cerca CERCA
Mercoledì 22 Maggio 2024
Aggiornato: 16:49
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Spagna, bacia giocatrice sulla bocca: presidente federcalcio nella bufera

Rubiales bacia la calciatrice Hermoso dopo il trionfo nella finale dei Mondiali femminili

Spagna, bacia giocatrice sulla bocca: presidente federcalcio nella bufera
21 agosto 2023 | 18.22
LETTURA: 1 minuti

Bacio in bocca alla calciatrice e il presidente della federcalcio spagnola finisce nella bufera. Luis Rubiales, presidente della Rfef, dopo il trionfo della Spagna nella finale dei Mondiali di calcio femminili è stato protagonista nella cerimonia di premiazione: il dirigente, come mostrano le immagini dell'emittente pubblica Rtve, ha baciato in bocca la calciatrice Jenni Hermoso, che sfilava sul palco per ricevere la medaglia. "Ho commesso un errore, assolutamente", dice Rubiales, aspramente criticato per il gesto. Inizialmente, Rubiales ha risposto alle critiche definendo "idioti" coloro che hanno stigmatizzato il bacio. Poi, con una nota ufficiale, ha fatto mea culpa. "Ho commesso un errore, di sicuro. Devo accettarlo. In un momento di emozione, senza cattive intenzioni o malafede, è successo quello che è successo, in modo molto spontaneo. Non c'era malafede da parte di nessuno ma all'esterno il gesto ha fatto scalpore: c'è chi si è sentito ferito e quindi devo scusarmi, non c'è alternativa. Devo capire che un presidente di un'istituzione così importante come la federazione - soprattutto in occasioni come una premiazione - dovrebbe stare più attento".

Il comportamento di Rubiales non è piaciuto per nulla al ministro dello Sport, Miquel Iceta, che ha definito le azioni del presidente federali "inaccettabili": "Viviamo un periodo in cui si dà giustamente importanza all'equaglianza, al rispetto dei diritti delle donne. Dobbiamo essere tutti particolarmente attenti ai comportamenti e alle azioni. E' inaccettabile baciare una giocatrice sulla bocca per complimentarsi".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza