cerca CERCA
Mercoledì 19 Giugno 2024
Aggiornato: 00:18
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Stellantis, 500 ibrida sarà prodotta a Mirafiori dal 2026

A Melfi una nuova versione ibrida della Jeep Compass

Elkann e Tavares con la nuova Lancia
Elkann e Tavares con la nuova Lancia
27 maggio 2024 | 21.09
LETTURA: 2 minuti

L'amministratore delegato di Stellantis, Carlos Tavares, in occasione dell'incontro di oggi a Torino con i sindacati ha annunciato ufficialmente la decisione di sviluppare, a partire dal primo trimestre 2026, una versione ibrida della Fiat 500, che sarà prodotta nello stabilimento di Mirafiori, e l'allocazione di una nuova versione ibrida della Jeep Compass nello stabilimento di Melfi. Lo riporta una nota del gruppo.

"L'ambizione condivisa con il governo italiano di raggiungere un milione di veicoli prodotti in Italia entro il 2030, avrà bisogno di un ambiente imprenditoriale favorevole, attualmente condizionato dalle incertezze dell'elettrificazione e dalla forte concorrenza con i nuovi operatori del mercato", ha detto l'ad.

Stellantis avvierà un processo di rinnovamento generazionale della forza lavoro, con l'assunzione di giovani lavoratori soprattutto a Mirafiori.

Tavares ha, inoltre, ricordato l'importanza di offrire auto accessibili e di alta qualità ai clienti italiani, il che implica, ha osservato, un lavoro sulla competitività di Stellantis insieme ai suoi fornitori e alle Istituzioni italiane. "Stellantis sta già lavorando sui fattori interni all'azienda, ma restano da affrontare quelli esterni, come il costo dell'energia, la rete di ricarica per i Bev e gli strumenti di supporto al mercato, oltre alle attività per incoraggiare la conversione e la riqualificazione", ha detto ancora l’ad.

La giornata è stata caratterizzata anche dalla presentazione della nuova Lancia Ypsilon. "Credo che il governo greco sarà molto fiero che chiamiamo Ypsilon la nuova Lancia", ha ironizzato Tavares con una battuta che pare un velato riferimento ironico alle polemiche sollevate in occasione del lancio della Alfa Romeo Milano ribattezzata Junior dopo la presa di posizione del ministro del Made in Italy Adolfo Urso.

"A gennaio 2021, quando abbiamo creato Stellantis, Lancia stava per sparire, era chiaro che non c’era un piano sui prodotti, non c’era una visione per il futuro, non c’erano investimenti pianificati per rilanciare il marchio. Abbiamo deciso che non fosse rispettoso per la storia e il valore di un brand italiano fantastico. Quindi abbiamo deciso che non potevamo lasciare che succedesse, che il marchio sparisse. Abbiamo deciso di dare a Lancia un nuovo futuro e di rilanciare il marchio", ha detto Tavares osservando che "il team di Lancia si è impegnato e questo significa che si usa la testa per trovare soluzioni, la passione per andare avanti e l’istinto per prendere decisioni coraggiose. Sappiamo tirare fuori il meglio con impegno".

"Questi prodotti sono stati creati a Torino, il design e la parte ingegneristica è stato studiato qui, i test sono stati fatti a Balocco per quanto riguarda gli asset intangibili, questo è un prodotto italiano", ha aggiunto sottolineando che "rispetto ai costi totali di produzione di una vettura, prima che arrivi alle concessionarie, l’assemblaggio finale rappresenta il 10%. Quindi, la creazione di valore è nella definizione del design e della parte ingegneristica o nel 10% dell’assemblaggio. Nella mia testa la risposta è ovvia", ha concluso.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza