cerca CERCA
Sabato 02 Marzo 2024
Aggiornato: 11:56
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Mondo Rai/Appuntamenti e novità

16 marzo 2023 | 20.08
LETTURA: 8 minuti

(Fotogramma)
(Fotogramma)

Dopo l’esordio di sette giorni fa, domani andrà in onda in prima serata (alle 21.25) il secondo appuntamento (dei quattro totali) con 'Benedetta Primavera', il varietà di Rai 1 condotto da Loretta Goggi (affiancata da Luca e Paolo), prodotto da Rai Direzione Intrattenimento Prime Time. Anche in questo appuntamento il programma offrirà un vero e proprio viaggio all’interno del mondo dello spettacolo per fare un parallelo tra il passato e il presente con i tanti ospiti che si alterneranno al fianco della regina del piccolo schermo: ci saranno Ambra Angiolini, Amanda Lear, Fiorella Mannoia, Giorgio Panariello, Bianca Guaccero, Morgan e Flavio Insinna. Tutte personalità tra cinema, musica, teatro e televisione che si confronteranno con Loretta Goggi, la quale si metterà in gioco, si esibirà in numeri musicali, dialoghi brillanti e sketch. Cantando anche. E, tenendo in serbo, nuove imitazioni (ci sarà nuovamente la Regina Elisabetta d’Inghilterra…) e sorprese per i suoi ospiti. “Benedetta Primavera” è una produzione Rai Direzione Intrattenimento Prime Time in collaborazione con Blu Yazmine. È un programma di Loretta Goggi, Martino Clericetti, Francesca Cucci, Salvo Guercio, Cristiano Rinaldi, Paola Vedani, Lorenzo Campagnari, Ester Viola, Massimiliano Canè. La direzione artistica è curata da Laccio, la scenografia da Marco Calzavara e la direzione musicale dal maestro Valeriano Chiaravalle. Produttore esecutivo M. Rossella Arcidiacono. La regia è firmata da Cristiano D’Alisera.

Domani è la Giornata mondiale del sonno. Quanto è importante dormire bene per la nostra salute? Quali sono i nemici del riposo? Quali gli alleati? Nella puntata di 'Tg2 Italia', in onda domani alle 10 su Rai 2, Marzia Roncacci ne parlerà con il neurologo Valerio Brunetti, la psicoterapeuta Maria Malucelli e il nutrizionista Giorgio Calabrese. A seguire, la rubrica “Settegiorni”, con gli avvenimenti della settimana commentati dal giornalista Pietro De Leo.

La prima manifestazione di massa contro la guerra e il fascismo. La racconta 'Marzo 1943. Ore 10', in onda domani alle 22.10 su Rai Storia. Tutto inizia a Torino, alle 10.00 del 5 marzo 1943, quando gli operai dell’azienda Fiat Mirafiori e degli stabilimenti Rasetti bloccano le macchine per scioperare. Per il duce Benito Mussolini, che pochi mesi prima ha festeggiato solennemente il ventennale della Marcia su Roma, è un brusco risveglio. Lo sciopero è la reazione di un popolo esasperato e l’inizio di un nuovo corso. Lo speciale ospita testimonianze di repertorio dei protagonisti, mentre dai documenti dell’Archivio Centrale dello Stato emerge la loro storia, la propaganda clandestina antifascista attraverso la stampa, il controllo e la repressione attuati dal regime.

Su Rai3 A 'Elisir' la prevenzione a tavola - Su Radio3 colpo grosso in Libano a 'Radio3 Mondo'

Un’alimentazione corretta può garantire benessere e salute? A 'Elisir' - il programma di medicina condotto da Michele Mirabella e Benedetta Rinaldi con Francesca Parisella, in onda domani alle 10.30 su Rai 3 – risponde, in studio, la professoressa Adriana Albini, collaboratrice scientifica all’Istituto Europeo di Oncologia di Milano.Si prosegue con i '10 minuti su…' dedicati alle lacrime e alla loro funzione per gli occhi, di cui parla Carlo Bellieni, professore di Pediatria generale e specialistica all’Università di Siena. Nel 'Mi dica dottore', obiettivo sulla vitiligine: perché compare e chi colpisce? La risposta al professor Piergiacomo Calzavara Pinton, direttore Uo Dermatologia Ast Spedali Civili e Clinica Dermatologica Università di Brescia. La settimana si chiude, infine, con i proverbi sulla salute. Nascondono qualche pillola di saggezza popolare o sono da considerare solo modi di dire? Lo spiega il dottor Giuseppe Ventriglia, medico di famiglia.

Questa settimana la lira libanese ha toccato un minimo storico sul mercato nero dove è scambiata a 100.000 lire per 1 dollaro, continuando la sua caduta libera sulla scia del collasso economico del Libano. Questo nuovo calo della valuta nazionale arriva mentre le banche hanno ripreso il loro sciopero martedì mattina, su invito dell'Associazione delle banche libanesi, per difendere le richieste del settore e protestare contro i procedimenti legali avviati contro alcuni dei suoi membri. Le banche sostengono che i processi intentati contro di loro non siano giustificati, ma di opinione contraria sono le associazioni dei risparmiatori che portano avanti la loro tesi dicendo che gli istituti di credito bloccano il ritiro dei loro stessi risparmi in banca. Proprio per l’impossibilità di ritirare più di 400 dollari al mese, spinte dalla disperazione, da un anno diverse persone hanno fatto irruzioni armate nelle filiali delle loro banche e hanno 'rapinato' i loro stessi risparmi. A 'Radio3 Mondo', domani alle 11 su Rai Radio 3, sarà raccontata la storia di Saly Hafiz, una ragazza di 28 anni che ha 'rubato' i suoi risparmi per pagare le cure della sorella ammalata di cancro, e quella di Bassam Sheikh Hussein, un uomo che ha minacciato il direttore della sua banca con un fucile d’assalto per prendere i propri risparmi e pagare le cure ospedaliere del padre malato. Anna Maria Giordano ne parlerà con Costanza Spocci, voce di Radio3 e autrice del documentario Lebanon Unconventional Robbers di BBC.

Come si è operato e come si opera nella protezione dell’arte nelle grandi catastrofi naturali che hanno colpito il nostro Paese a partire dall'Alluvione di Firenze, nel 1966, quando l’Arno in piena ruppe gli argini e sconvolse strade case e botteghe, mettendo in pericolo i cittadini e un inestimabile patrimonio artistico custodito in chiese, musei e palazzi. Lo racconta il doc 'Salvare l’arte', in onda domani alle 19.25 su Rai 5. Per la prima volta dal Dopoguerra la ricchezza culturale di Firenze e del nostro intero Paese fu seriamente in pericolo, e per la prima volta i centri di restauro specializzati come l’Opificio delle Pietre Dure di Firenze, si trovarono ad operare in una situazione di emergenza sperimentando nuove tecniche e protocolli di azione. Da lì, con un salto temporale si arriva al 1997, a quell’immagine stampata nella memoria collettiva, del crollo della volta della Basilica di San Francesco ad Assisi, con i suoi preziosissimi affreschi di Giotto. Tre restauratori persero la vita in quel crollo, e per anni si è temuto di aver perso anche una delle opere più significative della nostra arte medioevale. Dal 1966 a oggi sono stati fatti incredibili passi avanti, purtroppo anche grazie alle situazioni di emergenza che il nostro Paese ha subìto: dal terremoto dell’Aquila nel 2009 all’alluvione alle Cinque Terre del 2011 fino al recente terremoto del Centro Italia. E il nostro Paese è stato il primo al mondo a capire che salvare l’arte, il nostro patrimonio, la nostra storia, è importante quanto salvare le vite umane.

Su Rai Movie 'E poi c'è Katherine' - Su RaiPlay 'Speciale per me, ovvero meno siamo meglio stiamo'

"E poi c'è Katherine", in onda domani alle 21.15 su Rai Movie, è frutto della fantasia e dell’esperienza personale di Mindy Kaling, interprete del personaggio di Molly e sceneggiatrice del film. Attrice, scrittrice e produttrice, nell'industria dell'intrattenimento si è fatta strada proprio come l'altro personaggio chiave della pellicola, Katherine Newberry, abbattendo molte barriere: è stata la prima donna nera a essere reclutata come autrice della sitcom di successo "The Office", a dare vita a un proprio show, "The Mindy Project", e a firmare due best seller.c Katherine Newberry è una leggenda della televisione americana. Unica donna alla conduzione di un talk-show serale trentennale, ha smesso da tempo di mettersi in discussione e comanda con dispotismo uno staff di autori, tutti maschi, che non si degna nemmeno di incontrare di persona. Ma i tempi cambiano, gli ascolti calano al punto da mettere a rischio la sua stessa carriera. Famosa per la sua freddezza e il suo velato odio per le altre donne, le viene consigliato dai dirigenti dell’emittente televisiva, di assumere almeno una donna nel suo staff di soli uomini e di rendere lo show nuovamente alla moda e divertente. Per salvare le apparenze, Katherine, interpretata in maniera eccellente da Emma Thompson, accetta la richiesta assumendo la prima e unica donna che si presenta al colloquio: Molly Patel, una giovane di origini indiane priva di esperienze in ambito televisivo, cresciuta con il sogno di diventare un giorno come lei. Nonostante la diffidenza iniziale da parte dei colleghi e della stessa Katherine, Molly si rivelerà essere un'inaspettata quanto preziosa risorsa, grazie alla sua schiettezza, alla sua passione e alla sua innata comicità pungente.

Domani le Teche Rai riportano su RaiPlay una delle più divertenti avventure di Renzo Arbore sul piccolo schermo, quello “Speciale per me, ovvero meno siamo meglio stiamo” che nel 2005 animò la seconda serata del sabato di Rai Uno riscuotendo un tale successo (26% in media di share) da passare dalle quattro puntate inizialmente previste a diciassette. Affiancato dall’attore Antonio Stornaiolo, Arbore improvvisava di settimana in settimana una sorta di rimpatriata tra vecchi amici, dal sapore smaccatamente goliardico, con tanta musica dal vivo e uno sguardo più sorridente che nostalgico sulle immagini del passato televisivo del presentatore e dei suoi ospiti. Trasmesso dal 23 gennaio al 4 giugno 2005, il programma vedeva infatti la partecipazione di vecchi e nuovi volti del mondo dello spettacolo, tra cui molti ex sodali del padrone di casa: Mariangela Melato, Lino Banfi, Roberto Benigni, Gigi Proietti, Carlo Verdone, Paolo Villaggio, Giorgio Bracardi, Mario Marenco… Accanto a questi grandi nomi, invitati a chiacchierare ai tavolini dello studio, ma anche ad esibirsi sul palco, erano di volta in volta proposte da Arbore le performance musicali di artisti meno conosciuti, in un viaggio attraverso i generi che andava dallo swing alla canzone d’autore. In quest’atmosfera gioiosa non potevano inoltre mancare altri storici componenti della premiata ditta 'Antica Arboristeria', da Marisa Laurito a Michele Mirabella, da Dario Salvatori a Cesare Gigli, ai quali si aggiungevano in qualità di ospiti fissi i due talenti pianistici di Stefano Bollani e Leo Di Sanfelice. 'Speciale per me' era firmato dallo stesso Arbore e, per la regia televisiva, da Riccardo Di Blasi, mentre tra gli autori figuravano anche Ugo Porcelli, Giovanna Ciorciolini, Marco Molendini, Monica Nannini e Gegè Telesforo, quest’ultimo spesso presente sul palco insieme all’Orchestra Italiana e agli Swing Maniacs.

Un reportage dalla Siria ad Aleppo martoriata da 12 anni di guerra e in ginocchio dopo il terremoto apre Tv7 in onda domani a mezzanotte su Rai 1. E poi, dall’Ucraina, la storia di Vernydub, allenatore di calcio che, allo scoppio del conflitto. è tornato dal Portogallo per arruolarsi. Si affronterà anche il dramma delle donne afghane in fuga dal loro Paese e accolte dal gruppo Abele di Don Ciotti. Dalla Cina, la storia di successo di una imprenditrice italiana. E ancora. l’emergenza siccità sulle Alpi, l’incontro con i ragazzi del carcere di Nisida ai quali si ispira la fiction Rai 'Mare fuori', un colloquio con Gherardo Felloni, direttore creativo di Roger Vivier, e un servizio sul nuovo album dei Depeche Mode.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza