cerca CERCA
Domenica 19 Maggio 2024
Aggiornato: 22:13
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Scienza, la nipote di Marie Curie il 14 febbraio a Milano ne spiegherà l’importanza ai giovani

Scienza, la nipote di Marie Curie il 14 febbraio a Milano ne spiegherà l’importanza ai giovani
09 febbraio 2023 | 13.44
LETTURA: 3 minuti

Gli studenti di alcuni Istituti Superiori di Secondo grado di Milano potranno incontrare il giorno 14 febbraio 2023 dalle 10.00 alle 13.00 presso la sala conferenze di Palazzo Reale la fisica Hélène Langevin Joliot, nipote di Pierre e Marie Curie. L’obiettivo di questo incontro unico, organizzato da Fondazione Bracco in collaborazione con il Comune di Milano, è far innamorare i giovani della scienza, grazie a una testimonianza d’eccezione. La famiglia Curie-Joliot conta ben sei Premi Nobel, cinque per la Scienza e uno per la Pace.

La Scienza e la Pace sono due elementi indispensabili per rispondere alla grande sfida che costituisce oggi una transizione ecologica sempre più urgente nel mondo intero”, sostiene Hélène Langevin - Joliot.

“Marie Curie è uno dei miei eroi, e sarà una grande emozione per me incontrare sua nipote”, afferma Diana Bracco, Presidente di Fondazione Bracco. “Sono un’imprenditrice convinta che fare ricerca sia il lavoro più bello del mondo. Grazie a Marie Curie, peraltro, la radiologia è diventata una branca essenziale della ricerca medica. Marie Curie è una stella polare anche in quanto donna scienziata: la nostra Fondazione è in prima linea per favorire le carriere Stem delle ragazze, superando ostacoli e stereotipi di genere”.

“La testimonianza di Hélène Langevin Joliot, nipote di Pierre e Marie Curie, sarà per ragazze e ragazzi un’occasione preziosa per conoscere la storia di una donna di grande talento e passione per la scienza”, dichiara la Vicesindaco e assessore all’Istruzione Anna Scavuzzo. “Ringrazio la Fondazione Bracco che ha reso possibile questo incontro, rinnovando ancora una volta l’impegno per la promozione della cultura scientifica, dello studio delle materie Stem, del protagonismo anche femminile nell'ambito della scienza e della ricerca. Poter coinvolgere studenti e studentesse in incontri e testimonianze permette loro di vivere esperienze che siano di ispirazione e che aprano nuovi orizzonti per il loro futuro, al di là di stereotipi che vanno superati anche grazie a iniziative come questa”.

Tutte le altre scuole superiori italiane possono partecipare registrandosi a segreteria@fondazionebracco.com

L’importanza della presenza a Milano della nipote di Marie Curie è stata sottolineata dal Ministro dell’Istruzione e del Merito Giuseppe Valditara, che concluderà l’evento con un suo videomessaggio rivolto ai giovani.

Langevin-Joliot fa parte di una famiglia eccezionale. I suoi nonni materni erano Marie e Pierre Curie, famosi per i loro studi sulla radioattività, per i quali vinsero un Premio Nobel per la fisica (con Antoine Henri Becquerel) nel 1903. Marie Curie fu anche la prima persona a vincere il Premio Nobel in due differenti campi, avendone vinto un secondo per chimica nel 1911 con le sue scoperte del radio e del polonio. Allo stesso modo, i genitori di Hélène – Irène Curie e Frédérique Joliot – vinsero un Premio Nobel per la chimica nel 1935 per la loro scoperta della radioattività artificiale, e in seguito furono tra i fondatori del Centro Nazionale delle Ricerche francese, il CNRS. Da ultimo, Eve Curie, la secondogenita di Marie e Pierre, zia di Hélène, fu una delle prime donne in diplomazia, e il suo lavoro per l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Infanzia le è valso il premio Nobel per la Pace nel 1965 (insieme con l’UNICEF).

Hélène decide fin da bambina di essere una fisica come i nonni, iniziando i suoi primi esperimenti insieme alla mitica Marie. E oggi torna in Italia, esattamente 105 anni dopo la nonna, che visitò il nostro Paese per la prima volta nel 1918. L’eredità universale di questa famiglia unica è sicura fonte d’ispirazione per le nuove generazioni che si apprestano a disegnare il proprio futuro anche ispirandosi a modelli che hanno intrapreso con coraggio e determinazione un percorso di ricerca.

Fondazione Bracco ha organizzato quest’iniziativa che rientra nelle proposte sostenute per incentivare le carriere scientifiche delle giovani e dei giovani e far conoscere una storia familiare di straordinario interesse per i valori etici e sociali che si accompagnano alle professioni Steam. Tutte le altre scuole superiori italiane possono partecipare registrandosi a segreteria@fondazionebracco.com che confermerà la registrazione con l’invio del link per il collegamento.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza