cerca CERCA
Lunedì 24 Giugno 2024
Aggiornato: 23:05
10 ultim'ora BREAKING NEWS

"Eliminateli", Nikki Haley firma i missili di Israele: è bufera

La foto è diventata virale. A rilanciarla su X anche il politologo statunitense Ian Bremmer

Nikki Haley firma i missili israeliani - (da X)
Nikki Haley firma i missili israeliani - (da X)
29 maggio 2024 | 10.19
LETTURA: 1 minuti

"Finiteli! L’America ama Israele!”. Polemica e sconcerto in Usa per le frasi scritte da Nikki Haley, ex ambasciatrice americana all'Onu, sui missili di Israele destinati alla Striscia di Gaza. Una 'dedica' presumibilmente rivolta ad Hamas, che arriva però a pochi giorni dalla strage di Rafah, con decine di palestinesi uccisi dagli attacchi aerei israeliani contro i campi profughi.

L'ex aspirante alla presidenza degli Stati Uniti, esponente di spicco del partito repubblicano, ha visitato le località nel nord di Israele vicine al confine con il Libano, incontrando soldati israeliani, in compagnia dell’attuale membro della Knesset ed ex inviato delle Nazioni Unite Danny Danon.

Durante la sua visita, Haley si è fermata per firmare con un pennarello alcuni razzi di artiglieria. La fotografia, che la mostrano inginocchiata mentre scrive, è stata pubblicato su X dalla stessa Haley e da Danon. “Finiteli! Questo è ciò che la mia amica, l’ex ambasciatrice Nikki Haley, ha scritto oggi su una bomba durante una visita a una postazione di artiglieria sul confine settentrionale”, ha scritto Danon. Accanto al suo biglietto agghiacciante, Haley ha scritto “L’America ama Israele!” e ha autografato la bomba.

La foto è diventata virale ed è stata rilanciarla su X anche il politologo statunitense Ian Bremmer con il commento: "Il governo degli Stati Uniti ha fornito proiettili di artiglieria per gli attacchi israeliani a Gaza, ora firmati 'Finish them' da Nikki Haley in visita in Israele. La politica americana su Israele è essenzialmente la stessa tra Biden e il partito repubblicano".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza