cerca CERCA
Venerdì 01 Marzo 2024
Aggiornato: 13:01
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Ucraina, Kiev: "Avanziamo su fronte Bakhmut"

17 maggio 2023 | 11.18
LETTURA: 4 minuti

Gb: "Abbattimento Kinzhal motivo di imbarazzo per Mosca". Kuleba: "Entro l'anno coalizione per fornire a Kiev aerei da combattimento occidentali"

(Afp)
(Afp)

"Stiamo conducendo con successo un'operazione difensiva, contrattaccando, e oggi le nostre unità sono penetrate fino a 500 metri in alcune parti del fronte di Bakhmut". Lo ha detto il portavoce delle truppe ucraine impegnate nell'est, Serhiy Cherevatyi, spiegando che l'esercito di Kiev ha fatto nuovi progressi nei duri combattimenti nella città dell'Ucraina orientale.

Cherevatyi ha aggiunto che le forze ucraine non hanno notato la presunta "fame di munizioni" da parte dei russi, nonostante le accuse mosse nei giorni scorsi dal leader di Wagner, Yevgeny Prigozhin.

"Il nemico sta cercando di conquistare la città, colpendo con tutti i sistemi e calibri. Non si può parlare di 'fame di munizioni'. Stanno spostando nuove unità, principalmente paracadutisti, nel tentativo di raggiungere una sorta di successo intermedio", ha concluso il portavoce.

MISSILI IPERSONICI - L'abbattimento di diversi missili ipersonici russi Kinzhal da parte delle forze di Kiev è probabilmente motivo di imbarazzo per la Russia. Lo scrive l'intelligence britannica su Twitter, nel suo aggiornamento quotidiano sulla guerra russo-ucraina, sottolineando il fallimento di Mosca nei suoi ultimi tentativi di colpire l'Ucraina dal cielo. "Nell'ultima settimana - ricorda il ministero della Difesa di Londra - si è intensificata la battaglia aerea sul confine tra Russia e Ucraina. Il 13 maggio, quattro velivoli dell'aeronautica russa (due jet da combattimento e due elicotteri) si sono schiantati, apparentemente abbattuti sopra la regione russa di Bryansk. Il 3 maggio, l'Ucraina ha abbattuto per la prima volta in assoluto un missile balistico Kinzhal".

"La Russia ha dato la priorità al tentativo di neutralizzare le capacità di difesa aerea dell'Ucraina - prosegue il comunicato dei servizi britannici - ma in questo tentativo ha probabilmente perso molti altri Kinzhal. L'apparente vulnerabilità dei missili Kinzhal è probabilmente una sorpresa e motivo di imbarazzo per la Russia, dal momento che il presidente Vladimir Putin aveva pubblicizzato il sistema come imbattibile".

ZELENSKA CHIEDE A SEUL SISTEMI DI DIFESA AEREA - La first lady ucraina Olena Zelenska ha chiesto alla Corea del Sud di fornire sistemi di difesa aerea e mezzi militari durante il suo incontro con il presidente Yoon Suk Yeol a Seul. Zelenska, in visita nella capitale sudcoreana come inviato presidenziale ucraino, ha richiesto una serie di aiuti militari, tra cui rilevatori di mine, attrezzature per lo sminamento e veicoli di pronto soccorso, ha riferito il portavoce presidenziale della Corea del Sud Lee Do-woon.

"Abbiamo discusso con il presidente della necessità di sistemi di difesa aerea per fermare il terrorismo missilistico del paese aggressore - ha detto Zelenska - Abbiamo anche bisogno di mezzi per ripulire le trappole che la Russia ha lasciato sul nostro territorio e di attrezzature mediche per salvare coloro che sono stati feriti dagli aggressori".

KULEBA - Quest'anno si formerà una coalizione per fornire all'Ucraina aerei da combattimento occidentali. Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri Dmytro Kuleba alla televisione nazionale ucraina, aggiungendo che alcuni alleati dell'Ucraina hanno espresso la volontà di addestrare i militari ucraini per l'utilizzo dei caccia occidentali.

"Tutto questo è il risultato dei viaggi internazionali fatti dal presidente e da tutti noi che lavoriamo sul fronte diplomatico - ha aggiunto Kuleba - La nostra priorità è l'F-16, ma non stiamo annullando altre opzioni di aerei. È come con i carri armati. Una volta formata la coalizione, tutto accadrà molto rapidamente".

F-16 - Qualsiasi decisione sull'invio degli F-16 all'Ucraina "spetta alla Casa Bianca", ha detto il ministro della Difesa britannico, Ben Wallace, dopo aver incontrato l'omologo tedesco, Boris Pistorius, oggi a Berlino. Le dichiarazioni arrivano dopo che durante il summit dei leader europei a Reykjavik, Londra ha annunciato che sta lavorando con l'Olanda per forgiare una coalizione internazionale per aiutare l'Ucraina a ottenere gli F-16 che Kiev da tempo chiede agli alleati. Wallace ha aggiunto che il Regno Unito potrà contribuire con "addestramento e sostegno, con alcuni limiti perché non abbiamo piloti di F-16".

Pistorius da parte sua ha spiegato che la Germania "non può svolgere un ruolo attivo nell'alleanza" per gli F-16 lanciata da Gran Bretagna e Olanda per consegnare i caccia all'Ucraina. Questo "perché non abbiamo le capacità di addestramento, le competenze, né i caccia", ha aggiunto il ministro. Pistorius poi si è unito a Wallace nel dire che "dipende dalla Casa Bianca decidere se i caccia F-16 possono essere consegnati" all'Ucraina.

Durante la visita del presidente Volodymyr Zelensky nel Regno Unito il 15 maggio, il primo ministro britannico Rishi Sunak ha affermato che fornire aerei da combattimento occidentali all'Ucraina "non era una cosa semplice", ma che il Regno Unito era comunque pronto a essere "una parte fondamentale dei Paesi della coalizione" aiutando l'Ucraina in questo sforzo. Il Regno Unito ha promesso di addestrare i piloti ucraini sugli F-16 quest'estate.

Anche la Francia ha "aperto la porta" all'addestramento dei piloti ucraini su come utilizzare i caccia occidentali, ha dichiarato il presidente francese Emmanuel Macron dopo aver incontrato Zelensky a Parigi. L'Ucraina ha ricevuto 14 aerei da combattimento MiG-29 dell'era sovietica dalla Polonia e 13 dalla Slovacchia. Tuttavia, l'Ucraina ha mostrato maggior interesse per l'F-16 costruito negli Stati Uniti, in servizio dagli anni '70 e utilizzato da oltre 20 nazioni.

Leggi anche
Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza