cerca CERCA
Domenica 03 Marzo 2024
Aggiornato: 22:40
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Marra (Adnkronos): "Una legge per valorizzare la Magna Grecia, spero sia la volta buona"

28 novembre 2023 | 15.20
LETTURA: 3 minuti

L'editore audito in Commissione Cultura alla Camera: "Un nostro dovere, che può diventare anche una nostra convenienza"

Pippo Marra audito in Commissione Cultura (Adnkronos)
Pippo Marra audito in Commissione Cultura (Adnkronos)

"Apprezzo molto l’iniziativa di questa proposta di legge che vuole far conoscere e valorizzare i territori della Magna Grecia e i tesori di storia e di conoscenza che vi sono racchiusi. E’ una proposta che dà seguito ad altre iniziative promosse nelle scorse legislature e rimaste purtroppo senza seguito. Spero molto che questa possa essere la volta buona". E' l'auspicio che esprime l'editore dell'AdnKronos, Pippo Marra, intervenendo nel corso dell'audizione davanti alla commissione Cultura della Camera dei deputati, nella Sala del Mappamondo di palazzo Montecitorio, dedicata al tema della promozione dei territorio della Magna Grecia.

"Non ho bisogno di ricordare che la Magna Grecia è un pezzo importante del nostro territorio e della nostra storia - osserva Marra - La proposta di legge elenca tutti i luoghi in cui fiorì a suo tempo quella civiltà; luoghi che interessano una vasta estensione del Mezzogiorno e che videro fiorire città, attività, personalità che hanno lasciato segni profondi nella storia del nostro paese e di tutto il mondo di allora. Non si è mai valorizzato tutto questo patrimonio", sottolinea il presidente dell'Adnkronos.

Marra ricorda che "si è sempre parlato di Magna Grecia con un senso di sufficienza. O qualche volta con ironia, come quando l’avvocato Agnelli definì un leader politico del suo tempo (Ciriaco De Mita; ndr) come 'intellettuale della Magna Grecia'... Giudizi sbrigativi e superficiali, dal mio punto di vista. E non lo dico solo per omaggio alle mie terre e alle mie origini. La Magna Grecia fu uno dei punti di connessione tra l’antica Grecia, che dominava la cultura di quell’epoca, e il territorio italiano che cominciava a produrre in quei tempi lontani tutte quelle nuove forme istituzionali, artistiche, culturali che avrebbero poi attraversato il mondo. Fiorì da quelle parti una preziosa civiltà che ha lasciato in quei territori una grande quantità di tracce. Alcune delle quali ben visibili ancora oggi".

Ribadisce Giuseppe Marra: "Valorizzare tutto questo è un nostro dovere, e può diventare una nostra convenienza. Ci sono due aspetti che mi preme sottolineare. Il primo riguarda l’investimento culturale. La proposta parla di potenziare le attività di documentazione e di promuovere nuove attività di studi, informazione e comunicazione. E’ un settore a cui ho dedicato molta parte della mia vita e resto sempre più convinto del suo valore e della sua utilità. Ovviamente, la Magna Grecia ha lasciato dietro di sé tracce architettoniche e paesaggistiche di grandissima importanza. Ma per far conoscere questo patrimonio sarà decisiva appunto tutta quell’attività di comunicazione e di scambio culturale che allarga sempre gli orizzonti e avvicina le persone".

Il secondo aspetto richiamato da Marra riguarda "la collaborazione tra i territori interessati. Una miriade di comuni e province e molte regioni che dovranno abituarsi, secondo lo spirito del tempo, a interagire sempre più da vicino, unendo le forze e superando le insidie del troppo campanilismo. Credo che questa collaborazione possa essere un buon esempio di quei principi di armonia istituzionale di cui il nostro paese ha un gran bisogno".

Infine, conclude il presidente della AdnKronos, "voglio sottolineare che questa proposta richiede uno stanziamento di risorse davvero ridotto al minimo. Sapendo però che nei paesi dei nostri tempi ogni investimento, ogni spesa dedicata alla conoscenza tende sempre a generare ritorni economici assai promettenti e spesso addirittura sorprendenti. E’ con questo spirito e per tutte queste ragioni che mi unisco a quanti si impegnano perché la Magna Grecia non resti solo un ricordo antico e un po’ trascurato ma possa diventare un motivo di orgoglio e di identità per tutta la nostra nazione".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza