebbero uguali per tutti: ad accusarne maggiormente gli effetti sono infatti i cosiddetti 'gufi', cioè coloro che hanno un cronotipo serotino e quindi una tendenza spiccata ad andare a letto tardi. "I risultati ottenuti supportano l'idea che gli orari della scuola non corrispondano alla biologia del ritmo del sonno degli studenti - sottolinea Ugo Faraguna, docente del Dipartimento di ricerca traslazionale e delle nuove tecnologie in medicina e chirurgia dell'Università di Pisa e direttore del Sonnolab - e che posticipare l'orario di inizio delle lezioni potrebbe garantire loro numerosi benefici, non solo in ambito sportivo".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza