cerca CERCA
Venerdì 12 Luglio 2024
Aggiornato: 12:53
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Test Medicina senza pace, tra sentenze e ricorsi percorso a ostacoli

Addio Tolc-Med e torna il concorsone a maggio e luglio, aspettando la vera riforma nel 2025

Camice bianco e stetoscopio (Foto )
Camice bianco e stetoscopio (Foto 123Rf)
19 febbraio 2024 | 14.34
LETTURA: 3 minuti

Non conosce pace il test per l'accesso alle Facoltà di Medicina pubbliche in Italia. Torna il 'concorsone', quest'anno sono due le date per l'esame a Medicina e Veterinaria, il 28 maggio e il 30 luglio. L'esame, come è stato anticipato dalle bozze del decreto del Mur, il ministero dell'Università e ricerca, che arriverà nei prossimi giorni, torna a essere cartaceo e uguale per tutti i candidati con 60 domande - comprese quelle di cultura generale che tante polemiche hanno suscitato in passato - a cui rispondere in 100 minuti. Per prepararsi alla prova i candidati avranno a disposizione un database pubblico da dove saranno pescati i quiz.

Il passo indietro rispetto al breve regno dei Tolc-Med, archiviato del tutto, è scaturito dalla sentenza del Tar del Lazio che ha dichiarato non legittimi sia il bando che la graduatoria dello scorso anno, causando a cascata una serie di problemi come ad esempio per i 'quartini': coloro che hanno partecipato ai test durante il loro penultimo anno scolastico, lo dovranno ripetere nel 2024 e non potranno usare i punteggi dell'anno scorso per concorrere alla graduatoria di quest'anno. Per questi ragazzi - a quanto apprende l'Adnkronos Salute - la ministra Bernini sta valutando alcune forme di tutela. C'è comunque anche un ricorso al Consiglio di Stato che pende su tutta la questione. Mentre un vera riforma ci sarà nel 2025, visto che in Parlamento ci sono diversi Ddl sulla materia dell'accesso a Medicina. Il percorso dovrebbe essere quello di un decreto legislativo proprio per elaborare una riforma completa, che sappia anche prendere in considerazione i suggerimenti arrivati dalle associazioni ascoltate in audizione al Senato.

In questo percorso ad ostacoli fatto di sentenze, ricorsi e una discussione parlamentare, un settore mai in crisi è quello degli avvocati che seguono i giovani aspiranti medici anche se la sentenza del Tar del Lazio appare come una piccola beffa. Infatti, rispetto al test di accesso del 2023 i ricorrenti non potranno iscriversi in sovrannumero.

Anaao giovani: "Concorsone passo indietro"

"Con il concorsone cartaceo l'accesso a Medicina fa un passo indietro", dice all'Adnkronos Salute Giammaria Liuzzi, responsabile Anaao Giovani (sindacato dei medici e dirigenti del Ssn). Secondo Liuzzi per far emergere "le reali capacità degli studenti e la loro attitudine e predisposizione a intraprendere il corso di studi", occorre "che il test d’ingresso nazionale contenga solo domande perfettamente sovrapponibili a materie mediche, senza alcuna domanda di cultura generale". L'Anaao evidenzia che l’aspirante medico "dovrebbe avere a disposizione una bibliografia nota, ovvero un insieme di libri e compendi da studiare per avere la certezza non solo che ci si sta preparando per superare il test ma che, durante tale studio, ci si possa rendere conto se e quanto tali materie siano gradite e quanto si sia predisposti ad esse".

A questa bibliografia, suggerisce l'Anaao, "è opportuno associare un corso pubblico online organizzato dal ministero dell’Università per meglio sostenere gli aspiranti medici". L'Anaao Giovani ha partecipato alle audizioni della VII Commissione Cultura del Senato sui disegni di legge sull’accesso ai corsi di laurea magistrale in Medicina e Chirurgia e sul numero chiuso. "Il nostro modello per il futuro dell'accesso a Medicina è il cosiddetto liceo biomedico, con progetti pilota già in corso da tempo e con risultati preliminari molto incoraggianti sull’individuazione del reale merito e motivazione degli aspiranti medici", conclude Liuzzi.

Leggi anche
Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza