cerca CERCA
Venerdì 14 Giugno 2024
Aggiornato: 17:25
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Olimpiadi Milano-Cortina 2026, Milano Serravalle in campo con progetti innovativi per futuro mobilità lombarda

Presentati oggi a Milano tre progetti nel corso dell'evento 'Verso le Olimpiadi 2026: il futuro si fa strada'

Olimpiadi Milano-Cortina 2026, Milano Serravalle in campo con progetti innovativi per futuro mobilità lombarda
22 maggio 2023 | 13.21
LETTURA: 3 minuti

Una sfida all'insegna dell'innovazione con progetti per una mobilità più inclusiva, sicura, sostenibile e vicina agli utenti. E' quella che vede in campo Milano Serravalle, concessionaria autostradale che fa parte del gruppo Fnm, in vista delle Olimpiadi Milano-Cortina 2026, un appuntamento che rappresenta un driver di grande rilevanza per il territorio. Tre sono i progetti per il futuro della mobilità lombarda presentati oggi a Milano, presso il Palazzo delle Stelline, nel corso di un evento 'Verso le Olimpiadi 2026: il futuro si fa strada'.

Le reti stradali, di cui è concessionaria Milano Serravalle – Milano Tangenziali, circondano la città di Milano e si distendono su gran parte della Lombardia: dalla Tangenziale Ovest a quella Est, dalla Tangenziale Nord all’innovativo tratto Rho-Monza, di recente inaugurazione.

In ragione di ciò, la viabilità regionale costituirà un tassello fondamentale per rendere ancora più marcato il successo delle prossime Olimpiadi. Una sfida, dunque, che vedrà protagonista Milano Serravalle - Milano Tangenziali, congiuntamente al Gruppo Fnm, di cui fa parte, in un’ottica di interconnessione tra strada e rotaie.

C'è il progetto Milano Green Door: il primo progetto di MaaS (Mobility as a service) in Italia. Prevede la riqualificazione urbanistica di un’area sulla A7, in ingresso alla porta sud di Milano, snodo fondamentale per svariate destinazioni sul territorio, sulla quale verrà realizzato un centro informativo e turistico a servizio della città di Milano, della Regione e delle prossime Olimpiadi, accanto ad un nuovo Punto Cortesia per i servizi di telepedaggio e correlati. Sarà disponibile un parcheggio e, grazie alla collaborazione con il gruppo FNM, sarà possibile noleggiare e-bike o e-Car. Il progetto comprende inoltre la realizzazione di una pista ciclabile che si collegherà a quella già presente lungo il Naviglio Pavese, un’area di co-working e di relax attrezzata con connessioni digitali di ultima generazione e distributori di cibo salutare. Il progetto si completa con la realizzazione di un sistema di pannelli fotovoltaici che autoalimenterà il sito e genererà una delle prime comunità energetiche.

Smart Road e Advanced Traffic Management Systems: è prevista la realizzazione di una nuova infrastruttura intelligente nel cuore del traffico delle tangenziali milanesi: una smart road a doppia tecnologia, che, unita ad un sistema di rilevazione traffico tecnologicamente avanzato, consentirà di monitorare in tempo reale i flussi di traffico ed elaborare, sulla base di sofisticati algoritmi, le previsioni di traffico e determinare le eventuali conseguenti azioni di gestione e mitigazione dei disagi. L’implementazione della Smart Road, collegata alla crescita del mercato delle auto a trasmissione dati e a guida autonoma, permetteranno il dialogo Vehicle To Infrastructure (V2I) e faciliteranno le comunicazioni Vehicle to Vehicle (V2V). Una tecnologia che consentirà di rendere le nostre autostrade più sicure, più sostenibili, più vicine all’utente, più inclusive in termini di mobilità.

Dynamic GIS & Digital Twin: introduzione di due nuove tecnologie che consentiranno una gestione della rete autostradale più innovativa ed efficace: il GIS Dinamico (Geographic Information System) e il cosiddetto Digital Twin, ovvero una replica digitale dell'intera infrastruttura. Attraverso sensori di nuova generazione e tecnologie avanzate, verrà monitorato lo stato di manutenzione dell’infrastruttura e verrà gestita la programmazione degli interventi correlati. Importando poi i dati di traffico sarà possibile effettuare particolari simulazioni per prevedere come tali interventi impattino sulla fluidità della mobilità.

Il sistema GIS Dinamico e il Digital Twin dell’infrastruttura comunicheranno sia con le piattaforme di monitoraggio delle opere d’arte e della sovrastruttura che con il sistema di Smart Road.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza