cerca CERCA
Venerdì 24 Maggio 2024
Aggiornato: 00:11
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Manovra 2023, Freni: "Su Pos non confondere indirizzo politico e prerogative controllo"

Il sottosegretario leghista dopo le parole di Bankitalia: "Contante e digitale sono alternativi"

(Fotogramma/Ipa)
(Fotogramma/Ipa)
05 dicembre 2022 | 17.32
LETTURA: 1 minuti

"Sul rapporto tra contante e pagamenti elettronici ci sono sensibilità legittimamente eterogenee, e si corre talvolta il rischio di confondere indirizzo politico e prerogative di controllo". Federico Freni, sottosegretario al ministero dell'Economia, con l'AdnKronos commenta le parole di Fabrizio Balassone, capo del servizio struttura economica del Dipartimento economia e statistica della Banca d'Italia, in audizione davanti alle commissioni riunite Bilancio di Camera e Senato sulla legge di bilancio, sul tema caldo del limite dei pagamenti elettronici, con il governo impegnato in un confronto con la Ue sul tetto previsto a 60 euro.

"Pagamenti digitali e contante non sono strumenti opposti ma alternativi - assicura il deputato leghista - . Con la manovra 2023 il governo, nel rispetto dei principi dell’Unione Europea, con cui vi è un costante dialogo, vuole garantire libertà di scelta ai consumatori e promuovere la concorrenza tra queste alternative". Per Freni "la diffusione di una concezione moderna dei pagamenti non può passare dall’introduzione di sanzioni, ma deve basarsi su una maggior inclusione digitale e sullo sviluppo di una maggiore consapevolezza rispetto alle opportunità offerte dalla tecnologia, senza costrizioni. Libero contante in libero pos, insomma", conclude il sottosegretario al Mef.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza