cerca CERCA
Mercoledì 28 Febbraio 2024
Aggiornato: 16:49
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Mondo Rai/Appuntamenti e novità

27 marzo 2023 | 20.56
LETTURA: 7 minuti

 (Fotogramma)
(Fotogramma)

Dopo il grande successo della prima edizione, da domani Nek torna in veste di conduttore in prima serata su Rai 2 con 'Dalla strada al Palco', lo show televisivo che per sei puntate porta in tv il variopinto mondo degli artisti di strada che si esibiscono e si raccontano davanti al pubblico in studio e ad alcuni ospiti vip. Prodotto da Rai – Direzione Intrattenimento Prime Time, con la regia di Sergio Colabona, 'Dalla strada al Palco' rappresenta una grande festa e una preziosa vetrina per cantanti, musicisti e artisti di strada, offrendo loro la possibilità di esibirsi e di raccontarsi nella più grande piazza d’Italia, quella televisiva. Ospiti della prima puntata, nei panni dei cosiddetti 'passanti importanti', Andrea Delogu e Carlo Conti che affiancheranno il pubblico in studio nella scelta delle tre più belle performance tra i primi 13 partecipanti che si sfideranno. I tre migliori artisti della serata andranno direttamente in finale per aggiudicarsi il premio di miglior artista di strada d’Italia. I busker condivideranno con il pubblico i loro talenti legati a ogni forma d’arte, dalla musica al canto, dalla danza alla giocoleria, e incanteranno i telespettatori con straordinarie esibizioni all’interno di uno studio che ricrea le gioiose atmosfere delle più belle piazze. Uno show ricco di emozioni e tanto divertimento già dalla prima puntata con artisti provenienti da tutta la penisola e non solo: dagli acrobati su pali oscillanti della Compagnia dei Folli al pianista Davide Stramaglia, che da anni suona nell’affollata metropolitana di Londra, dai giocolieri Giorgio Maria Laganà, Niccolò Nardelli e Giovanna Todisco fino al violinista Isaac Minert, dal vocalist, magazziniere nella vita, Joe Bless alla cantante Martina Zaghi, dal duo voce e violino Riccardo & Celine a quello composto dalla cantante lirica Naimana e dal ventriloquo Daniele, dal gruppi degli Street Sharks alla jug band No Funny Stuff che suona con strumenti autocostruiti, fino al sand artist Mauro Masi. Ognuno di loro, oltre al proprio talento, porta con sé una storia personale, a volte commovente, altre volte eccentrica o divertente, ma che non manca mai di suscitare curiosità ed emozioni in chi l’ascolta. Tutto questo fa di 'Dalla strada al Palco' uno spettacolo autentico e la più grande festa degli artisti di strada in tv. Ad accompagnare gli artisti sul palco la band del Maestro Luca Chiaravalli. 'Dalla strada al Palco' è un’idea originale di Carlo Conti, scritto da Emanuele Giovannini, Leopoldo Siano, Giona Peduzzi, Maria Grazia Giacente, Simona Iannicelli. Prodotto da Rai – Direzione Intrattenimento Prime Time in collaborazione con Stand by me, a cura di Daniela Di Mario e Tiziana Iemmo e - per Stand by me - di Francesco Sturlese. Produttore esecutivo Rai: Roberta Bellagamba. Produttore esecutivo Stand By Me: Claudia Santilio. La regia è di Sergio Colabona.

La rivoluzione nel Partito Democratico e in Forza Italia. Ospiti di Bruno Vespa a 'Porta a Porta' - in onda domani alle 23.50 su Rai 1 - Francesco Boccia del Pd e Licia Ronzulli, presidente dei senatori di Forza Italia per riflettere anche sull’attualità politica. Nella seconda parte di 'Porta a Porta' Giuseppe Fiorello presenta il nuovo docu-film di Rai 1 'I cacciatori del cielo', dedicato al centenario dell’Aeronautica, nel quale interpreta l’asso dell’aviazione Francesco Baracca. Insieme con l’attore partecipa anche il Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica, Luca Goretti.

Quali effetti può avere sulla salute del nostro intestino il cambio di stagione? A 'Elisir', il programma di medicina condotto da Michele Mirabella e Benedetta Rinaldi con Francesca Parisella, in onda domani alle 10.30 su Rai 3, risponderà alle domande in studio il professor Angelo Franzè, primario di Gastroenterologia all’ospedale “Piccole figlie” di Parma. Nello spazio '10 minuti su…' si farà un salto nel futuro per scoprire le nuove protesi realizzate con stampanti 3D di ultima generazione, insieme al dottor Carmelo De Maria, ricercatore in Bioingegneria al Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione dell’Università di Pisa. Lo spazio 'Mi dica dottore' sarà invece dedicato alla mononucleosi: cosa provoca questa malattia infettiva? In che modo si manifesta e qual è il decorso? Ospite in studio il professor Francesco Broccolo, virologo presso l’Università del Salento. Infine, si sfateranno i falsi miti sulle diete con il dottor Edoardo Mocini, specialista in Scienza dell’Alimentazione all’Università La Sapienza di Roma.

Su RaiMovie 'Gotti- Il primo padrino' - Su Radio3 l'omaggio a 'Il Gattopardo'

Superare la rappresentazione stereotipata dell’italoamericano a Hollywood è possibile. C’è riuscito John Travolta, in questo film sulla mafia newyorkese: 'Gotti, il primo padrino' è la proposta di Rai Movie per la prima serata di domani, in onda alle 21.15. Il film descrive la lunga parabola di John Gotti (personaggio realmente esistito), da affiliato a capo supremo della criminalità organizzata di New York, nell’ultimo trentennio del secolo scorso. Passato relativamente inosservato nel 2018, quando uscì al cinema, Gotti merita di essere riscoperto: l’ispirazione è dichiaratamente quella delle grandi saghe sulla malavita italoamericana, da Coppola a Scorsese, ma il protagonista fa un importante lavoro per l’evoluzione del suo personaggio. Con Travolta c’è Kelly Preston, amata moglie del divo, scomparsa pochi anni dopo: è la sua penultima interpretazione.

Con le trasmissioni 'Fahrenheit', 'Hollywood party' e 'Il concerto del mattino, Rai Radio 3 rende omaggio al film Il Gattopardo di Luchino Visconti nel sessantesimo anniversario dall’uscita. Martedì 28 marzo alle 12, “Il concerto del mattino” aprirà con un’esecuzione dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, diretta da John Axelrod, di alcuni ballabili tratti proprio da 'Il gattopardo'. Seguirà un’esecuzione del Westdeutscher Rundfunk Sinfonieorchester, diretta da Rasmus Baumann, del Concerto per arpa (1947) e del Trio per clarinetto, violoncello e pianoforte di Nino Rota. Alle 15 'Fahrenheit' parlerà del romanzo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa che, alla sua uscita, suscitò perplessità e polemiche. Si parlerà della sua travagliata storia editoriale attraverso le ricostruzioni di Alberto Anile, conservatore della Cineteca Nazionale, Bernardina Rago, italianista all’Università di Bonn e Düsseldorf e del critico Giulio Ferroni. Ad 'Hollywood Party', in diretta dalle 19, Emiliano Morreale e Dario Zonta ripercorreranno la storia produttiva e l'immenso successo del film. I costumi, l'estetica delle scenografie e della Sicilia delle ville nobiliari, l'aristocrazia e il disincanto: tutto ha contribuito a plasmare un'immagine di un'Italia di bellezza e decadenza. Ospiti della diretta saranno Caterina d'Amico, responsabile scientifico dell'Archivio Luchino Visconti, Giuseppe Tornatore che nel 2010 ha diretto il documentario 'L'ultimo gattopardo - Ritratto di Goffredo Lombardo' e Steve Della Casa, in collegamento dalla Cinémathèque Française.

Dopo secoli di dominio coloniale, alla fine della Seconda guerra mondiale le Filippine dichiarano la propria indipendenza di fatto, pur rimanendo nella sfera d’influenza degli Stati Uniti. Si apre così la pagina più recente della storia contemporanea delle Filippine, segnata in modo indelebile dalla parabola di Ferdinand Marcos, il presidente che in molti non esitano a definire dittatore, che ha governato e imperversato per oltre vent’anni trasformando il Paese in uno dei regimi autoritari più noti del Ventesimo secolo. A 'Passato e Presente', il programma di Rai Cultura in onda domani alle 13.15 su Rai 3 e alle 20.30 su Rai Storia, il professor Giuseppe Gabusi, insieme a Paolo Mieli, ripercorre le tappe cruciali della parabola politica di Marcos, a partire dall’introduzione della legge marziale nel 1972 che provocherà un’ondata di arresti, torture e sparizioni tra gli oppositori del regime. Una stagione di terrore che culminerà con l’assassinio di Benigno Aquino, candidato a sostituire Marcos nel 1983, e con la rivolta del popolo filippino che porterà alla cacciata del tiranno tre anni dopo.

Su Rai4 'Soldado' di Stefano Sollima - Su Rai5 'Queen: Rock The World'

Domani alle 21.20, Rai4 porta gli spettatori al confine tra Stati Uniti e Messico con il film 'Soldado', pellicola del 2018, esordio statunitense del regista di 'Gomorra – La serie' e 'Suburra' Stefano Sollima. Per combattere i narcos, l’agente federale Matt Graver assolda il misterioso Alejandro, la cui famiglia è rimasta vittima dei narcotrafficanti, che cercherà di scatenare una guerra interna alle gang. Interpretato nei ruoli principali da Josh Brolin e Benicio Del Toro, 'Soldado' è un solido action che riprende alcuni personaggi già visti in Sicario di Denis Villeneuve e approfondisce le loro storie immergendoli in uno scenario da moderno western.

La cronaca 'on the road' del tour americano dei Queen nel 1977, a sostegno di 'News of the World', settimo album della band capitanata da Freddie Mercury. La ripercorre il documentario di Chrisropher Bird 'Queen: Rock the World', in onda domani alle 23.00 su Rai 5. Dopo quella tournée e con i singoli 'We Are The Champions' e 'We Will Rock You', i Queen conquisteranno le classifiche americane. Il film, girato in stile 'cinema verité', contiene immagini di repertorio inedite accuratamente restaurate, con Freddie Mercury, Brian May, Roger Taylor, John Deacon.

Cento anni fa nasceva l’Aeronautica militare italiana. Ne parla domani 'Tg2 Italia', la rubrica di attualità in diretta dalle 10 alle 11 su Rai 2, condotta da Marzia Roncacci. Dopo gli aggiornamenti sui fatti del giorno, si va a Roma per seguire la cerimonia con la partecipazione del Capo dello Stato e l’allestimento dei velivoli a piazza del Popolo. E poi la storia e le storie di questa Forza armata che nei decenni si è distinta non solo in tempi di guerra, ma soprattutto nelle missioni di pace e di salvataggio e primeggia nelle manifestazioni aeree con la Pattuglia Acrobatica Tricolore. Oggi come un secolo fa, l’Aeronautica è impegnata anche all’estero per difendere da ogni possibile aggressione i cieli e gli spazi italiani e alleati. In collegamento giornalisti, storici e ufficiali dell’Aeronautica. In studio, il direttore dell’Archivio storico dell’Aeronautica, Edoardo Grassia, e l’inviato del Tg2 esperto di questioni militari Fabio Chiucconi.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza