cerca CERCA
Venerdì 24 Maggio 2024
Aggiornato: 00:11
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Europa League, Siviglia-Juventus 2-1 ai supplementari: bianconeri fuori in semifinale

Juve in vantaggio con Vlahovic, poi la rimonta spagnola

Europa League, Siviglia-Juventus 2-1 ai supplementari: bianconeri fuori in semifinale
18 maggio 2023 | 23.41
LETTURA: 3 minuti

Il Siviglia batte la Juventus per 2-1 ai supplementari nel ritorno della semifinale d'Europa League, elimina i bianconeri e si qualifica per la finale che giocherà contro la Roma. A punire i bianconeri due vecchie conoscenze del calcio italiano l'ex Milan Suso, a segno al 72' e l'ex Roma Lamela al segno al 5' del primo tempo supplementare che rispondono al gol di Vlahovic al 65'. Gli andalusi chiudono in dieci uomini per l'espulsione di Acuna al 115' per doppia ammonizione.

LA PARTITA: SZCZESNY VOLA, CUADRADO DISASTRO

I primi minuti sono molto complicati per la Juve, che però ha la prima grande occasione della sfida: Gatti prova a ripetere il blitz dello Stadium, Bono dice no. La pressione del Siviglia è furiosa: la squadra di Mendilibar sfrutta al meglio le fasce, dove Cuadrado e Iling (preferito a Kostic) fanno molta fatica a contenere gli avversari. E proprio un cross dalla destra trova Ocampos: la palla sembra destinata nell'angolino destro, Szczesny vola ed evita l'1-0.

Anche il centrocampo bianconero è in affanno, ma quando Rabiot riesce a mettere il turbo sono dolori: Di Maria non è lucido e spreca clamorosamente con un improbabile pallonetto. La Juve sa soffrire e quando riparte crea sempre pericoli. Kean è encomiabile: fa salire la squadra, chiama la profondità e soprattutto colpisce un palo che grida vendetta. Il primo tempo si chiude incredibilmente sullo 0-0, con due "gialli": il gol annullato a Rabiot per fuorigioco di Locatelli (confermato dal Var) e il rischio di Cuadrado, che abbatte Oliver Torres in area. Sembra rigore, Makkelie non lo fischia.

VLAHOVIC-GOL, VANTAGGIO BIANCONERO

Il Siviglia prova a partire forte anche nella ripresa ma le occasioni migliori le crea la Juve: Rabiot conclude la sua cavalcata con una rasoiata che si spegne di un soffio a lato, Bremer ci prova con un colpo di testa su calcio piazzato. La panchina bianconera capisce che c'è possibilità di far male e Vlahovic, appena entrato, dà subito ragione ad Allegri: ingenuità dei centrali di Mendilibar, il serbo si presenta davanti a Bono e lo supera con il colpo sotto. Colpo durissimo per il Siviglia, ma la squadra di casa ha il merito di non abbattersi.

SUSO E LAMELA, RIMONTA DI 'SERIE A'

Mendilibar, che aveva fatto entrare Suso al posto di Torres, inserisce anche Lamela al posto di Ocampos. E su una palla persa da Chiesa, i due ex protagonisti della Serie A combinano: l'argentino serve lo spagnolo, che vede lo spazio e non si lascia pregare, fulminando Szczesny da fuori area. È il momento peggiore per la Juventus, che annaspa e non riesce più a uscire. Bremer, Danilo e Gatti respingono quasi tutto; quel "quasi" è rappresentato dal colpo di testa di En-Nesyri al minuto 89, Szczesny è strepitoso e porta la sfida ai supplementari.

Succede tutto in cinque minuti. Vlahovic e Chiesa hanno due buone occasioni ma non riescono a sfruttarle, il Siviglia invece non perdona: Cuadrado lascia un metro di troppo a Bryan Gil, l'esterno crossa e trova in area Lamela, tutto solo. Il colpo di testa dell'ex Roma batte Szczesny e porta il Siviglia in finale (nonostante il rosso per doppia ammonizione sventolato all'indirizzo di Acuna, punito per una perdita di tempo), proprio contro i capitolini.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza