cerca CERCA
Mercoledì 22 Maggio 2024
Aggiornato: 12:58
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Tre anni di Covid, coppia cinese Spallanzani: "Non dimentichiamo l'Italia, grazie per l'aiuto"

Sono passati 1.000 giorni, marito e moglie vivono a Wuhan e per i 70anni programmano un viaggio. Vaia: "Tre anni fa arrivò da Cina, oggi non possiamo tornare indietro'.

Wuhan Xiangming Liu e Yamin Hu dimessi dallo Spallanzani
Wuhan Xiangming Liu e Yamin Hu dimessi dallo Spallanzani
13 gennaio 2023 | 12.35
LETTURA: 3 minuti

Tre anni fa la coppia di turisti cinesi di Wuhan Xiangming Liu e Yamin Hu, in gita nel nostro Paese, veniva ricoverata all'Inmi Spallanzani di Roma. L'Italia toccava con mano la pandemia di Covid-19. Dopo 1.095 giorni il virus Sars-CoV-2 continua a imperversare sotto forma di diverse varianti, l'ultima è 'Kraken', imponendo ancora la sua voglia di diffondersi tra popolazione, ma con sempre più fatica grazie ai vaccini. Fortunatamente in Italia la situazione è oggi ben diversa, il lockdown e gli isolamenti sembrano un ricordo ormai lontano. Anche Xiangming Liu e Yamin Hu hanno da tempo ricominciato la loro vita a Wuhan, ma tornano a parlare all'Adnkronos Salute grazie all'intermediazione della figlia Xiaochang Liu. "Siamo tornati a Wuhan e stiamo bene", raccontano dalla Cina travolta da un'ondata Covid importante.

La notizia flash dei due coniugi cinesi della provincia di Wuhan positivi al nuovo coronavirus irrompe nelle case degli italiani il 29 gennaio 2020, quando furono soccorsi in un albergo del rione Monti al centro di Roma. Il marito appena ricoverato mostrava una polmonite interstiziale bilaterale, la moglie aveva all'inizio sintomi lievi, ma entrambi si sono aggravati in poco tempo. La coppia venne ricoverata e fu sottoposta a una terapia a base di antivirali combinati e antinfiammatori. Dopo quasi 3 mesi, dopo aver fatto la riabilitazione tra marzo e aprile al San Filippo Neri, vengono dimessi il 21 aprile per tornare in Cina. "Ricordiamo con grande affetto le cure e l'assistenza ricevute in Italia", afferma la coppia.

Sul clima che oggi si vive in Cina rispetto all'emergenza Covid-19, "molti parenti si sono ammalati in quest'ultima ondata, ma tutti si sono ripresi", riferiscono i coniugi. Con la nuova politica sul Covid inaugurata dal governo cinese con la riapertura dei voli, c'è la possibilità di un ritorno in Italia? "E' possibile", rispondono. Soprattutto perché Xiangming Liu, ingegnere, "è prossimo ai 70 anni e noi negli Stati Uniti vogliamo riabbracciarlo", afferma la figlia.

A commentare i tre anni di Covid in Italia è Francesco Vaia, direttore generale dell'Inmi Spallanzani di Roma: "A fine mese saranno trascorsi esattamente 3 anni dal ricovero allo Spallanzani della coppia di pazienti cinesi, i primi due casi in Italia di quella che si iniziava allora a conoscere come una nuova, grave forma di polmonite. Una malattia virale acuta e spesso severa, dalla quale questi due pazienti guarirono dopo un lungo ricovero, anche in terapia intensiva. Oggi, dopo oltre 600 milioni di casi e quasi 7 milioni di morti nell’intero pianeta, siamo di fronte ad un quadro del tutto diverso. Per questo non possiamo più tornare indietro".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza