cerca CERCA
Mercoledì 19 Giugno 2024
Aggiornato: 07:04
10 ultim'ora BREAKING NEWS

A Macfrut workshop Ismea su best practices per comunicare ortofrutta italiana DOP e IGP

Riflettori puntati su trend e prospettive del settore

Immagine di repertorio - FOTOGRAMMA
Immagine di repertorio - FOTOGRAMMA
06 maggio 2023 | 09.57
LETTURA: 2 minuti

Comunicare bene per crescere meglio. Questo in sintesi il significato del workshop “La comunicazione di successo dell’ortofrutta italiana DOP IGP” che si è tenuto nell’ambito di Macfrut 2023. Organizzata da Ismea in collaborazione con Origin Italia nell’ambito della Rete Rurale Nazionale, l’iniziativa ha puntato i riflettori sui trend e le prospettive del settore e, in particolare, su alcune best practices del comparto che si sono distinte per le attività di promozione e comunicazione.

Obiettivo degli organizzatori, creare uno stimolo alla crescita per nuove realtà di un settore che vanta un numero elevato di marchi Dop e Igp, come evidenziato anche dal saluto del Sottosegretario di Stato Masaf Patrizio Giacomo La Pietra che ha posto l’accento sulla volontà del Governo di “valorizzare le nostre Indicazioni Geografiche del settore agroalimentare, all'interno del quale recita un ruolo primario il comparto ortofrutticolo che vanta moltissimi marchi Dop e Igp e una impareggiabile varietà produttiva, frutto della grande eterogeneità del territorio italiano”.

Eterogeneità confermata anche dalla panoramica presentata da Fabio Del Bravo di Ismea che ha fatto anche un focus sulle prospettive future di un comparto con notevoli potenzialità di crescita anche a livello di comunicazione. E proprio di comunicazione si è parlato subito dopo, con le best practices presentate come modello positivo da parte di realtà che hanno scelto strategie comunicative capaci di far emergere l’identità del loro prodotto.

E così la mela della Val di Non diventa la mela buona ma anche sostenibile perché rispetta la natura e riduce i consumi idrici ed energetici, come ha evidenziato Andrea Fedrizzi del Consorzio di Tutela della DOP Mela Val di Non. Mentre la Patata di Bologna DOP è il prodotto unico di un territorio speciale come raccontato da Silvia Sitta del Consorzio di Tutela Patata Bologna DOP.

Sempre il territorio è al centro della campagna proposta da Pietro Tarasi, Consorzio di Tutela della Patata della Sila IGP, relativa alla promozione della “patata di montagna” risultata tra le più note in Italia. Turismo e promozione di visite ai meleti sono i punti forti della comunicazione della Mela Alto Adige IGP raccontata da Hannes Tauber del Consorzio Mela Alto Adige IGP. Mentre sceglie la propria valorizzazione come parte integrante di una cornice più ampia, fatta di storia, cultura e architettura, la ”rossa che fa anche bene alla salute” illustrata da Gerardo Diana, Consorzio di Tutela Arancia Rossa di Sicilia IGP.

A chiudere il cerchio di questi interessanti interventi, Giuseppe Laria del Consorzio di Tutela Cipolla Rossa di Tropea Calabria che ha sottolineato l’importanza del successo nella comunicazione per l’affermazione e la notorietà di un prodotto. Hanno chiuso questa carrellata di prodotti, una serie di showcooking e masterclass anche di altre eccellenze dell’ortofrutta DOP e IGP .

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza