cerca CERCA
Venerdì 12 Aprile 2024
Aggiornato: 13:10
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Usa, giro di vite di Biden sui migranti

22 febbraio 2023 | 13.16
LETTURA: 2 minuti

Annunciata una misura che non permetterà di chiedere asilo a chi entra negli Stati Uniti attraversando il confine irregolarmente

(Afp)
(Afp)

Giro di vite dell'amministrazione Biden sui migranti, che propone una misura che non permetterà di chiedere asilo a chi entra negli Stati Uniti attraversando il confine irregolarmente. La misura annunciata intende sospendere quindi temporaneamente, per due anni dal prossimo maggio, la legge sull'immigrazione Usa che prevede che si possa chiedere asilo a prescindere dal modo in cui si è entrati nel Paese.

In questo modo l'amministrazione Biden, pressata dalle accuse e gli attacchi dei repubblicani che la considerano troppo debole sull'immigrazione, spera di poter facilitare i rimpatri immediati dei migranti che, una volta entrati, chiedono la protezione d'asilo e ridurre quindi l'enorme numero di richieste che i tribunali per l'immigrazione devono smaltire.

L'intenzione è di fare entrare in vigore la nuova misura, che è stata annunciata da dipartimento per la Sicurezza Interna e dipartimento di Giustizia, dopo l'11 maggio prossimo, data fissata dalla Casa Bianca per la fine emergenza Covid che porterà alla fine del controverso Title 42 che in questi tre anni ha permesso di espellere, per ragioni sanitarie, rapidamente oltre due milioni di migranti, compresi richiedenti asilo.

Prevenendo le critiche da parte delle associazioni per i diritti dei migranti, l'amministrazione, che ora ha avviato un mese di pubblico dibattito sulla misura proposta, si impegna a rendere più facile prendere appuntamenti al confine per i richiedenti asilo, in particolare i più vulnerabili.

"Come abbiamo visto in continuazione, alle persone che viene offerto un cammino sicuro, ordinato e legale negli Usa sono meno disposte a rischiare la vita attraversando migliaia di chilometri nelle mani di brutali contrabbandieri per arrivare al nostro confine e affrontare le conseguenze di un ingresso illegale", ha dichiarato Alejandro Mayorkas, segretario per la sicurezza interna.

In ogni caso, viene assicurato che il richiedente asilo espulso potrà fare ricorso se potrà dimostrare che gli è stato negato asilo in Messico o in un altro Paese attraversato prima di arrivare negli Usa. La misura rappresenta comunque un significativo rischio politico per Biden che, per difendersi a destra dagli attacchi dei repubblicani che si preparano ad usare la pressione sul confine meridionale come argomento principe della campagna del 2024, si espone agli attacchi della sinistra del partito democratico.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza