cerca CERCA
Domenica 25 Febbraio 2024
Aggiornato: 19:22
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Putin-Zelensky, il ruolo di Xi Jinping: cosa fa Biden, lo scenario

14 marzo 2023 | 00.05
LETTURA: 3 minuti

Il presidente cinese potrebbe recarsi a Mosca e poi parlare con Kiev. E gli Usa 'tifano' per lui

Afp
Afp

Xi Jinping al centro dello scacchiere tra Ucraina, Russia e Stati Uniti, con la guerra tra Mosca e Kiev sullo sfondo. Il presidente della Cina, appena rieletto per il terzo mandato, sembra destinato ad assumere un ruolo di fulcro nel quadro internazionale in cui si muovo Volodymyr Zelensky, Vladimir Putin e Joe Biden.

Xi ha in programma di recarsi a Mosca già la prossima settimana per un incontro con Putin. L'appuntamento imminente è annunciato da fonti che sottolineano l'importanza di questa visita nell'ottica di sostegno a una Russia sempre più isolata dopo il conflitto in Ucraina. Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov non ha tuttavia confermato la visita, aggiungendo che ''al momento non ho nulla da dire su questo argomento. Di norma, gli annunci di visite ufficiali all'estero sono coordinati simultaneamente e di comune accordo tra le parti. Vi faremo sapere''.

Non è tutto. Xi avrebbe intenzione di aprire anche un canale con Kiev. Secondo il Wall Street Journal, il presidente cinese punta ad avere anche un incontro online con il presidente ucraino Zelensky per la prima volta dall'inizio della guerra in Ucraina più di un anno fa. Il colloquio dovrebbe avvenire, scrive il Wsj citando fonti ben informate, ''presumibilmente dopo'' la visita del presidente cinese in Russia.

Gli Stati Uniti hanno incoraggiato Xi Jinping, a parlare con il suo omologo ucraino per ascoltare anche la posizione di Kiev, ha sottolineato il consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti, Jake Sullivan, parlando con i giornalisti.

"Abbiamo incoraggiato il presidente Xi a contattare il presidente Zelensky perché crediamo che la Cina e lo stesso presidente Xi dovrebbero ascoltare direttamente l'opinione ucraina e non solo quella russa. Quindi abbiamo di fatto esortato Pechino affinché quel contatto abbia luogo", ha detto Sullivan durante un incontro con la stampa a bordo dell'Air Force One.

Gli Stati Uniti, in questa fase cruciale, non si limiteranno ad osservare. Il presidente Biden, a una domanda dei cronisti a margine dell'incontro con il primo ministro britannico Rishi Sunak in California, ha spiegato che parlerà presto con Xi. Il numero 1 della casa Bianca "avrà una conversazione" con il leader cinese, ha aggiunto Sullivan. "Non posso darvi una data. Perché non c'è una data fissata, ma il presidente Biden ha indicato la sua disponibilità ad avere un colloquio telefonico con il presidente Xi", ha detto ancora.

A Washington, in ogni caso, rimane solida la convinzione che Russia e Cina siano "chiaramente" allineate nell'opera di disinformazione in relazione alla guerra. "Gli Usa come paese e l'Occidente come società sono stati lenti ad accettare e a realizzare fino a che punto Cina e Russia abbiano reso le operazioni nello spazio dell'informazione parte integrante dei loro obiettivi nazionali", ha sintetizzato una fonte del Dipartimento di Stato.

Il contatto tra Xi e Biden, in caso di fumata bianca in tempi relativamente brevi, avverrebbe in un momento in cui i rapporti sull'asse Pechino-Washington hanno registrato fibrillazioni. La scorsa settimana, prima di essere rieletto, Xi ha accusato "i Paesi occidentali, guidati dagli Stati Uniti, di attuare un contenimento, un accerchiamento e una repressione totale della Cina, che ha portato a sfide gravi e senza precedenti per lo sviluppo" del Paese.

Leggi anche
Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza