cerca CERCA
Sabato 02 Marzo 2024
Aggiornato: 08:03
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Terrorismo, in Italia misure di prevenzione al massimo livello

17 ottobre 2023 | 14.24
LETTURA: 2 minuti

Già innalzato dopo l'attacco di Hamas in Israele. Tajani: "Alzato livello di guardia ma non ci sono minacce dirette"

Viminale - Fotogramma
Viminale - Fotogramma

Secondo quanto apprende l'Adnkronos, le misure di prevenzione in Italia sono al massimo livello dal momento dello scoppio della crisi in Medio Oriente. Già il 7 ottobre, subito dopo l'attacco di Hamas a Israele, il Viminale aveva allertato le prefetture con l'indicazione di un rafforzamento delle misure di protezione agli obiettivi sensibili in tutta Italia. Inoltre sia il 10 che il 14 ottobre scorso si è riunito il comitato nazionale per l'ordine e la sicurezza pubblica presieduto dal ministro dell'Interno Matteo Piantedosi.

Tajani: "Alzato livello guardia, ma niente minacce dirette"

"Il livello di guardia è stato già alzato da qualche giorno, stiamo tenendo tutto sotto controllo. Stamane sono state arrestate due persone accusate di terrorismo. Tuttavia non ci sono minacce dirette, ma può sempre esserci la minaccia di qualche fondamentalista esagitato che agisce da solo, un cane sciolto. Per questo motivo la prevenzione è massima, ma non abbiamo segnalazioni di pericoli", ha detto a Radio anch'io il vice premier e ministro degli Esteri Antonio Tajani.

Piantedosi: "Minaccia terrorismo spesso impalpabile"

''Al momento non risultano evidenze concrete e immediate di rischio terroristico per quanto riguarda l’Italia, ma la situazione è tale da richiedere un elevatissimo livello di attenzione, in quanto la minaccia terroristica si presenta spesso in maniera impalpabile, fluida e non sempre definibile'', ha poi detto il ministro dell'Interno Matteo Piantedosi in un'informativa alla Camera.

''Una conferma del livello di attenzione è l’arresto, avvenuto oggi a Milano, ad opera della Polizia di Stato di due persone di origine egiziana (una delle quali di cittadinanza italiana), per reati di terrorismo'', ha aggiunto.

Oltre 28mila gli obiettivi sensibili in Italia

Sono oltre 28mila gli obiettivi sensibili in Italia di cui 205 quelli israeliani, in prevalenza diplomatici e religiosi. La ricognizione è stata effettuata nel corso del comitato nazionale per l'ordine e la sicurezza pubblica, presieduto nei giorni scorsi dal ministro dell'Interno Matteo Piantedosi, secondo quanto si apprende da fonti del Viminale.

Nel corso della riunione, a cui hanno partecipato i vertici delle forze di polizia e dell'intelligence, alla luce del grave episodio in Francia, sono state acquisite notizie aggiornate ed è stata eseguita un'analisi degli obiettivi sensibili.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza