cerca CERCA
Sabato 20 Aprile 2024
Aggiornato: 00:03
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Flavio Insinna e Carolina Di Domenico presentano Musicultura

12 giugno 2023 | 17.12
LETTURA: 4 minuti

Dal 19 al 24 giugno si terrà la 34esima edizione della manifestazione musicale di Macerata. Ospiti speciali Mogol, Ermal Meta, Paola Turci, Santi Francesi, Dardust, Fabio Concato

Flavio Insinna e Carolina Di Domenico presentano Musicultura

Dal 19 al 24 giugno si svolgerà la 34esima edizione di Musicultura a Macerata, concorso artistico dedicato alla canzone popolare e d'autore. Le serate conclusive di spettacolo il 23 e il 24 giugno, che decideranno il musicista emergente vincitore finale, vi saranno allo Sferisterio. La conduzione è affidata all'attore e conduttore Flavio Insinna e la conduttrice televisiva e radiofonica Carolina Di Domenico, per la prima volta alla manifestazione. Il 23 e il 24 giugno sono confermate le presenze di cantanti famosi come Ermal Meta, Paola Turci, Santi Francesi (vincitori di Musicultura 2021 con 'The Jab'), Rachele Andrioli e Coro a Coro, Dardust, Chiara Francini, Fabio Concato, Mogol (ci saranno sorprese dell'ultimo minuto).

"Per quanto riguarda i talenti di Musicultura, cerchiamo di registrare l'eccentricità, nel senso di novità - spiega Ezio Nannipieri, direttore artistico Musicultura - La nostra è una ricerca pura senza fini economici motivata dal piacere della scoperta". I due presentatori Insinna e Di Domenico sono entusiasti della loro partecipazione alla conduzione. "Entro in punta di piedi perché l'esperta di musica è Carolina. L'ho conosciuta in una serata di beneficenza di una piccola onlus per pazienti ematologici di cui il motore e l'anima era Fabrizio (Frizzi, ndr) - riferisce il primo - Ai ragazzi faccio innanzitutto un in bocca al lupo e ricordo che Vasco è arrivato sempre in fondo a Sanremo ma poi non mi pare che gli è andata male. Il verbo è abusato ma detto da un vecchio saltimbanco, fidatevi: 'divertitevi'". Carolina Di Domenico sottolinea l'importanza di una manifestazione votata alla musica giovane ed emergente: "In questo momento Musicultura rappresenta la resistenza della musica italiana. Nel senso che dare spazio, trovare, cercare persone e artisti che hanno un approccio di ricerca della propria identità è un percorso che adesso nella maggior parte dei casi non è permesso dato che c'è una via molto più ristretta e più breve in cui si cerca di arrivare ad un successo fatto principalmente di visualizzazioni".

Gli otto vincitori finalisti sono tutti autori delle canzoni che interpretano: Amarti con 'Pietra' (Ferrara), Ilaria Argiolas con 'Vorrei guaritte io' (Roma), cecilia con 'Lacrime di piombo da tenere con le mani' (Pisa), Lamante con 'L'ultimo piano' (Schio, Vi); Simone Matteuzzi con 'Ipersensibile' (Milano); Santamarea con 'Santamarea' (Palermo); Cristiana Verardo con 'Ho finito le canzoni' (Lecce); Zic con 'Futuro stupendo' (Firenze). I vincitori saranno decretati con il voto dagli spettatori dello Sferisterio. Altri bonus significativi sono il Premio Miglior Progetto Discografico Pmi (Produttori Musicali Indipendenti), il Premio Unimarche per il miglior testo, il sostegno per l'effettuazione di un tour di 8 date grazie a Nuovolmaie e la Targa della Critica intitolata a Piero Cesanelli, ideatore di Musicultura e suo direttore artistico fino al 2019. Al vincitore andrà il premio di 20 mila euro del Premio Banca Macerata. Le canzoni finaliste di Musicultura 2023 sono raccolte nel cd compilation omonimo, distribuito da Egea e disponibile su tutte le piattaforme digitali.

Il media partner del festival della canzone popolare e d'autore è la Rai con Rai Radio 1, Rai 2, TgR, Rainews24, Rai Canone, Rai Italia e RaiPlay Sound. La radio ufficiale di Musicultura, Rai Radio 1, trasmetterà questa sera lunedì 12 giugno in diretta dalla Sala A di via Asiago dalle 21 il concerto live di Musicultura 2023 con Duccio Pasqua, Marcella Sullo e John Vignola alla conduzione. Il nuovo direttore di Rai Radio 1 Francesco Pionati sostiene con convinzione Musicultura: "E' un'iniziativa meritevole soprattutto perché c'è quel mix di cultura musicale di vecchio e di nuovo che secondo me deve essere sempre la guida per qualunque tipo di attività culturale. Il comitato di garanzia, che è il più alto patrocinio che si può dare a queste manifestazioni, ha avuto come primi firmatari Giorgio Garrone e Fabrizio De Andrè. Questo significa aver dato a questa manifestazione un peso e un marchio di profonda sensibilità artistica". La rassegna musicale merita perché "attraverso Musicarte ha lanciato una nuova generazione di cantanti come Avion Travel e Almamegretta con successo nazionale e internazionale". Il direttore dell'offerta estera Rai, Fabrizio Ferragni, fa sapere che il festival è trasmesso in 174 Paesi del mondo, "abbiamo un ascolto importante anche se non possediamo i dati Auditel".

Negli stessi giorni della manifestazione, Macerata sarà animata da La Controra, un festival nel festival con concerti, recital, incontri, dibattiti, tutti ad ingresso libero. La settimana di Musicultura si apre lunedì 19 giugno con il concerto in Piazza della Libertà di Ron. La sera seguente ci sarà un omaggio al canzoniere Mogol-Battisti con il live di Gianmarco Carroccia e la sua band dal titolo 'Emozioni'. Mercoledì 21 la piazza ospiterà il concerto dei vincitori del concorso. Il 22 giugno sotto la torre civica dell'orologio, la città si ritroverà per intonare in coro una canzone di Lucio Dalla e Lucio Battisti a ogni scoccare dell'ora dall'alba al tramonto nell'anno in cui i due se fossero stati vivi avrebbero compiuto 80 anni. Tra gli ospiti attesi Stefano Zecchi, Giangilberto Monti e Vito Vita, Collettivo Rosario, Yasmina Pani, Gabriella Greison. Gli aggiornamenti sul cast di Musicultura 2022 e il programma completo della Controra sono reperibili su musicultura.it.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza