cerca CERCA
Lunedì 04 Marzo 2024
Aggiornato: 11:54
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Messina Denaro, al setaccio covo boss: trovata agendina

18 gennaio 2023 | 07.08
LETTURA: 2 minuti

Al momento non sono stati trovati documenti o 'pizzini', come era successo in passato nei covi di altri boss

(Foto Fotogramma)
(Foto Fotogramma)

I Ris dei Carabinieri sono ancora al lavoro in vicolo San Vito a Campobello di Mazara (Trapani) nel covo del boss Matteo Messina Denaro. Gli uomini del Reparto di investigazioni scientifiche dell'Arma stanno passando al setaccio l'abitazione, di proprietà di Andrea Bonafede, alla ricerca di tracce anche biologiche.

Nella giornata di ieri è stata trovata, tra le altre cose, un'agendina su cui l'ex latitante scriveva le sue riflessioni, anche sulla figlia Lorenza che non porta il suo cognome e che non lo vuole vedere da anni. Non solo. Ci sarebbero anche delle date, di alcuni incontri. Tutto il materiale è al vaglio degli investigatori. Al momento non sono stati trovati documenti o 'pizzini', come era successo in passato nei covi di altri boss. In una scatola c'era invece tutta la sua documentazione sanitaria, con cartelle cliniche sulle visite effettuate.

Intanto si terrà domani mattina, alle 9.30, al carcere Pagliarelli di Palermo, l'udienza di convalida per Giovanni Luppino. A interrogarlo sarà il giudice per le indagini preliminari Fabio Pilato. Luppino è accusato di favoreggiamento e procurata inosservanza di pena aggravata dal metodo mafioso.

È stato proprio Luppino, commerciante di olive, agricoltore di mestiere, incensurato, ad accompagnare l’ex latitante in auto alla clinica Maddalena di Palermo. Luppino, che non è parente del boss omonimo, è un volto nuovo per gli inquirenti. Non era mai stato coinvolto in operazioni antimafia. Da tempo si era dedicato al commercio delle olive del tipo “cultivar Nocellara del Belìce”. Un comparto che genera milioni di euro tramite magazzini d’ammasso sul territorio di Campobello di Mazara e Castelvetrano.

Gli inquirenti stanno indagando su quali fossero i suoi rapporti col padrino arrestato lunedì.

Leggi anche
Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza