cerca CERCA
Giovedì 29 Febbraio 2024
Aggiornato: 22:21
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Comunicato stampa

Furti in casa: scopriamo le province più sicure e quelle che lo sono meno

16 febbraio 2023 | 12.53
LETTURA: 3 minuti

16 febbraio 2023. I furti in casa sono da sempre uno dei reati più temuti: ricevere delle indesiderate “visite” può comportare perdite economiche non da poco e, al di là di questo, è sempre molto spiacevole vedere i propri oggetti danneggiati, i propri spazi violati.

Ma quali sono le province italiane più sicure per quel che riguarda questo tipo di minaccia, e quali quelle che lo sono meno? È possibile rispondere a queste domande facendo riferimento ai dati presentati nel report Indice della Criminalità de Il Sole 24 Ore.

Questo report viene pubblicato annualmente dal 2016, andiamo dunque a scoprire cosa è emerso dalla sua edizione più recente, quella del 2022.

Oristano la provincia più sicura, Ravenna quella che lo è meno

Bisogna anzitutto premettere che il report Indice della Criminalità fa ovviamente riferimento ai soli episodi per cui si è sporto denuncia, di conseguenza il numero reale dei reati potrebbe essere superiore, inoltre è particolarmente interessante il fatto che non si considerino dei valori assoluti, che giocoforza sarebbero più alti nelle città più grandi, bensì il numero dei reati viene rapportato alla popolazione, e questo rende il dato molto più significativo.

Le province più sicure d’Italia, quelle dove sembra essere meno possibile che la propria abitazione venga violata, sono Oristano, Messina ed Enna.

Ad Oristano si sono contati appena 46,8 furti domestici ogni 100.000 abitanti, cifra che consente alla città sarda di assicurarsi questo lodevole primato, a Messina i furti rapportati a 100.000 abitanti sono stati 53,2, mentre ad Enna 61,5.

Rovesciando la classifica e andando così a scoprire le province meno sicure, le cifre si fanno decisamente più consistenti.

La provincia meno sicura d’Italia è risultata essere quella di Ravenna, con ben 489,1 furti domestici ogni 100.000 abitanti, seguono Pavia con 387,9 e Pisa con 384,7.

Considerando i valori assoluti, la provincia dove si sono registrati più furti domestici è risultata essere Roma: nella Capitale si sono consumati, nell’arco dell’anno, ben 10.206 reati di questo tipo.

Rendere più sicure le proprie case è assolutamente necessario

In molte zone d’Italia, dunque, la minaccia dei furti domestici è concreta, di conseguenza è sicuramente utile cercare di rendere più sicure le proprie abitazioni. Ma in che modo?

Può bastare davvero poco per proteggere efficacemente la propria casa, a cominciare, ovviamente, dall’installazione di una valida porta blindata.

La porta d’ingresso è sicuramente l’elemento fondamentale sulla base di cui strutturare la sicurezza dell’abitazione, ed esiste un parametro a cui il consumatore può far riferimento per esser certo di assicurarsi dei modelli di qualità, ovvero la classe antieffrazione.

La classe antieffrazione indica in maniera oggettiva qual è la capacità di resistenza della porta; le classi spaziano dalla 1, quella meno resistente, alla 6, quella che lo è di più, e per la sicurezza di una casa l’ideale è optare per modelli appartenenti o alla classe 3 o alla classe 4, come quelli proposti da Ariete Porte Blindate, società specializzata, appunto, nella vendita di porte blindate.

Se la casa è ubicata a piano terra, o comunque se è esposta al rischio di effrazioni provenienti da finestre e portefinestre, è bene anche installare degli infissi di qualità: utilizzare serramenti affidabili è sufficiente, ma se il rischio è particolarmente elevato è bene proteggere le aperture anche con delle grate di sicurezza.

Se si parla di tecnologia, infine, le possibilità per rendere più sicura la propria casa sono davvero tantissime: negli ultimi anni sono stati compiuti dei veri e propri passi da gigante in questo settore e oggi, per proteggere la propria casa, bastano delle piccole spese.

Gli impianti di videosorveglianza, ad esempio, oggi sono molto più “smart” e performanti, senza trascurare la possibilità di monitorarli e gestirli anche da remoto tramite delle apposite tecnologie domotiche.

Non mancano inoltre sistemi antifurto avanzati come quelli a raggi X, gli antifurti nebbiogeni, quelli basati sulla rilevazione di movimenti e tanti altri ancora.

Ariete Porte Blindate è un marchio registrato e fa parte del gruppo Finestre Antirumore.

Sede legale:

Via Eridania 7/10, 16151 – Genova (GE)

P.IVA 02675180992

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza