cerca CERCA
Venerdì 19 Luglio 2024
Aggiornato: 00:47
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Incendio spento a Malagrotta, l'ordinanza del sindaco di Roma: raccomandazioni e divieti

I 5 punti del documento. Gualtieri: "Se ci trovassimo in presenza di un atto doloso sarebbe un fatto di una gravità inaudita"

Il rogo a Malagrotta
Il rogo a Malagrotta
25 dicembre 2023 | 09.49
LETTURA: 2 minuti

E' stato domato l'incendio scoppiato ieri nella discarica di Malagrotta grazie al lavoro dei Vigili del Fuoco che è andato avanti per tutta la notte nell'impianto alla periferia ovest di Roma. Sul posto sono state inviate autobotti anche dai comandi di Latina, Rieti e Viterbo per garantire supporto idrico alle lance delle squadre. Inviate anche squadre dalle regioni confinanti.

Dopo l'incendio, il sindaco Roberto Gualtieri ha emesso un'ordinanza con misure precauzionali per 48 ore a partire dal pomeriggio del 24 dicembre. Le disposizioni quindi sono valide fino al 26 dicembre.

L'ordinanza, si legge, viene pubblicata "in attesa della redazione del modello di ricaduta degli inquinanti aereodispersi, e comunque per un periodo non superiore a 48 ore". L'atto viene emesso "in virtù del principio di precauzione, si propone l'emissione di idoneo provvedimento ordinativo per imporre" una serie di divieti e raccomandazioni validi "per un raggio di 6 km dal luogo dell'incendio e comunque limitatamente al territorio di Roma".

L'ordinanza prevede 5 punti: "1. il divieto di attività sportive all'aperto; 2. il divieto di raccolta e consumo di prodotti alimentari di origine vegetale prodotti nell’area individuata; 3. il divieto di pascolo e razzolamento degli animali da cortile; 4. la raccomandazione di limitare le attività all'aperto, con particolare riguardo a quelle di natura ludico ricreative; 5. la raccomandazione di mantenere chiuse le finestre in caso di fumi persistenti e maleodoranti".

Le cause dell'incendio: atto doloso?

"Se ci trovassimo in presenza di un atto doloso sarebbe un fatto di una gravità inaudita. Anche per questo ho chiesto al Prefetto di potenziare il controllo degli stabilimenti di Ponte Malnome, di Rocca Cencia e di Via dei Romagnoli, i tre impianti dove sono attualmente attive trasferenze o trattamento rifiuti. Ama è comunque già al lavoro per cercare di garantire soluzioni che evitino per quanto possibile riflessi sul sistema di raccolta e smaltimento di rifiuti cittadino", ha scritto ieri Gualtieri in un passaggio del post su Facebook.

"Questo ennesimo, gravissimo episodio rafforza ancora di più la nostra determinazione a dotare finalmente Roma di impianti moderni, efficienti e sostenibili per il trattamento dei rifiuti a partire dal Termovalorizzatore", ha aggiunto il primo cittadino ringraziando "le donne e gli uomini dei Vigili del Fuoco e tutti i volontari della Protezione Civile che nella sera di Natale sono al lavoro senza sosta per domare le fiamme e limitare i disagi agli abitanti della zona".

Leggi anche
Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza