cerca CERCA
Mercoledì 21 Febbraio 2024
Aggiornato: 00:14
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Ucraina, controffensiva Kiev è già iniziata?

03 maggio 2023 | 13.15
LETTURA: 2 minuti

Prigozhin parla di aumentata attività delle truppe ucraine sulla linea del fronte. Politico: dopo la fuga di notizie del Pentagono, Kiev tiene i dettagli riservati

(Afp)
(Afp)

La controffensiva di primavera ucraina è già iniziata. Ne è convinto il leader e fondatore del gruppo Wagner, Yevgeny Prigozhin, che su Telegram ha parlato di una aumentata attività delle truppe di Kiev sulla linea del fronte. Nei prossimi giorni, ha stimato, inizierà quella che ha definito ''la fase attiva'' della controffensiva ucraina.

"Credo che l'offensiva dell'esercito ucraino sia, in effetti, già iniziata. Vediamo una maggiore attività degli aerei nemici. Vediamo una maggiore attività lungo il perimetro e all'interno del nostro fronte", ha detto Prigozhin. "Il nemico è diventato più attivo anche al di fuori dei confini storici dell'Ucraina. Vediamo la situazione nelle nostre varie regioni. Pertanto, penso che tutto sia già iniziato. Quando entrerà in una fase attiva? Penso che nel prossimo futuro, forse tra qualche giorno", ha aggiunto.

Kiev tiene riservati i dettagli della sua controffensiva primaverile nel tentativo di impedire la fuga di informazioni sensibili che potrebbero compromettere le sue posizioni sul campo di battaglia. A rivelarlo sono due funzionari europei in contatto con i vertici militari in Ucraina, citati da 'Politico'. Uno dei motivi per cui Kiev sta evitando di condividere informazioni sulla controffensiva, quali i tempi, il luogo, le truppe coinvolte, secondo le fonti di Politico, è la fuga di notizie del Pentagono ad opera di Jack Teixeira.

I documenti divulgati includevano infatti informazioni dettagliate sulla guerra, dalla posizione delle truppe di Kiev, alle sue scorte di armi e le stime delle vittime. Nei giorni successivi alla fuga di notizie, i funzionari statunitensi si sono affrettati ad assicurare all'Ucraina e ad altri alleati in Europa che avrebbero adottato misure di protezione per impedire che una simile violazione si verificasse in futuro.

Ma i funzionari a Kiev sono ancora in allerta. Mentre è probabile che l'Ucraina condivida ancora alcune informazioni basilari con gli Stati Uniti e altri Paesi europei che l'hanno supportata con le armi nell'ultimo anno, i funzionari all'interno del Paese stanno lavorando per impedire un'ampia condivisione di dettagli relativi alla pianificazione del campo di battaglia.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza