cerca CERCA
Sabato 24 Febbraio 2024
Aggiornato: 20:27
10 ultim'ora BREAKING NEWS

È morto Jerry Springer, re del talk show trash Usa

27 aprile 2023 | 17.54
LETTURA: 1 minuti

Aveva 79 anni

The Jerry Springer Show /Youtube
The Jerry Springer Show /Youtube

E' morto all'età di 79 anni il conduttore tv statunitense Jerry Springer, considerato uno dei pionieri del genere trash. A comunicarne la scomparsa è la famiglia attraverso il portavoce Jene Galvin: "Alla base del successo di Jerry - si legge nel messaggio di cordoglio - c'era la sua capacità straordinaria di creare rapporti con le persone, vuoi che si trattasse di politica (precedentemente alla sua carriera televisiva, Jerry Springer è stato sindaco di Cincinnati dal 1977 al 1978, ndr), televisione o semplicemente lo scherzare con qualche fan che chiedeva una foto o un video".

Springer era noto in tutto il mondo grazie al 'Jerry Springer Show', un talk show dove famiglie problematiche discutevano i loro problemi davanti al pubblico, arrivando spesso a vere e proprie risse in studio. Lo show ha ricevuto innumerevoli critiche per il suo uso continuo di argomenti scabrosi, linguaggio volgare, violenza e la sua discutibile veridicità, ma il suo contributo all'affermazione della tv come la conosciamo oggi è innegabile.

Dal talento poliedrico, dopo l'esperienza dello 'Jerry Springer Show' (conclusasi nel 2018 dopo ben 27 stagioni) Springer ha condotto il courtroom show 'Judge Jerry' (durato tre stagioni) e 'America's Got Talent', e ha partecipato alla versione americana di 'Ballando con le stelle' in coppia con la ballerina Kym Johnson.

Umile e autoironico per natura, ha partecipato a molti film e programmi tv nel ruolo di se stesso, tra cui 'Austin Powers: la spia che ci provava' con Mike Myers e uno speciale di Halloween dei Simpson.

"Era insostituibile e la sua perdita ci rattrista profondamente - continua Galvin - ma sopravviverà il ricordo della sua intelligenza, del suo cuore e del suo senso dell'umorismo".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza