cerca CERCA
Martedì 28 Maggio 2024
Aggiornato: 03:00
10 ultim'ora BREAKING NEWS

ReBuild 2024, Ciaramella: "Proptech riassume soluzioni innovative e digitali su settore"

Il professore associato al Politecnico di Milano alla seconda giornata di lavori della decima edizione di ReBuild - Meeting the next built environment: "Sinergia tra giovani startup e mondo tradizionale forse è quello di cui abbiamo bisogno"

ReBuild 2024, Ciaramella:
15 maggio 2024 | 14.52
LETTURA: 2 minuti

Proptech’ è un neologismo che unisce la parola ‘Properties’ & 'Technologies', quindi riassume, come termine, tutte le soluzioni innovative e digitali che impattano sul settore delle costruzioni o sul settore immobiliare”. Lo ha detto Andrea Ciaramella, professore associato al Politecnico di Milano, in occasione della seconda giornata di lavori della decima edizione di ReBuild - Meeting the next built environment, la manifestazione dedicata all’innovazione sostenibile dell’ambiente costruito, in svolgimento al Centro congressi di Riva del Garda il 14 e 15 maggio 2024, partecipando al panel ‘Il Proptech per innovazione dell’ambiente costruito. Le sfide della digitalizzazione’.

“Il tipico esempio che posso fare è quello delle agenzie immobiliari online, che di fatto oggi in parte disintermediano quello che ha sempre fatto l'agente immobiliare tradizionale. E’ un fenomeno che studiamo al Politecnico dal 2018, mappando le start up che propongono soluzioni nuove, servizi nuovi o che digitalizzano processi tradizionali - spiega Ciaramella - Nel 2018 abbiamo contato 43 start up, oggi siamo a quasi 400 divise in ambiti di attività molto diverse, per cui abbiamo start up che vanno dal crowdfunding immobiliare, cioè la raccolta di denaro, dei piccoli risparmiatori come noi, attraverso piattaforme che indirizzano il denaro in progetti di sviluppo immobiliare, a start up che propongono sensori che consentono di misurare, gestire e controllare i nostri edifici con un obiettivo di efficientamento”.

“È una galassia e un ecosistema molto vasto. Quello che stiamo cercando di fare è cercare di far dialogare tra loro queste startup e portare innovazione al settore delle costruzioni e al settore immobiliare, in quanto spesso chi è sempre stato abituato a operare in un certo modo ha difficoltà a gestire il cambiamento. La sinergia tra giovani startup e mondo tradizionale forse è quello di cui abbiamo bisogno”, conclude.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza