cerca CERCA
Domenica 16 Giugno 2024
Aggiornato: 00:10
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Proteste Iran, la scure della repressione: 11 condanne a morte e 400 in carcere

Fino a dieci anni di prigione. Secondo gli attivisti un'altra decina di persone rischierebbe la pena capitale. Media: arrestati 70 giornalisti iraniani

(Fotogramma/Ipa)
(Fotogramma/Ipa)
13 dicembre 2022 | 15.09
LETTURA: 1 minuti

In Iran i tribunali della provincia di Teheran hanno condannato 400 persone per il loro coinvolgimento nelle manifestazioni e proteste antigovernative innescate dalla morte di Mahsa Amini. Lo ha annunciato il capo della magistratura iraniana, Ali Alghasi-Mehr, citato dall'agenzia di stampa della magistratura, Mizan.

Facendo il punto sui processi che si sono svolti nella provincia di Teheran, Alghasi-Mehr ha reso noto che 160 persone sono state condannate a pene tra i cinque e i dieci anni di carcere, 80 persone sono state condannate a pene tra i due e i cinque anni di carcere e altre 160 a pene fino a due anni di carcere.

L'annuncio segue la condanna della comunità internazionale per l'esecuzione di due manifestanti in relazione con i disordini, Majidreza Rahnavard e Mohsen Shekari. I due 23enni erano stati giudicati colpevoli di 'moharebeh' ovvero 'ostilità contro Dio'. Prima delle due esecuzioni, la magistratura aveva annunciato la condanna a morte di 11 persone per le proteste, ma secondo gli attivisti un'altra decina di persone rischierebbe la pena capitale.

Iran International, emittente con sede a Londra, ha riferito che circa 70 giornalisti iraniani sarebbero stati arrestati dall'inizio delle proteste antigovernative innescate dalla morte di Mahsa Amini e almeno 35 reporter sarebbero attualmente in carcere.

Leggi anche
Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza