cerca CERCA
Venerdì 19 Aprile 2024
Aggiornato: 13:43
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Rom precipitato da finestra a Roma, Ilaria Cucchi: "Fare chiarezza senza sconti"

13 settembre 2022 | 15.00
LETTURA: 2 minuti

"Terrò gli occhi aperti su questa vicenda e attendiamo le risposte a tutti gli interrogativi ancora aperti". Relazione di servizio acquisita agli atti

Fotogramma
Fotogramma

"Mi auguro che venga fatta chiarezza a 360 gradi senza fare sconti a nessuno. Terrò gli occhi aperti su questa vicenda e attendiamo le risposte a tutti gli interrogativi ancora aperti". Così Ilaria Cucchi interpellata dall’Adnkronos sul caso di Hasib Omerovic, il trentaseienne precipitato dalla finestra nel corso di una perquisizione delle forze dell’ordine avvenuta a fine luglio nel quartiere di Primavalle a Roma.  "Non mi stancherò mai di denunciare tutte le storie dove c’è una violazione dei diritti umani", sottolinea Cucchi, ora candidata al Senato con l'alleanza Sinistra Italiana-Verdi, che ha condotto una lunga battaglia per dare giustizia a suo fratello Stefano. "Su questo caso attendiamo risposte". 

I familiari di Omerovic hanno intanto chiesto di essere spostati dalla zona di Primavalle perché "hanno paura". Lo riferisce l’avvocato Arturo Salerni, legale dei genitori e della sorella dell’uomo. "Alla luce di quanto emerso per ragioni di sicurezza la famiglia ha chiesto di essere allontanata da quella zona" spiega l’avvocato.

E’ stata intanto acquisita agli atti la relazione di servizio in merito all’intervento avvenuto nell’abitazione di Omerovic. A condurre le indagini coordinate dalla Procura di Roma sono gli investigatori della Squadra Mobile che stanno effettuando tutti gli accertamenti e le acquisizioni necessarie a ricostruire la dinamica di quanto accaduto lo scorso 25 luglio a Primavalle. Al momento in base a quanto si apprende il fascicolo è ancora contro ignoti ma non è escluso che si proceda all’iscrizione sul registro degli indagati, anche come atto dovuto. Un punto su cui a piazzale Clodio c'è massimo riserbo.

Secondo una testimonianza, riferita da fonti legali, subito dopo aver sentito un tonfo, accanto a Omerovic, in terra, c’erano agenti di polizia, alcuni in divisa e altri in borghese, 8-10 persone in tutto, che avrebbero chiamato l’ambulanza. La sorella di Hasib, sempre secondo quanto si apprende da fonti vicine alla famiglia, ha raccontato che in casa sono entrate alcune persone che avrebbero chiesto i documenti al 36enne, poi ritrovati sul tavolo nella sala da pranzo.

Hasib Omerovic intanto rimane ricoverato al Gemelli in coma farmacologico ma non in pericolo di vita. Il 36enne in seguito alla caduta dalla finestra ha subito tre interventi, all’addome, al volto e al braccio. Date le sue condizioni, gli inquirenti non hanno potuto raccogliere la sua testimonianza.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza