cerca CERCA
Sabato 22 Giugno 2024
Aggiornato: 08:36
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Parte a gennaio 2024 il primo laboratorio in Italia sulla creators economy

Da un’idea di Piero Armenti, organizzato da Beclay Agency con il Cesma dell’Università Federico II di Napoli

Parte a gennaio 2024 il primo laboratorio in Italia sulla creators economy
14 settembre 2023 | 16.03
LETTURA: 3 minuti

I numeri, reali, comunicano un’industria digitale al cui interno si muovono professionalità tra loro molto eterogenee: specifiche, definite in alta competenza. Una cosa è certa: in ogni declinazione del digital, il successo duraturo non è mai casuale. Talento, costanza nella dedizione e capacità strategica sono elementi imprescindibili per chi guarda in alto. In tale cornice, è ampio il ventaglio delle proposte formative rivolte a studenti, neolaureati e professionisti del digital che negli ultimi anni, non soltanto in Italia, si è consolidato all’interno di un mercato molto competitivo. Che, però, presenta ancora delle nicchie inesplorate e dall’altissimo potenziale.

È per questo che, da un’idea di Piero Armenti - italiano tra i più influenti del web, giornalista e scrittore - Beclay Agency e il CeSma-Centro Servizi Metrologici e Tecnologici Avanzati' dell’Università Federico II di Napoli, attraverso il suo laboratorio Societing Lab, propongono l’innovativo corso con la direzione scientifica di Alex Giordano sulla Creators Economy: un segmento in pieno sviluppo, arrivato ad alimentare un’economia di oltre 100 miliardi di dollari l’anno generati, nel mondo, dagli oltre 50 milioni di creators. Un corso dinamico, con una forte connotazione laboratoriale; Creators Factory, di fatto, si posiziona come primo laboratorio altamente qualificato sul tema della Creators Economy.

Un’occasione di crescita e perfezionamento importante per creatori di contenuti per sé stessi o, professionalità sempre più diffusa, per brand, pmi, enti istituzionali internazionali, nazionali, locali. Una data d’inizio c’è già: gennaio 2024; sede didattica sarà il Polo Tecnologico dell’Università Federico II a San Giovanni a Teduccio di Napoli, in uno dei luoghi di contaminazione accademica, culturale ed esperienziale considerato come il più grande progetto di rigenerazione urbana d’Europa.

Già ufficiali anche i nomi di alcuni docenti e creators che hanno aderito al progetto. Ovviamente Piero Armenti, ideatore con Giovanni Cavaliere e Alex Giordano (direttore scientifico del progetto, docente di Trasformazione Digitale all’Università Federico II di Napoli e pioniere tra i professionisti del digital tra i più apprezzati al mondo). È proprio Armenti a definire la genesi di un progetto che tanti professionisti e accademici hanno deciso, convinti, di sostenere: "In tanti, negli States e in Italia, mi contattano per chiedermi come ho costruito la mia carriera di creator di successo. Proprio parlando del mio case, ho capito che è tanta la sete di apprendimento in questo campo, ma che ancora non esisteva un corso costruito su misura di professionisti ambiziosi, capaci di guardare sul medio e lungo periodo e disposti ad investire sulla loro formazione e crescita professionale".

Già in programma una minirassegna di eventi di avvicinamento alla data di inizio del corso: il primo - di questo entusiasmante Creators Factory Roadshow - è fissato per il 17 settembre al Teatro Verdi di Salerno e sarà Creators, Influencers & Food System. Tutta una questione di conoscenza. L’evento si inserisce all’interno del palinsesto dell’evento nazionale Agrifood future, organizzato da Unioncamere e Camera di commercio di Salerno con il contributo della Regione Campania, la collaborazione del Comune di Salerno e il patrocinio della Provincia di Salerno, del ministero dell’Agricoltura, del ministero dell’Ambiente e del ministero del Made in Italy, che vedrà a Salerno tra il 16 e il 20 settembre 2023 tutto il meglio delle istituzioni, della ricerca scientifica e tecnologica uniti per il futuro del sistema cibo made in Italy. Organizzato da Beclay Agency e moderato proprio da Alex Giordano, parteciperanno Piero Armenti, Gino Sorbillo, Vincenzo Falcone e Giovanni Cavaliere.

Un corso che, realmente, mancava, quindi e che parte dal Sud Italia e arriva fino in America. Una importante occasione anche per le aziende che vorranno assegnare una borsa di studio a propri dipendenti oppure a giovani e/o professionisti meritevoli, da premiare con un’esperienza di indiscusso valore per perfezionare le proprie competenze di social media manager, content creator, digital marketing specialist, communication & Pr manager, community manager. Professioni e lavori non del futuro, ma attuali e in continua trasformazione.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza