cerca CERCA
Martedì 23 Aprile 2024
Aggiornato: 16:31
10 ultim'ora BREAKING NEWS

A Bologna la terza Fiera del cicloturismo: "Settore in via di professionalizzazione"

30 gennaio 2024 | 11.55
LETTURA: 4 minuti

Boom del comparto, nel 2022 33 mln di presenze in Italia e un impatto di 4 mld. Appuntamento dal 5 al 7 aprile

A Bologna la terza Fiera del cicloturismo:

Con oltre 33 milioni di presenze in Italia e un impatto economico superiore ai 4 miliardi di euro nel 2022, il cicloturismo si conferma uno dei settore con il maggiore tasso di crescita in tutta Europa. E' il dato principale intorno al quale ragionerà il Forum sul cicloturismo, all'interno della terza Fiera del cicloturismo in programma a Bologna dal 5 al 7 aprile prossimi, nello spazio Dumbo. I tour operator italiani settorialmente specializzati, secondo i dati di Isnart presentati alla scorsa edizione della Fiera, si erano detti molto positivi sulle prospettive di ulteriore crescita del mercato per il 2023: ben il 90% di essi prevede un incremento del proprio giro di affari -affermano gli organizzatori-. Sono gli stessi operatori che, mediamente, hanno visto crescere il proprio fatturato fino a quasi triplicarlo nell’ultimo triennio, anche sfruttando - in questo caso positivamente – gli esiti della pandemia.

Il clima di ottimismo ha bisogno di essere sostenuto, però, da una diffusione di professionalità tra tutti gli operatori, soprattutto tra chi ancora non conosce appieno il settore del cicloturismo. Risponde a tale scopo il Forum del Cicloturismo, che si terrà venerdì 5 aprile 2024 a Bologna, con un articolato programma che include: una giornata di formazione dedicata agli hotel che vogliono aumentare la propria attrattività nei confronti di chi pedala, a guide e aspiranti guide cicloturistiche, a coloro che vogliono avviare un noleggio di biciclette e a chi vuole creare pacchetti turistici a pedali; la presentazione del 4° rapporto Isnart sul cicloturismo; un panel per la condivisione di best practice in cui realtà nazionali e internazionali presenti alla Fiera del Cicloturismo presenteranno i casi che maggiormente hanno determinato il successo delle destinazioni nei confronti dei turisti in bicicletta; una formazione per i giornalisti.

“Con il Forum del Cicloturismo vogliamo creare una piattaforma per l’incontro di tutti coloro che operano professionalmente in questo settore o che vogliono farlo. Il cicloturismo si basa su reti di operatori, reti infrastrutturali e reti di conoscenza: questo è il luogo che abbiamo immaginato per crearle”, commenta Pinar Pinzuti, direttrice della Fiera del Cicloturismo e membro del consiglio di EuroVelo.

L’invito a partecipare, con accesso su prenotazione sul sito, è rivolto ad albergatori, guide, noleggiatori, tour operator, organizzatori di eventi: sia a chi si avvicina per la prima volta al mondo del cicloturismo sia a chi vuole migliorarsi e cogliere le perle nascoste di questo settore.

Saranno inoltre presentati i casi di successo in Europa, come quelli di Catalogna, Ciclovia Alpe Adria, Gran Canaria e Brn Village. Il cicloturismo sta diventando uno dei principali segmenti su cui la Catalogna si sta focalizzando perché contribuisce in larga misura al raggiungimento degli obiettivi del Catalan Tourist Board in termini di destagionalizzazione, diversificazione e aumento della spesa. Nello sviluppo turistico della Costa Brava e dei Pirenei di Girona la bici è stata determinante per trasformare questo territorio in una destinazione ancor più attrattiva. Inizialmente scelte da ciclisti professionisti alla ricerca di clima e condizioni ideali per i propri allenamenti, queste destinazioni sono state in grado di cogliere le opportunità date dal ciclismo e di trasformarle in un’offerta ben strutturata per turisti di tutti i livelli ed età.

In Italia, il Friuli Venezia Giulia merita una menzione particolare perché lo straordinario successo della ciclovia Alpe Adria ha portato la Regione ad ampliare la propria offerta di infrastrutture ciclabili in modo da coprire tutto il territorio regionale. L’Alpe Adria parte da Salisburgo (A) e dopo 400 km in 8 tappe raggiunge Grado. I passaggi annuali su questa infrastruttura ciclabile sono ormai quasi 250.000 e questo enorme successo ha spinto il team Bike di PromoTurismo FVG a suggerire una serie di nuovi itinerari “alternativi” per evitare il sovraffollamento.

Riconosciuta dagli Oscar Italiani del Cicloturismo come migliore destinazione straniera nel 2023, Gran Canaria è una delle sue destinazioni preferite in Europa, in special modo per gli italiani: numerosi bike hotel, un’associazione espressamente dedicata, Gran Canaria Tri Bike & Run, e ben 28 aziende che si dedicano al noleggio bici su tutto il territorio insulare. Già nel 2016, nella sua capitale, Las Palmas de Gran Canaria, è stato messo in atto il Piano Regolatore della Bicicletta e il Consiglio per l'energia dell'isola ha fornito aiuti per l'acquisto di biciclette per i residenti, con sovvenzioni statali fino al 50% dell'importo totale. In questo modo, si cerca di promuovere e sviluppare la mobilità sostenibile riducendo le emissioni di CO2 sull'isola e incoraggiare i residenti a praticare sport.

In Romagna sta facendo scuola il caso del Brn Village, il primo villaggio in Italia dedicato al ciclismo, un Bike Park di 70 mila metri quadrati realizzato negli spazi dell’ex zuccherificio di Forlimpopoli e che, inaugurato nel 2023, nei primi 6 mesi ha registrato più di 200.000 visitatori. La stessa Bikenomist, l’azienda specializzata nella comunicazione e promozione delle economie della bicicletta e che organizza la Fiera del Cicloturismo, è un’esperienza positiva nel settore mettendo in pratica il suo slogan “from bike to business”: attiva da 10 anni, nel 2023 ha aumentato il fatturato del 70%.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza