cerca CERCA
Lunedì 20 Maggio 2024
Aggiornato: 02:29
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Mondo Rai/Appuntamenti e novità

 (Fotogramma)
(Fotogramma)
24 marzo 2023 | 20.28
LETTURA: 9 minuti

Milly Carlucci torna a guidare i telespettatori alla scoperta delle tracce che possono svelare le misteriose identità nel secondo appuntamento con “Il cantante mascherato”, in onda domani alle 21.30 su Rai 1 . Al suo fianco, cinque investigatori d’eccezione che, insieme al pubblico a casa tramite voto social, dovranno valutare le esibizioni dei concorrenti in gara per cercare di scoprire chi si nasconde sotto le maschere: Christian De Sica, Iva Zanicchi, Serena Bortone, Flavio Insinna e Francesco Facchinetti. Ad aiutare nelle indagini, ci penserà anche il pool investigativo popolare capitanato da Sara Di Vaira, nelle vesti di “Capo investigatore”, supportata da Rossella Erra. I cantanti mascherati anche quest’anno avranno la possibilità di rispondere in diretta alle domande degli investigatori. Anche se la loro voce sarà contraffatta, le pause, le frasi e le inflessioni forniranno ulteriori indizi agli investigatori e al pubblico coinvolti nel gioco investigativo. Delle dodici spettacolari maschere in gara - Squalo, Riccio, Cavaliere Veneziano, Ciuchino, Colombi, Porcellino, Stella, Cigno, Rosa, Criceto, Scoiattolo nero ed Ippopotamo - ne sono rimaste in sfida undici. La scorsa settimana il Cigno è stata eliminato e ha così svelato la sua vera identità: sotto la maschera si nascondeva il volto di un’icona del cinema e della tv italiana, Sandra Milo, che si è messa in gioco in coppia con l’imitatore Antonio Mezzancella. La seconda puntata si arricchirà della presenza di Nino Frassica che arriverà in studio per supportare Flavio Insinna nell’indagine sulla maschera del Criceto, che, secondo l’investigatore in giuria, potrebbe nascondere Nathalie Guetta, loro compagna di set nella fortunata serie di Rai1. Il Maresciallo Cecchini e il Capitano Anceschi saranno quindi nuovamente insieme, coadiuvati anche da Pietro Pulcini, “il brigadiere Ghisoni” della serie e da un suo collega, in questa ricerca. Inoltre, la maschera del Cuore, cioè “Il Cantante Mascherato per una notte”, che già dalla scorsa puntata ha destato un grande successo e curiosità, svelando la coppia madre e figlia di Amanda e Stefania Sandrelli, anche questo sabato celerà una coppia famosa tra Albano e Jasmine Carrisi, Romina Power e Yari Carrisi, Albano e Romina Power, Gianni Morandi con il figlio Marco oppure i Ricchi e Poveri. Infine, tornerà il meccanismo della “Maschera d’oro”: Christian De Sica, Flavio Insinna e Serena Bortone, ovvero i tre investigatori che, nella scorsa puntata, hanno indovinato l’identità del “Cigno”, avranno la possibilità di usare “la maschera d’oro” e provare a smascherare immediatamente la maschera che ritengono di aver indovinato. Se il nome individuato dagli investigatori sarà quello corretto, la maschera sarà obbligata a svelare la sua identità e, quindi, nel corso della serata potrebbero esserci tre smascheramenti che si andrebbero ad aggiungere a quello, consueto, previsto al termine della puntata dopo lo spareggio finale. Le coreografie delle maschere in sfida di questa edizione sono affidate a Simone Di Pasquale che si avvarrà della collaborazione di Matteo Addino. "Il Cantante Mascherato", il cui titolo internazionale è "The Masked Singer", è realizzato da Rai Direzione Intrattenimento Prime Time in collaborazione con Endemol Shine Italy. È un programma di Milly Carlucci e Giancarlo De Andreis. E di Luca Alcini, Maddalena De Panfilis, Giovanni Giuliani, Francesco Saverio Sasso, Svevo Tognalini, Simone Troschel. Collaborazione di Paola Di Pietro, Raffaella Costanzo, Carlo Flamini, Alessandra Mannino. Produttore Esecutivo Maria Blanda Freni. Regia Luca Alcini.

Su Rai 2 domani alle 21.20, prosegue la quinta stagione di FBI, la serie che racconta le vicende dell’Ufficio del Federal Bureau of Investigation di New York, l’unità di investigazione altamente specializzata che mette a disposizione la propria esperienza e competenza tecnica su casi difficili e importanti per mantenere New York e gli Stati Uniti al sicuro. Nell’episodio “Doppio vincolo”, un’organizzazione di terroristi Ceceni rapisce il figlio di Liza Peters, agente segreto della CIA. I rapitori vogliono arrivare a Milena Kerimova, attivista cecena, assunta da Liza per collaborare con la CIA contro la loro organizzazione. Nel frattempo, Nina scopre di essere incinta e decide di lasciare per un po’ di tempo il lavoro sul campo per unirsi ai colletti bianchi. FBI, quinta stagione, “Doppio vincolo” con Missy Peregrym, Zeeko Zaki, Jeremy Sisto, Alana De La Garza, John Boyd, Katherine Renee Turner. A seguire, sempre su Rai 2, in prima visione assoluta, alle 22.10 continua la seconda stagione di FBI International, la serie incentrata sulle vicende degli agenti dell’International Fly Team dell’agenzia incaricata di proteggere i cittadini statunitensi all’estero, che ha il suo quartier generale a Budapest. Nell’episodio “Un miracolo scaduto”, una coppia di americani che non può avere figli, decide di investire tutti i propri risparmi per avere un bambino attraverso la maternità surrogata in Romania. Quando i genitori si recano a prendere la bambina, vengono sconvolti dalla notizia che è nata morta. In realtà si tratta di un raggiro, una bugia inventata dalla madre surrogata per nascondere che la bambina è stata venduta a una coppia di facoltosi inglesi. FBI International, seconda stagione: “Un miracolo scaduto” con Luke Kleintank, Heida Reed, Carter Redwood.

Protagonista del nuovo appuntamento con la quarta serie di “Personaggi in cerca di attore” - in onda domani alle 22.45 in prima visione su Rai 5 – è Francesco Patanè 26 anni, di Genova. Dopo alcune apparizioni in serie tv di successo, ha già ottenuto una candidatura al Nastro d'Argento come miglior attore non protagonista, recitando al fianco di Sergio Castellitto ne "Il Cattivo Poeta". Il ruolo principale nel successivo film "Ti mangio il cuore", lo consacra a grandissima promessa del cinema italiano.

Su Rai3 'Sapiens - un solo pianeta' - Su Rai4 'Contrattempo'

Si parla delle città che cambiano nella nuova puntata di “Sapiens – un solo pianeta”, con Mario Tozzi, il programma di Rai Cultura in onda domani alle 21.45 su Rai 3. Un tempo le città erano una risposta collettiva alla pressione ambientale da parte di una comunità che vi si riconosceva per nascita o per confluenza. Le città del passato erano prima di tutto poleis o civitas in cui gli spazi rispondevano a esigenze funzionali, mentre le città moderne stanno diventando eterogeni assembramenti di non-luoghi, come i centri commerciali, circondati da anonime zone residenziali. La maggior parte dei sapiens ormai vive nelle aree metropolitane del pianeta, che occupano circa il 2% delle terre emerse e si prevede che entro il 2050 il 70% della popolazione mondiale vivrà in città. Ma si potrà essere felici nelle sterminate metropoli del futuro? A questa e ad altre domande cercherà di rispondere Mario Tozzi. Il viaggio di “Sapiens” toccherà alcune delle città più belle e ricche di storia del Marocco, a partire da Marrakesh, dove la famosissima Jemaa el-Fna dimostra cosa dovrebbe essere una piazza, per raccontare come, fin dai secoli passati, i sapiens siano stati in grado di combattere il grande caldo trovando metodi di mitigazione del clima. Si andrà poi nella città di Ouarzazate, fondamentale per le vie lungo le quali, un tempo, venivano trasportate merci e manufatti attraverso il deserto. “Sapiens” si sposterà infine a Singapore per capire come sia stato affrontato il problema dell’incremento della popolazione, con la concomitante riduzione degli spazi a disposizione. Nonostante i consumi energetici restino tuttora elevatissimi, a Singapore si stanno mettendo a punto strategie moderne basate su tecnologia e sostenibilità. Marrakesh contro Singapore, chi avrà vinto?

Rai 4 propone, domani alle 21,20, il sorprendente thriller spagnolo “Contrattempo” di Oriol Paulo, in cui un manager di grande successo, Adrián, deve dimostrare la propria innocenza davanti all’accusa di omicidio della sua amante e cercare di salvarsi da una catena fatale di eventi che minacciano di distruggere anche la reputazione della sua famiglia. Un’ intricata sequenza di colpi di scena tiene lo spettatore col fiato sospeso fino all’ultimo minuto in una trama avvincente che ha ispirato anche un remake italiano con Riccardo Scamarcio e Miriam Leone, "Il testimone invisibile". Nel cast: Mario Casas, Ana Wagener, Jose Coronado, Bárbara Lennie, Francesc Orella, Paco Tous.

Un testo spietato, che fin dal titolo pone l’accento sull’onestà, cardine di una presunta etica borghese e cuore pulsante del dramma: Valerio Binasco affronta per la prima volta Luigi Pirandello proprio sulle tavole del palcoscenico del Teatro Carignano, dove “Il piacere dell’onestà “debuttò con successo il 27 novembre 1917 con la compagnia di Ruggero Ruggeri. Il protagonista della commedia – in onda domani alle 21.15 su Rai 5 – è Angelo Baldovino, interpretato da Binasco che dirige anche l’allestimento: è la prima figura di antieroe del drammaturgo siciliano, un perdente, un relitto, ma soprattutto un uomo solo, che ha fatto dell’isolamento la personale difesa da una società che lo ha spinto ai margini. Ed è proprio per questa sua condizione di emarginato che viene scelto, per restituire onestà ad una giovane donna: Baldovino sposa una nobile signorina che è stata resa madre da un uomo ammogliato, in cambio del ripianamento dei debiti di gioco e della promessa di chiudere un occhio sulla relazione tra la ragazza e il padre del bambino. Il protagonista accetta la parte, ma fin da subito diventa ingombrante: in lui resiste una morale capace di opporsi a un concetto di onestà solo di facciata. Baldovino è appunto la ragione introdotta in una borghesia preda del sentimento e del perbenismo: è l’intelligenza chiamata a riportare l’ordine nel caos. Valerio Binasco destruttura il dramma pirandelliano concentrando l’attenzione sui personaggi e sulla loro vita interiore che si riflette in una partitura drammaturgica densa e a tratti ipnotica: in un ambiente spoglio, dove il freddo di un accordo matrimoniale nato dalla vergogna di entrambe le parti si scioglie in un sentimento di rispetto che fa deragliare i presupposti inziali, si affacciano gli echi della drammaturgia nordica cara alle sue regie. Nel cast anche Giordana Faggiano – Agata Renni; Orietta Notari – La Signora Maddalena, sua Madre; Rosario Lisma – Il Marchese Fabio Colli; Lorenzo Frediani – Maurizio Setti, suo cugino; Franco Ravera – Il Parroco. Una Produzione Teatro Stabile di Torino – Teatro nazionale. Regia video Lucio Fiorentino. Scene e luci Nicolas Bovey, costumi Gianluca Falaschi.

Su Rai Movie 'Mai visti prima' - Su Rai Storia 'Cognome e nome: Lacombe Lucien'

Crimine, noir e distopie all’italiana: per il ciclo “Mai visti prima” - domani in prima serata e in prima visione su Rai Movie - il thriller claustrofobico d’assedio, genere molto sviluppato nel cinema hollywoodiano, trova casa in Italia con “Dietro la notte” di Daniele Faller. Nel cast, Stefania Rocca, Roberta Giarrusso, Fortunato Cerlino, Elisa Visari. Marta Colombi, capo della sicurezza per un’azienda che commercia in diamanti, vive con la figlia Elena in una villa che sta per perdere, a seguito del suo divorzio. La notte prima di partire per Dubai, con una valigetta dal preziosissimo carico custodita in casa, Marta dovrà fronteggiare, con sua figlia, un violento assalto: non c’è che difendersi, ma le sorprese non mancheranno. Falleri, con una grande esperienza di regia televisiva, riesce a gestire con polso la quantità di azione e suspence contenuta nel suo primo lavoro cinematografico. Lo aiuta la coppia di attrici, entrambe convincenti e nel ruolo. “Dietro la notte" è prodotto da Fenix Entertainment in collaborazione con Rai Cinema.

Francia, 1944. Respinto dai partigiani, Lucien si unisce ai nazisti, ma si innamora di una ragazza ebrea e cerca di salvarla. E’ la storia del film di Louis Malle “Cognome e nome: Lacombe Lucien”, in onda domani alle 21.10 su Rai Storia per il ciclo “Binario cinema”. Nel cast, Ave Ninchi, Aurore Clément, Pierre Blaise, Holger Lawenadler, Thérèse Giehse. Scritto col premio Nobel Patrick Modiano, il film è stato candidato a Oscar e Golden Globe nel 1975 e ha vinto ai Bafta.

A 105 anni dalla scomparsa di Claude Debussy Rai Cultura dedica al compositore francese un doppio appuntamento, in onda domani dalle 19.35 su Rai 5. Si comincia con il concerto dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai diretta da Frederic Chaslin all’Auditorium “Giovanni Agnelli” di Torino. Nel programma, il “Prélude à l’après-midi d’un faune” (tratto da da Mallarmé) di Debussy e “Don Quixote”, variazioni fantastiche su un tema di carattere cavalleresco op. 35 di Richard Strauss. A seguire, Gloria Campaner esegue la “Suite Bergamasque” di Debussy.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza