cerca CERCA
Domenica 16 Giugno 2024
Aggiornato: 08:34
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Città più sostenibili con la rigenerazione urbana

Un nuovo volto per le città del futuro: dall'abbandono alla sostenibilità attraverso la rigenerazione urbana e i criteri ESG

Rigenerazione urbana: demolizione di un edificio per nuova costruzione
Rigenerazione urbana: demolizione di un edificio per nuova costruzione
16 maggio 2024 | 10.08
LETTURA: 5 minuti

Le città del futuro si stanno evolvendo sotto i nostri occhi, trasformando i loro volti grigi e decadenti in paesaggi urbani vibranti e sostenibili. Milioni di metri quadri di spazi degradati, ex-opifici industriali e complessi abitativi dismessi sono destinati a rinascere grazie alla rigenerazione urbana, un'onda di cambiamento che sta spazzando via l'abbandono e l'inattività.

Con i finanziamenti stanziati dal Ministero dell'Economia e delle Finanze, dalla Banca Europea per gli Investimenti e dal Fondo Complementare, l'Italia sta investendo risorse significative per affrontare questa sfida. Il PNRR ha destinato ben 2,8 miliardi di euro per recuperare migliaia di alloggi attraverso i Programmi Integrati di Qualità Urbana (Pinqua) e i Piani Urbani Integrati. Questo impegno finanziario riflette l'urgente necessità di affrontare le sfide legate alla sostenibilità ambientale e all'integrazione delle nuove tecnologie nelle nostre città.

Secondo il World Cities Report delle Nazioni Unite, entro il 2030 il 60% della popolazione vivrà in città. Questo rende le città non solo centri di rischio, ma anche di opportunità per mitigare le sfide ambientali e sociali. L'efficienza energetica, la riduzione delle emissioni di CO2 e la resilienza alle catastrofi naturali diventano quindi imperativi per garantire la sostenibilità delle nostre metropoli.

La collaborazione tra settore pubblico e privato è essenziale per il successo di questo ambizioso progetto. Un approccio integrato che consideri l'immobiliare, le infrastrutture e i trasporti come pilastri fondamentali dell'economia è la chiave per trasformare le nostre città in luoghi più vivibili, sicuri e attraenti.

Cos’è la rigenerazione urbana

La rigenerazione urbana rappresenta un processo di trasformazione e riqualificazione delle aree urbane esistenti, mirato a migliorare la qualità della vita, promuovere la sostenibilità ambientale ed economica, e rafforzare la resilienza delle città. Questo processo coinvolge interventi mirati per riutilizzare e riqualificare spazi urbani già esistenti anziché consumare nuovo suolo, riducendo così l'impatto ambientale e ottimizzando l'uso delle risorse disponibili.

Cos'è che rende la rigenerazione urbana così significativa? Innanzitutto, si distingue dalla mera riqualificazione edilizia perché mira a generare valore non solo sul piano economico e infrastrutturale, ma anche sociale e ambientale. Questo approccio olistico considera le esigenze delle comunità locali e promuove la creazione di spazi più vivibili e inclusivi.

Inoltre, la rigenerazione urbana si allinea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile, promuovendo pratiche di costruzione e stili di vita più ecologici. Ciò include la riduzione delle emissioni di CO2, il miglioramento dell'efficienza energetica degli edifici, la creazione di spazi verdi e la promozione di modalità di trasporto sostenibili.

La rigenerazione urbana non si limita solo all'aspetto fisico, ma coinvolge anche la dimensione sociale ed economica delle città. Attraverso la creazione di nuove opportunità lavorative, la promozione della coesione sociale e la valorizzazione del patrimonio culturale, la rigenerazione urbana contribuisce a rendere le città più inclusive e resilienti.

La normativa

La normativa relativa alla rigenerazione urbana varia significativamente da paese a paese e può includere una vasta gamma di leggi, regolamenti e politiche a livello nazionale, regionale e locale. Tuttavia, esistono alcune linee guida e principi comuni che spesso informano la legislazione sulla rigenerazione urbana.

  • Pianificazione urbana e territoriale: La pianificazione urbana svolge un ruolo chiave nella definizione delle direzioni di sviluppo urbano e nella regolamentazione degli interventi di rigenerazione. Le normative urbanistiche spesso stabiliscono criteri per la riqualificazione delle aree urbane, definendo zone specifiche destinate alla rigenerazione e stabilendo requisiti per la densità, l'uso del suolo e gli standard di qualità.
  • Zonizzazione e cambio di destinazione d'uso: Le leggi sulla zonizzazione determinano quali tipi di attività possono essere condotte in determinate aree urbane. Nel contesto della rigenerazione urbana, possono essere adottate politiche di cambio di destinazione d'uso per consentire la trasformazione di aree industriali dismesse in spazi residenziali, commerciali o pubblici.
  • Incentivi fiscali e finanziamenti: Per favorire gli interventi di rigenerazione urbana, molti governi offrono incentivi fiscali, agevolazioni finanziarie o finanziamenti pubblici per progetti di riqualificazione. Questi possono includere sgravi fiscali per investimenti in aree svantaggiate, contributi finanziari per la riqualificazione di edifici storici o programmi di finanziamento per la trasformazione di brownfield.
  • Partecipazione pubblica e consultazione: Molte normative sulla rigenerazione urbana richiedono un coinvolgimento attivo della comunità locale nel processo decisionale. Questo può implicare la consultazione pubblica sui progetti di riqualificazione, la creazione di comitati consultivi locali o la promozione di meccanismi di partecipazione civica per garantire che le esigenze e le preoccupazioni della comunità siano prese in considerazione.
  • Normative ambientali e sostenibilità: Le normative ambientali giocano un ruolo fondamentale nella promozione della sostenibilità nei progetti di rigenerazione urbana. Queste possono includere requisiti per la valutazione dell'impatto ambientale dei progetti, normative sulla gestione dei rifiuti e dell'acqua, e criteri per la certificazione di edifici sostenibili.

In generale, la normativa sulla rigenerazione urbana mira a creare un quadro normativo che faciliti e regoli gli interventi di trasformazione urbana, promuovendo al contempo gli obiettivi di sviluppo sostenibile, inclusione sociale ed economica, e resilienza urbana.

Rigenerazione urbana, sostenibilità e criteri ESG

La rigenerazione urbana, quando guidata da principi di sostenibilità e criteri ESG, rappresenta un approccio integrato e responsabile alla trasformazione delle aree urbane. Questa combinazione tiene conto non solo delle necessità di sviluppo economico, ma anche dell'impatto ambientale e sociale delle azioni umane sul tessuto urbano.

Sostenibilità ambientale

La sostenibilità ambientale nella rigenerazione urbana riguarda la riduzione dell'impatto ecologico delle attività umane nelle città. Ciò può includere la promozione di pratiche di costruzione sostenibile, l'adozione di fonti di energia rinnovabile, la creazione di spazi verdi e la promozione di metodi di trasporto eco-friendly. L'integrazione di infrastrutture resilienti al cambiamento climatico è anche cruciale per affrontare le sfide ambientali future.

Inclusione sociale

La rigenerazione urbana sostenibile dovrebbe essere inclusiva e rispondere alle esigenze di tutti i segmenti della popolazione, inclusi i gruppi marginalizzati. Ciò implica la creazione di alloggi accessibili, lo sviluppo di servizi pubblici come scuole e strutture sanitarie, e la promozione di opportunità economiche per tutti i residenti. La partecipazione della comunità nel processo decisionale è fondamentale per garantire che i progetti rispondano alle esigenze locali e siano accettati dalla popolazione.

Buona governance

La governance efficace è essenziale per garantire che i progetti di rigenerazione urbana siano gestiti in modo trasparente, etico e responsabile. Questo implica una collaborazione efficace tra enti pubblici, privati e la società civile, nonché la prevenzione di corruzione, conflitti di interesse e discriminazione nei processi decisionali. Un'adeguata rendicontabilità e trasparenza nelle attività di sviluppo urbano sono cruciali per mantenere la fiducia delle parti interessate e per garantire la sostenibilità a lungo termine dei progetti.

Integrando i principi di sostenibilità e i criteri ESG nella rigenerazione urbana, è possibile creare comunità più resilienti, vivibili e adattabili alle sfide ambientali e sociali del futuro. Questo approccio non solo favorisce lo sviluppo urbano responsabile, ma può anche generare valore economico a lungo termine e migliorare la qualità della vita nelle città.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza