cerca CERCA
Sabato 13 Aprile 2024
Aggiornato: 08:55
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Ucraina, deputato 'soldato': "Munizioni scarseggiano, Avdiivka perdita pesante"

22 febbraio 2024 | 16.44
LETTURA: 2 minuti

Yurash, membro del partito di Zelensky: "Ruolo dell'Italia fondamentale in Europa e a livello globale"

Ucraina, deputato 'soldato':

Scarseggiano le munizioni al fronte, "questa è la realtà", e quella di Avdiivka è una "perdita pesante" in parte alleviata dagli accordi di sicurezza che l'Ucraina ha stretto con Gran Bretagna, Francia e Germania e che si appresta a firmare anche con l'Italia. Lo afferma in un'intervista all'Adnkronos, in occasione del secondo anniversario dell'invasione russa, il deputato ucraino e membro della commissione Affari Esteri, Sviatoslav Yurash, che fa parte del partito Servitore del Popolo del presidente Volodymyr Zelensky. Il deputato è assegnato alle unità dell'esercito nella zona di Bakhmut e sa cos'è il combattimento in prima linea, ma in questi giorni è a Kiev per la settimana del voto parlamentare.

La situazione al fronte è "impegnativa sotto ogni aspetto", premette il deputato, figlio dell'ambasciatore ucraino presso la Santa Sede, confermando la mancanza di munizioni. E' vero che i soldati hanno l'ordine di sparare solo in caso di emergenza? "Non posso dirlo perché non sono un comandante, sono solo un soldato semplice dell'esercito", replica, precisando di aver avuto colloqui con alcuni genitori di soldati uccisi a Avdiivka. "E' un dato di fatto che si tratti di una pesante perdita per noi. Sono stato ad Avdiivka molte volte anch'io, in missioni umanitarie. E la perdita di quella città è davvero terribile", probabilmente un effetto diretto "delle scarse munizioni di cui disponiamo", commenta Yurash, riferendosi alla località del Donbass finita nelle mani dei russi dopo un assedio estenuante.

Sabato saranno due anni dall'invasione russa. Zelensky, anche nella recente Conferenza di Monaco, ha ribadito il suo appello all'Occidente ad accelerare con gli aiuti militari, mentre il Cremlino cavalca una sospetta stanchezza delle opinioni pubbliche in Europa e America nel sostenere Kiev. "Non abbiamo altra scelta che affidarci ai difficili processi che nelle democrazie occidentali si legano a tali decisioni, ad attendere e fornire loro quanti più argomenti possibili a sostegno della nostra lotta contro un Paese che non vuole nulla tranne che sconvolgere l'intero ordine occidentale", spiega il deputato.

Nei giorni scorsi, intanto, Gran Bretagna, Francia e Germania hanno firmato accordi di sicurezza a lungo termine con l'Ucraina ed il ministro degli Esteri, Antonio Tajani, ha annunciato l'intenzione di fare lo stesso. "Siamo molto felici di vedere intrapresi questi passi che consentono al nostro sistema di sicurezza di crescere - afferma Yurash - Il vostro Paese ha svolto un ruolo fondamentale nel sostenere la causa ucraina all'interno dell'Unione Europea e a livello globale. Quindi non potrò mai ringraziare abbastanza l'Italia per il suo contributo, non solo nel contesto europeo, ma a livello globale. Per non parlare di tutto il sostegno che l'Italia ha fornito finora. Spero che l'Ucraina e l'Italia firmino il maggior numero possibile di trattati".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza