cerca CERCA
Mercoledì 28 Febbraio 2024
Aggiornato: 09:58
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Ucraina chiede F-16 e Biden dice no: scenario può cambiare

01 febbraio 2023 | 16.52
LETTURA: 2 minuti

Kiev ha bisogno di aerei, no del presidente Usa. Ma il Pentagono è scettico: il rifiuto verrà cancellato?

Ucraina chiede F-16 e Biden dice no: scenario può cambiare

Il Pentagono ha accolto con scetticismo il brusco rifiuto del presidente Joe Biden di inviare F-16 all'Ucraina, scrive il Washington Post. Kiev chiede nuove armi da utilizzare nella guerra con la Russia. Data la ricorrenza del rifiuto iniziale a inviare ogni sistema d'arma richiesto da Kiev da parte della Casa Bianca, si anticipa lo scenario in cui infine sarà dato il via libera al trasferimento degli aerei da guerra. Si è perfino coniato un termine: una decisione che viene "M1-ed", in riferimento al ribaltamento della posizione dell'Amministrazione sui carri armati Abrams M1. Inoltre si sta approfondendo la divisione, al Dipartimento della Difesa, fra coloro che sono favorevoli a inviare maggiori aiuti militari all'Ucraina e chi invece mantiene un approccio più cauto, come il segretario, Lloyd Austin.

"Ogni stadio della guerra richiede certe armi. L'ammasso di riserve russe nei territori occupati richiede specificità dall'Ucraina e i suoi partner. Quindi: 1) C'è già una coalizione per i tank (logistica, addestramento, fornitura). 2) Ci sono già colloqui su missili a più lungo raggio e fornitura aerei d'attacco", scrive intanto su Twitter è il consigliere presidenziale ucraino Mykhailo Podolyak.

Il governo britannico chiarisce la propria posizione: Londra non intende mandare aerei di combattimento in Ucraina, perché ritiene che sia poco pratico da realizzare, spiega il premier Rishi Sunak. "Non è al momento pratico inviare jet britannici, continueremo a lavorare strettamente con gli ucraini per capire i loro bisogni e come gli alleati possono aiutarli ulteriormente. Data la complessità dei caccia britannici e i lunghi tempi necessari per l'addestramento al loro uso non pensiamo sia pratico", dice Sunak citato dal Guardian.

Ieri il presidente francese Emmanuel Macron ha chiarito che l'eventuale consegna di aerei militari all'Ucraina non porterà a un'escalation. "Abbiamo prestato attenzione alle parole del presidente francese Macron, che, rispondendo a una domanda sulla possibile consegna di aerei all'Ucraina, ha osservato: 'Nulla è vietato in linea di principio, a condizione che sia utile in particolare per le forze armate ucraine, non porti a un'escalation del conflitto e ad attacchi sul territorio della Russia, non indebolisca la capacità di difesa della stessa Francia'", dice Maria Zakharova, portavoce del ministero degli Esteri russo.

"Il presidente della Francia è davvero sicuro che se armi, armi pesanti e aerei vengono forniti al regime di Kiev per le operazioni di combattimento, ciò non porti a un'escalation della situazione? Mi rifiuto di credere che un adulto segua questa logica", afferma Zakharova.

Leggi anche
Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza