cerca CERCA
Lunedì 20 Maggio 2024
Aggiornato: 19:48
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Tensione in Europa, Piazza Affari in lieve rialzo

Tensione in Europa, Piazza Affari in lieve rialzo
20 dicembre 2022 | 18.02
LETTURA: 1 minuti

Ancora una giornata senza grandi variazioni tra le Borse europee. Il clima dei mercati, comunque, è nervoso. L'Asia è crollata e i futures negli Stati Uniti sono negativi. Sono però tanti altri gli elementi che non aiutano il sentiment di fine anno nelle Piazze europee. Le banche centrali sempre più aggressive, l’inflazione che rimane alta, l’incertezza sulle riaperture cinesi e le previsioni di recessione non fanno bene. I principali listini del Vecchio Continente, poi, sono appesantiti dal comparto immobiliare e dall'informatica, entrambi in netto calo.

L’accordo sul price cap in Europa, comunque, tiene basso il prezzo del gas al Ttf di Amsterdam, facendolo viaggiare attorno ai 100 euro al megawattora, nonostante un piccolo balzo di giornata causato dall’esplosione di un gasdotto russo. Sale invece leggermente il prezzo del petrolio, con Brent e Wti che segnano dei piccoli rialzi.

A Milano il Ftse Mib sale solo dello 0,15% e chiude a 23.718,25 punti. Stabile lo spread tra Btp e Bund tedeschi, viaggiando sui 216 punti base. Continua a crescere invece il rendimento del titolo decennale, che si aggira intorno al 4,5%.

Sul listino principale di Piazza Affari bene i bancari: Unicredit guadagna il 4,02%, Intesa Sanpaolo il 2,02%, Bper il 4,48% e Banco Bpm il 4,13%. Salgono anche i petroliferi: Eni dello 0,08%, Tenaris l’1,37%. In coda, invece, Campari (-3,19%), Diasorin (-2,81%), Iveco (-2,45%) e Tim (-0,38%), dopo il forte rialzo della scorsa seduta. Non brillano, poi, le utilities. A2a perde il 2,31%, Hera l’1,75%, mentre Enel è l’unica a salvarsi (+0,02%). (in collaborazione con Money.it)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza