cerca CERCA
Mercoledì 29 Maggio 2024
Aggiornato: 01:01
10 ultim'ora BREAKING NEWS

SIS Roma. Mercoledì deve vincere in Sicilia

SIS Roma. Mercoledì deve vincere in Sicilia
15 maggio 2023 | 14.42
LETTURA: 3 minuti

“Abbiamo ancora tutto da giocare e non ci faremo trovare impreparati: mercoledì a Catania saremo pronti come lo siamo stati in Gara 2 ma, ci tengo ancora a sottolineare come ha fatto il mio Presidente, che oltre alle situazioni di gioco ci debba essere più attenzione anche nei nostri riguardi”, così l’allenatore della SIS Roma che si proietta alla partita di mercoledì a Catania.

Gara 4. Una vittoria e due sconfitte per la SIS Roma nella finali Scudetto.

GARA 4. Ekipe Orizzonte Catania – Sis Roma

Catania – Mercoledì 17 Maggio ore 18

GARA 5 (eventuale). Sis Roma – Ekipe Orizzonte Catania

Centro Sportivo Babel – Domenica 21 Maggio ore 18

Il presidente della SIS: Questi arbitraggi non rendono onore allo sport

L’Ekipe Orizzonte Catania ha battuto (13-9) la SIS Roma nella piscina del Babel aggiudicandosi Gara 3. Non è stata la migliore SIS Roma della stagione, ma sul risultato finale pesano alcune decisioni arbitrali che hanno finito per orientare l’andamento del match ed a questa Ekipe Orizzonte Catania, una squadra quadrata ed esperta, non si possono certo concedere vantaggi di questa sorta.

Il presidente del sodalizio romano Flavio Giustolisi, torna alla terza gara: “Il lavoro merita rispetto e soprattutto la SIS Roma non meritava i due minuti finali di Catania ed i primi due tempi di oggi. Tutti quelli che conoscono la pallanuoto sanno perfettamente che partite arbitrate in questa maniera non si possono vincere a prescindere dagli avversari. Al di là degli errori commessi, al di là degli episodi sfortunati, che pur hanno condizionato l’esito della partita, dico che, in primo luogo, i sacrifici vanno rispettati, i miei personali, quelli dell’allenatore, delle ragazze, della società tutta, certe cose non si possono sopportare. Si può anche perdere, ma al termine di una partita giocata ad armi pari. Se dobbiamo partecipare alla festa di qualcuno ‘a spese’ della SIS non siamo d’accordo a festeggiare. Questi arbitraggi non significano rispetto degli altri, non rendono onore allo sport”.

Nei primi due tempi della partita la SIS ha replicato colpo su colpo (5-6 alla fine del secondo tempo grazie ad una marcatura della Williams) restando in partita nonostante alcune decisioni arbitrali che erano quantomeno opinabili. Pareggio (6-6) nel terzo tempo, poi, è iniziato ad affiorare il nervosismo ed il vantaggio delle siciliane è salito a tre lunghezze (7-10). Un rigore all’inizio del quarto tempo proiettava le siciliane a più quattro. Finale sotto tono della SIS con due rigori mancati ed una conclusione sbagliata dinanzi al portiere. Finisce 9-13, ma il risultato finale appare troppo punitivo nei confronti delle ragazze di Capanna che ora devono andare a vincere a Catania (mercoledì 17 maggio) per provare a vincere lo scudetto nell’eventuale bella che si giocherà ancora nella piscina del Babel (domenica 21 maggio).

“Abbiamo giocato una partita in apprensione e confusione” – dichiara l’allenatore Marco Capanna – “sicuramente per quanto sia fine stagione mi aspetto che nella Finale Scudetto abbiamo la capacità di tirare fuori la migliore prestazione e tenuta mentale. Detto questo mi accorgo che non è semplice per la squadra, nei momenti di errori o disordine che oggi sono stati troppi, ritrovare fiducia immediata se prendiamo gol facili i quali sono spesso, troppo spesso, derivanti da espulsioni, decisamente numerose, concesse all’avversaria rispetto a quello che vedo fischiato a noi e nella linearità dei quattro tempi.

Sicuramente il mio focus è avere il massimo rendimento in Gara 4 perché sono ancora convinto che tutto quello che ho visto oggi fa parte della serie e siamo arrivati fin qui conquistando ogni partita: mi ricordo bene che siamo arrivati 1° in classifica a differenza di un Orizzonte che è arrivato terzo e non siamo l’ultima matricola approdata per caso in Finale Scudetto”.

TABELLINO

SIS ROMA – EKIPE ORIZZONTE CATANIA 9 – 13 (3-4; 2-2; 2-4; 2-3)

SIS ROMA: Eichelbergher-Misiti-Galardi 1-Carosi-Giustini 1-Ranalli 1-Picozzi 3-Tabani-Nardini 1-Di Claudio-Andrews 2 – Galbani. All. Capanna

EKIPE: Celona-Halligan 2-Di Mario-Viacava 3–Gant – Bettini 1-Palmieri-Marletta 3-Gagliardi-Williams 1-Longò 1 – leone 2 – Condorelli. All. Miceli

Superiorità SIS Roma: 2/11 (1 espulsione simultanea)

Rigori SIS Roma: 1/3

Superiorità Ekipe: 8/13 (1 doppia espulsione e 1 simultanea)

Rigori Ekipe: 2/2

Leggi la notizia sul sito Asi.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza