cerca CERCA
Giovedì 18 Aprile 2024
Aggiornato: 00:18
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Premio Strega, finale sarà testa a testa tra Postorino e D'Adamo

05 luglio 2023 | 16.46
LETTURA: 5 minuti

Al Ninfeo di Villa Giulia a Roma è tutto pronto per la premiazione di giovedì 6 luglio

Premio Strega, finale sarà testa a testa tra Postorino e D'Adamo

Al Ninfeo di Villa Giulia a Roma è tutto pronto per accogliere domani sera, giovedì 6 luglio, la finale della LXXVII edizione del Premio Strega, promosso dalla Fondazione Maria e Goffredo Bellonci e da Liquore Strega. Chi succederà a Mario Desiati che con "Spatriati" (Einaudi) aveva vinto l'edizione 2022? Con tutta probabilità il 2023 porterà una vincitrice, visto che in finale ci sono quattro autrici su cinque. E stando alle voci che circolano con insistenza, c'è anche una superfavorita: è Rosella Postorino, con "Mi limitavo ad amare te" (Feltrinelli), che con 217 voti guida la cinquina, già pluripremiata con l'apprezato "Le assaggiatrici" (Feltrinelli).

Nella cinquina spicca la presenza di Ada D'Adamo, in gara con "Come d'aria" (Elliot), scrittrice esordiente scomparsa a 55 anni lo scorso 1 aprile, il giorno stesso in cui apprese di essere candidata allo Strega. E anche lei è data vincitrice molto probabile, tanto che c'è chi azzarda un conteggio all'ultimo voto con Postorino. Del resto, una vittoria postuma allo Strega non è una novità: hanno già vinto Giuseppe Tomasi di Lampedusa con "Il Gattopardo" nel 1959 e Maria Teresa Di Lascia con "Passaggio in ombra" nel 1985. La cinquina si completa con Maria Grazia Calandrone con "Dove non mi hai portata" (Einaudi); Andrea Canobbio con "La traversata notturna" (La nave di Teseo); Romana Petri con "Rubare la notte "(Mondadori).

Il Premio Strega sarà assegnato da una giuria composta da 400 Amici della domenica, come si chiama la giuria storica, ai quali si aggiungono 220 voti espressi da studiosi, traduttori e intellettuali italiani e stranieri selezionati da oltre 30 Istituti Italiani di Cultura all'estero, 20 lettori forti e 20 voti collettivi espressi da scuole, università e gruppi di lettura, tra cui i circoli costituiti presso le Biblioteche di Roma, per un totale di 660 aventi diritto. Lo spoglio delle schede, con il seggio presieduto da Mario Desiati, avverrà in diretta televisiva su Rai Tre alle ore 23, con la conduzione di Geppi Cucciari, e il vincitore si conoscerà con tutta probabilità dopo mezzanotte.

Il consueto brindisi con il vincitore sarà fatto nei bicchieri unici e numerati della collezione Strata, disegnati dalla designer Lucia Massari e prodotti a mano a Murano dalla storica vetreria Mion per la Strega Alberti Benevento.

Le tappe dello Strega Tour che ospiteranno la vincitrice o il vincitore della LXXVII edizione del Premio sono: 8 luglio, Fondazione Ugo da Como, Lonato del Garda; 9 luglio, Festival Letterature di Roma; 11 luglio, Cervo Ti Strega; 22 luglio, Il Libro Possibile, Vieste; 30 luglio, Marciana Marina; dal 25 al 30 agosto Benevento Città Spettacolo.

Dal 2018 viene inoltre assegnato un premio alla cinquina, risultato di un concorso di idee indetto da Bper Banca e rivolto a tutte le Accademie di Belle Arti statali per la realizzazione di una scultura ispirata al mestiere di scrivere e all’importanza della promozione della lettura. La cinquina 2023 riceverà un'opera realizzata da Giulia Facchin, studentessa dell'Accademia di Belle Arti di Venezia, il cui titolo è "Perseveranza": "un omaggio a tutte le pagine scritte e buttate, ma comunque preziose, che hanno portato gli scrittori e le scrittrici del premio a raggiungere i loro prestigiosi traguardi".

La presentazione della serata finale si è svolta oggi al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia con la partecipazione del suo direttore Valentino Nizzo, di Giovanni Solimine, presidente della Fondazione Maria e Goffredo Bellonci, Giuseppe D'Avino, presidente di Strega Alberti Benevento, e Lorena De Vita, dell'Ufficio Sponsorships & Events di Bper Banca. Nella seconda parte della conferenza stampa, Stefano Petrocchi, direttore della Fondazione Bellonci, e Mario Desiati, Premio Strega 2022, presidente di seggio per questa edizione, hanno affiancato la cinquina finalista, che è stata annunciata lo scorso 7 giugno al Teatro Romano di Benevento.

La LXXVII edizione ha visto crescere ulteriormente lo Strega Tour, ha raccontato Solimine: presente in 10 regioni, ha raggiunto Genova, Capitale del Libro 2023, ed è stato presente nel territorio di Brescia, la città con Bergamo Capitale della cultura 2023, con l'incontro di Salò. La cinquina ha incontrato il pubblico in 14 tappe in tutta Italia, di cui come sempre una all'estero, presso l'Istituto Italiano di Cultura di Berlino. A queste si è aggiunto l'incontro di Napoli, nell'auditorium del Mann - Museo Archeologico Nazionale, per la proclamazione del vincitore del Premio Strega Giovani.

La prima parte del tour è stata seguita dal camper di Ticket to Read. A bordo, i producer Margherita Schirmacher ed Enrico Orlandi, che hanno realizzato una serie di podcast disponibile sulle principali piattaforme raccontando il viaggio della cinquina finalista. Le interviste sono state realizzate all'interno di un camper Chausson Italia che ha scortato il tour nelle tappe di Firenze, Modena, Salò, Parma, Rimini e Roma.

Il Premio Strega cerca da sempre uno scambio con le altre forme d'arte. Per questo nel 2016 nasce Streghe d'autore, un progetto attraverso il quale alcuni dei migliori illustratori italiani - Alessandro Baronciani, Emanuele Fior, Riccardo Guasco, Lorenzo Mattotti, Franco Matticchio, Emiliano Ponzi, Olimpia Zagnoli - hanno realizzato il manifesto del Premio ispirandosi liberamente al disegno di Mino Maccari sulla prima urna di voto, utilizzata dal 1947 al 1980. L'immagine che ha accompagnato il Premio Strega 2023 è stata realizzata da Elisa Seitzinger: "una strega ispirata alla figura di Ecate, signora della magia e degli incantesimi. Divinità psicopompa, in grado di viaggiare liberamente tra mondo reale, degli dei e regno dei morti, come una musa letteraria che ispira scrittrici e scrittori, come la Madonna del parto di Piero della Francesca, dalla cui chioma escono i dodici libri finalisti del Premio Strega 2023".

La conferenza stampa è stata anche l'occasione per raccontare un anno di attività e di collaborazioni che non termineranno con la serata conclusiva del premio. Alla consueta attività di valorizzazione della connessione fra il settore audiovisivo e la letteratura realizzata insieme con Roma Lazio Film Commission (progetto 'L'immagine stregata - Schermi e storie"), si aggiunge la collaborazione con Tirreno Power, azienda produttrice di energia elettrica che celebra il suo ventennale. Il prossimo 12 luglio, alla Cittadella della Musica di Civitavecchia, avremo l’occasione di parlare di trasformazione e futuro del mondo culturale insieme al presidente della Fondazione Bellonci Giovanni Solimine, mentre autrici e autori del Premio Strega - Teresa Ciabatti, Daniele Mencarelli, Edoardo Nesi e Nadia Terranova - rifletteranno sulle parole Ambiente, Economia, Persone, Territorio, che sono concetti chiave del bilancio di sostenibilità annuale dell’azienda. Questa esperienza diventerà un podcast in quattro puntate, curato da Chiara Tagliaferri, distribuito da storie libere.fm.

(di Paolo Martini)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza