cerca CERCA
Sabato 25 Maggio 2024
Aggiornato: 23:45
10 ultim'ora BREAKING NEWS

**Ucraina: Zan (Pd), 'per transgender dramma nel dramma, in contatto con Farnesina per aiuti'**

24 marzo 2022 | 17.14
LETTURA: 1 minuti

"Siamo di fronte una palese violazione dei diritti umani. Dobbiamo cercare di fare di tutto per queste persone, perchè siano messe nelle condizioni di varcare il confine e vivere senza essere perseguitate". Lo dice Alessandro Zan a proposito del dramma che stanno vivendo i cittadini ucraini transgender che stanno cercando, vanamente, di lasciare il Paese per mettersi in salvo dopo lo scoppio della guerra.

Moltissimi di questi, come hanno raccontato alcuni media internazionali negli ultimi giorni, sono donne ma ancora in possesso di un passaporto con nome maschile e la lettera 'M' al genere e sono quindi intrappolate in Ucraina perchè la legge marziale obbliga i cittadini maschi tra i 18 e i 60 anni a restare nel Paese per prestare il servizio militare. "E' l'ennesima dimostrazione di quanto le persone trans siano discriminate -spiega all'Adnkronos il deputato del Pd-. Le donne trans non si 'sentono' donne, sono donne. Bisogna uscire da questo equivoco che è stato volgarmente strumentalizzato anche in Italia a proposito del tema dell'identità di genere".

Cosa si può fare, in concreto, onorevole Zan? "Io sono in contatto con la Farnesina per capire se c'è la possibilità che l'Italia possa interloquire con le autorità ucraine per favorire corridoi umanitari per queste persone che sono in condizione di sofferenza e disagio per la guerra. In quanto donne, non possono essere obbligate a rimanere. Sto poi cercando, anche con le associazioni italiane, di mettermi in contatto con le associazioni Lgbtq ucraine, anche se sono davvero poche. Ci sono anche episodi di discriminazione al confine, dove queste persone vengono spogliate e umiliate Questo è un dramma nel dramma della guerra".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza