cerca CERCA
Mercoledì 19 Giugno 2024
Aggiornato: 00:18
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Ucraina, Zelensky licenzia i capi regionali per corruzione. Ancora raid su Zaporizhzhia

Bombe su Ivano-Frankivsk, muore un bimbo di 8 anni. Nuovo raid su Zaporizhzhia colpito un hotel usato da funzionari Onu: almeno un morto e 16 feriti

(Afp)
(Afp)
11 agosto 2023 | 08.35
LETTURA: 5 minuti

"Stiamo licenziando tutti i commissari militari regionali" ucraini, addetti al reclutamento. E' quanto ha annunciato Volodymyr Zelensky al termine della riunione del Consiglio di sicurezza e difesa nazionale sul controllo dei centri di reclutamento territoriale, si legge su Ukrainska Pravda. "Questo sistema dovrebbe essere gestito da persone che sanno esattamente cos'è la guerra e perché cinismo e corruzione durante la guerra sono alto tradimento".

ATTACCHI CON DRONI IN RUSSIA

Continuano gli attacchi con droni in Russia. Le autorità russe affermano di aver sventato, grazie alla difesa aerea, un attacco con droni sulla capitale. Il sindaco, Sergey Sobyanin, ha confermato via Telegram che è stato "eliminato" un drone e ha riferito che "nessuno è rimasto ferito per la caduta di frammenti nella zona di Karamyshevskaya". "Non ci sono danni importanti - ha aggiunto - Sul posto ci sono i servizi d'emergenza".

L'aeroporto Vnukovo di Mosca ha sospeso per alcune ore le operazioni a causa di un drone. "Dalle 10.50 sono state revocate le restrizioni per i voli", hanno fatto sapere dallo scalo, secondo quanto riporta l'agenzia russa Tass. "Al momento la struttura opera in modalità standard", hanno aggiunto dopo le notizie delle scorse ore.

Chiuso e poi riaperto a causa del sorvolo di droni anche l'aeroporto di Kaluga. Lo ha riportato l'agenzia Tass, precisando che la misura è stata adottata per la sicurezza dei voli civili.

La Russia fa sapere di aver intercettato e abbattuto altri due "droni ucraini diretti a Kursk". La regione si trova nell'ovest della Russia. "Intorno alle 23 le forze di difesa aerea hanno abbattuto due velivoli senza pilota ucraini diretti a Kursk", ha fatto sapere il governatore di Kursk, Roman Starovoyt, che ha dato notizia dell'operazione via Telegram, ringraziando "i nostri soldati" per il loro lavoro e "la professionalità".

I moscoviti si aspettino altri attacchi, soprattutto perché le difese aeree sono "antiquate, inefficaci" e non sono in grado di proteggere i cittadini russi, ha affermato il portavoce dell'intelligence militare ucraina, Andriy Yusov, citato dal Kiev Post. "Considerate le dinamiche degli ultimi mesi, il numero, la geografia e l'intensità, è logico anticipare un aumento degli attacchi quotidiani". "Il concetto di sicurezza è sempre più lontano dai residenti di Mosca", ha aggiunto.

ZAPORIZHZHIA ANCORA SOTTO ATTACCO

E' di almeno un morto e 16 feriti il bilancio dell'attacco missilistico russo che ieri sera ha colpito la città ucraina di Zaporizhzhia. Lo hanno confermato le autorità locali, precisando - come riporta Ukrinform - che fra i feriti vi sono quattro minori.

Secondo i media locali è stato danneggiato l'edificio del Reikartz Hotel. L'albergo veniva utilizzato da staff delle Nazioni Unite. "Sono sconvolta per la notizia che è stato colpito da un attacco russo a Zaporizhzhia un albergo spesso utilizzato da personale Onu e dai nostri colleghi delle ong che sostengono le persone colpite dalla guerra", si legge in una dichiarazione del coordinatore umanitario per l'Ucraina, Denise Brown. "E' assolutamente inammissibile - prosegue la dichiarazione diffusa nelle scorse ore - Sono stata in questo hotel ogni volta che ho visitato Zaporizhzhia. Il mio team lo usa come base". "Nel maggio dello scorso anno", aggiunge, l'albergo è stato "la base Onu per l'operazione di evacuazione dei civili dall'impianto Azovstal di Mariupol".

Brown denuncia quindi come "il numero di attacchi indiscriminati che colpiscono infrastrutture civili, uccidendo e ferendo i civili, abbia raggiunto livelli inimmaginabili". "Questi attacchi violano il diritto umanitario internazionale - conclude - In nome dell'umanità, chiedo alla Federazione russa di rispettare gli obblighi previsti dal diritto umanitario internazionale e di fermare immediatamente gli attacchi indiscriminati".

Colpite da intensi bombardamenti russi anche le regioni di Kherson e Donetsk . Nelle ultime 24 ore, secondo le denunce arrivate via Telegram dalle autorità ucraine, i russi hanno bombardato 60 volte la regione meridionale di Kherson. Nella città di Kherson, hanno fatto sapere i responsabili militari della zona, è morto oggi un 53ennne, vittima di un attacco dell'artiglieria russa che ha colpito la sua abitazione.

A Beryslav, circa 70 chilometri a est, due poliziotti sono rimasti feriti in un attacco di un drone russo contro la loro macchina di servizio.

Nella regione orientale di Donetsk, un civile è rimasto ucciso e altri nove sono stati feriti in un attacco dell'artiglieria russa. Stando alle autorità, tra i nove feriti c'è un minore. Risulterebbero danneggiati più di 80 edifici.

Un bambino di otto anni è rimasto ucciso nei bombardamenti, condotti dai russi contro infrastrutture civili a Ivano Frankivsk, nell'est dell'Ucraina. Lo ha reso noto la governatrice della regione, Svetlana Onishchuk. Secondo quanto riportato dall'agenzia Unian, il missile ha colpito una casa a Kolomia in cui viveva una famiglia con tre figli, tra i quali il piccolo rimasto ucciso. Un altro edificio è rimasto parzialmente distrutto dall'onda d'urto dell'esplosione. La procura generale dell'Ucraina ha reso noto di aver avviato un'inchiesta per determinare se l'attacco costituisce una violazione della legge di guerra.

FRAMMENTI DI UN RAZZO SU OSPEDALE PEDIATRICO

"Frammenti di un razzo" sono caduti nell'area di un ospedale pediatrico a Kiev. Lo denuncia il sindaco della capitale ucraina, Vitali Klitschko. "Frammenti di un razzo sono caduti nell'area di uno degli ospedali pediatrici della capitale - ha fatto sapere via Telegram -. Non ci sono feriti né danni. Sul posto ci sono i servizi d'emergenza". "Oltre ai frammenti del razzo caduti nell'area di uno degli ospedali pediatrici della capitale, sono stati individuati altri due siti con segni di impatti nel distretto di Obolon a Kiev", aggiunge ancora su Telegram Klitschko. Il sindaco della capitale ucraina precisa che "è stato danneggiato il tetto di un'abitazione privata" e che "è stato scoperto un rottame in un'area aperta in una delle cooperative estive". "Non ci sono vittime", ribadisce.

LA CONTROFFENSIVA

"Molto presto" si vedranno "risultati significativi" nella controffensiva avviata da Kiev. Ad assicurarlo è stato il consigliere presidenziale ucraino Mikhailo Podolyak, che si è detto "ottimista" "indipendentemente dalle discussioni politiche", e malgrado gli sforzi della Russia per minare i territori e costruire strutture difensive. "Abbiamo colpito in ogni direzione. Questo è positivo. Non ci sono aree prioritarie, ci sono molte aree in cui le nostre brigate stanno lavorando in modo molto, molto efficiente", ha detto Podolyak all'emittente Ukraine24. D'altra parte, il consigliere presidenziale ha fatto notare che l'area del Mar Nero "a poco a poco sta cessando di essere un luogo dove c'è un dominio della Russia". Se Mosca continua ad attaccare i porti ucraini, "rimarrà senza flotta del Mar Nero", ha aggiunto.

Leggi anche
Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza