cerca CERCA
Mercoledì 12 Giugno 2024
Aggiornato: 17:47
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Ucraina, Kiev: "Stabilizzata la situazione a Kharkiv". Russia non ferma attacchi

Nella notte abbattuti decine di droni. Mosca: "Avanziamo di 150-200 metri al giorno" Ministra Esteri tedesca Baerbock in visita a Kiev: "Più difesa aerea contro pioggia missili e droni russi"

Macerie a Kharkiv - (Afp)
Macerie a Kharkiv - (Afp)
21 maggio 2024 | 10.01
LETTURA: 5 minuti

L'Ucrania afferma che la situazione è "stabilizzata" a Vovchansk, nella regione di Kharkiv. "Nella regione di Kharkiv il quadro e la situazione operativa restano difficili e cambiano continuamente, ma le nostre forze di difesa e tutte le unità coinvolte sono riuscite a stabilizzare la situazione, soprattutto nella città di Vovchansk", ha riferito Nazar Voloshyn, portavoce di un'unità dell'Esercito ucraino, citato da Rbc-Ukraine.

I russi non fermano gli attacchi nei pressi di Lyptsi, Vovchansk e Starytsia, ha comunque riconosciuto, parlando di un insieme di "attacchi via terra e di raid aerei". "Le nostre forze di difesa resistono, cercando di spingere le truppe di occupazione verso Hlyboke e nell'area di Vovchansk, dove il nemico ha cercato di conquistare terreno in aree residenziali - ha affermato - Ma i nostri difensori stanno facendo tutto il possibile per impedirlo".

Le forze russe rivendicano il graduale livellamento della linea del fronte nella regione di Kharkiv, con un avanzamento di 150-200 metri al giorno, e di aver assunto il controllo del 40% della cittadina di Vovchansk, vale a dire i quartieri a nord. "I nostri sono penetrati in profondità nelle difese nemiche da cui hanno scacciato quanti più nemici possibile da tutte le linee", ha affermato Vitaly Ganchev, il responsabile dell'amministrazione militare e civile regionale, sottolineando che gli ucraini stanno concentrando le forze nella cittadina, portando personale da sud, quindi da Kramatorsk, per cercare di lanciare una contro offensiva.

Notte di attacchi a Kharkiv: "Abbattuti decine di droni"

La scora notte, i raid russi hanno provocato la morte di almeno cinque persone e il ferimento di altre nove alla periferia della seconda città russa, come ha denunciato via Telegram il governatore della regione, Oleh Synyehubov. "Il nemico ha attaccato Kharkiv tutta la notte". Frammenti di droni abbattuti dalla difesa aerea ucraina sono caduti in diverse zone della città e hanno provocato danni a edifici e mezzi. Secondo il governatore, tra i feriti ci sono anche un 61enne e due donne di 69 e 72 anni.

Proprio per la sua superiorità aerea, la Russia è in grado di distruggere città e posizioni di difesa ucraine con bombe plananti, gli ordigni di concezione sovietica impiegati dalle forze di Mosca intensamente nelle ultime settimane. Le forze russe stanno combattendo vicino a Kharkiv e in direzione di Chasiv Yar e Pokrovsk, nella regione di Donetsk.

Kiev: colpita nave russa a Sebastopoli

Lo stato maggiore delle forze armate di Kiev ha confermato che la nave missilistica russa Tsiklon è stata colpita in un attacco ucraino a Sebastopoli, in Crimea, il 19 maggio. Secondo quanto riferito, la nave è stata colpita durante lo stesso attacco che ha provocato la distruzione del dragamine russo Kovrovets.

Il portavoce della Marina ucraina Dmytro Pletenchuk aveva dichiarato ieri a Radio Free Europe che esisteva la possibilità che la nave potesse essere "andata persa", ma era in grado di confermare la notizia. Pletenchuk aveva aggiunto che se la Tsiklon fosse effettivamente affondata, si sarebbe trattato della perdita dell’ultima nave missilistica russa nel Mar Nero.

Zelensky torna a chiedere difese aeree per difendere Kharkiv

Il Presidente ucraino Volodymyr Zelensky torna a chiedere ai suoi alleati l'invio urgente di sistemi di difesa aerea e aerei da combattimento, per difendere Kharkiv, ma anche le altre città del Paese obiettivo dei raid di Mosca. "Il mondo libero, su questi due temi - difesa aerea e aerei da combattimento - malauguratamente manca di velocità", ha affermato Zelensky in un nuovo video diffuso ieri, dopo aver chiesto, nei giorni precedenti, la consegna di altri due sistemi Patriot in più occasioni

Ministra Esteri tedesca Baerbock in visita a Kiev: "Più difesa aerea contro pioggia missili e droni russi"

La ministra degli Esteri tedesca, Annalena Baerbock, che questa mattina è arrivata a Kiev per una visita non annunciata, rilancia l'appello "ai partner internazionali" per "l'invio urgente di più difesa aerea per proteggere non solo le grandi città, ma anche le infrastrutture dalla pioggia di droni e missili russi". Secondo la ministra tedesca, alla settima missione in Ucraina dall'inizio dell'invasione russa, il 24 febbraio di due anni fa, gli alleati di Kiev devono "unire le forze" per aiutare l'Ucraina e per impedire al leader russo Vladimir Putin di inviare truppe "ai nostri confini". Baerbock, riferisce l'agenzia tedesca Dpa, ha dovuto annullare una visita in programma per oggi a Kharkiv.

"Il fatto che questo terrore contro le infrastrutture continui anche dopo l'inverno dimostra che il presidente russo vuole distruggere il Paese, vuole distruggere la vita delle persone", è l'accusa a Vladimir Putin arrivata dal ministro degli Esteri tedesco che in Ucraina ha visitato una delle più grandi centrali elettriche. Baerbock ha parlato con il ministro ucraino dell'Energia, Herman Galushchenko, della situazione dell'impianto la cui distruzione è stata denunciata ad aprile dagli ucraini. Galushchenko ha accusato i russi di aver attaccato con 11 missili, solo sei dei quali sono stati abbattuti dalla difesa aerea ucraina con Kiev che continua a chiedere più aiuti militari.

Portavoce Ue: "Elezioni impossibili per guerra, Zelensky è presidente legittimo"

'Dubbi Putin e Lavrov? Da che pulpito....' L'Unione Europea non ha alcun "dubbio" sulla legittimità del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, messa in dubbio dal presidente russo Vladimir Putin e dal ministro degli Esteri Sergej Lavrov, secondo i quali dopo la scadenza del suo mandato, oggi, Zelensky non sarebbe legittimato a firmare trattati o accordi in nome dell'Ucraina. Lo dice il portavoce dell'Ue per gli Affari Esteri Peter Stano, oggi a Bruxelles durante il briefing con la stampa. "Mi chiedo - afferma Stano - se ancora qualcuno dia qualche importanza a ciò che dicono Vladimir Putin o Sergej Lavrov, soprattutto quando si tratta dell'Ucraina. Ma passiamo direttamente ai fatti, al mandato del presidente Volodymyr Zelensky e alle possibili elezioni. L'Ucraina non può tenere elezioni libere ed eque, perché è sottoposta un sistematico attacco e all'aggressione da parte di missili russi, droni, bombe che prendono di mira infrastrutture civili, obiettivi civili, con milioni di persone sfollate all'interno e all'esterno del Paese. Non è possibile organizzare elezioni in questa situazione, sotto il costante lancio di missili e droni. Non è possibile avere assembramenti di persone, ad esempio presso i seggi elettorali, perché verrebbero presi di mira. Non c'è dubbio che non ci sono condizioni per elezioni giuste e libere in Ucraina, a causa della continua aggressione russa, con tutti i tratti distintivi di comportamento brutale e atroce da parte dell'esercito russo e della leadership politica del Cremlino".

Leggi anche
Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza