cerca CERCA
Domenica 23 Giugno 2024
Aggiornato: 12:51
10 ultim'ora BREAKING NEWS

L'asta dei cimeli di Gina Lollobrigida incassa oltre 1 milione di euro

Ha registrato una partecipazione eccezionale con più di 4.000 di persone provenienti da 28 Paesi di tutto il mondo collegati via web

(la scultura di Giacomo Manzù)
(la scultura di Giacomo Manzù)
29 maggio 2024 | 16.25
LETTURA: 2 minuti

Asta record per i cimeli dell'icona del cinema italiano Gina Lollobrigida (1927-2023). Realizzata dalla casa d'aste Wannenes, martedì 28 maggio presso la sua sede genovese di Villa Carrega Cataldi, è durata oltre 10 ore - iniziata alle 14 e terminata alle 00.40 -, ha registrato il 100% del venduto per 410 lotti, totalizzando un ammontare complessivo 1.144.520 euro inclusi i diritti d'asta con una media a lotto di 2.700 euro.

La vendita, precisa Wannenes in un comunicato, ha registrato "una partecipazione eccezionale con più di 4.000 di persone provenienti da 28 Paesi di tutto il mondo, collegate tramite cinque piattaforme online e dodici linee telefoniche, oltre ad una sala gremita di persone, a testimoniare il grande affetto e interesse che la figura di Gina Lollobrigida continua ancora a oggi a suscitare a livello internazionale".

Tra i top lot in catalogo il record è stato raggiunto dalla scultura in bronzo dell'artista Giacomo Manzù (Bergamo 1908 - Roma 1991) aggiudicata per 125.100 euro raffigurante proprio Gina Lollobrigida, da sempre appassionata di arte e scultura. Hanno suscitato grande interesse anche gli arredi, tra cui lo stipo monetiere in legno ebanizzato con coralli, tartaruga e rame dorato (Sicilia, XVII-XVIII secolo) venduto a 118.250 euro, le tre poltrone di ambito veneto (Andrea Brustolon) della prima metà del XVIII secolo scolpite in legno di bosso patinato che hanno raggiunto 87.600 euro e il tavolino in legno scolpito, laccato e dorato (XIX secolo) battuto a 37.600,00 euro. Sempre tra i top lot anche la grande figura in legno dorato (Cina, XIX-XX Secolo) aggiudicato a 30.100 euro e l'orologio Seiko regalato alla Lollobrigida da Fidel Castro quando la diva gli fece visita a Cuba, un modello da uomo in titanio personalizzato con la scritta "a Gina con ammirazione. Fidel Castro", venduto a 18.850 euro. E ancora, l'anello in oro, smeraldo e diamanti battuto a 9.475 euro e il secchiello per il ghiaccio in argento (Parigi, XX secolo, orafo Cartier) con dedica a Gina Lollobrigida del 1980, venduto a 6.100 euro.

"Siamo molto soddisfatti dei risultati ottenuti dall'asta di Gina Lollobrigida con il 100% del venduto e oltre 4.000 partecipanti da tutto il mondo - ha commentato Guido Wannenes, amministratore delegato di Wannenes - Gli oggetti e i cimeli che raccontano la vita di questa straordinaria diva hanno lasciato spazio al sogno, all’affetto e alla curiosità, dimostrando un eccezionale interesse. Proprio per questo è particolarmente significativo che il top lot dell’asta sia stata la scultura di Giacomo Manzù che la raffigura, una sorta di omaggio alla sua carriera e alla sua persona".

La vendita è stata disposta dal notaio Vittorio Occorsio con il benestare degli eredi e l'autorizzazione del tribunale nell'ambito della procedura di liquidazione dell'eredità beneficiata. Il factotum Andrea Piazzolla è stato condannato in primo grado per circonvenzione d'incapace, mentre il figlio Milko Skofic ha impugnato il testamento.

(di Paolo Martini)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza