cerca CERCA
Sabato 25 Maggio 2024
Aggiornato: 12:19
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Salute, a Roma Simohlimpiadi: progetto scuola medicina omeopatica per i bimbi

sabato 18 novembre, alle ore 10 presso la sede della Simoh

08 novembre 2023 | 13.16
LETTURA: 2 minuti

“Simohlimpiadi” è il nuovo progetto socio-sanitario della Scuola Italiana di Medicina Omeopatica Hahnemanniana (Simoh) per i bambini in età scolare (5-10 anni). L’iniziativa è organizzata in collaborazione con Raffaele Frascella, Odontoiatra e Ortodontista, e Camilla di Tarsia di Belmonte, Osteopata neonatale e pediatrica. Il primo evento è previsto a Roma per sabato 18 novembre, alle ore 10 presso la sede della Simoh in Via Giovanni Miani 8 all’Aventino San Saba. Una mattinata di giochi finalizzati alla prevenzione, coniugando insieme le competenze dell’osteopatia pediatrica e neonatale con quelle dell’ortodonzia più qualificata.

L’obiettivo è quello di focalizzare l’attenzione di operatori sanitari e genitori su quelle piccole o grandi alterazioni morfologiche o funzionali a cui i nostri bambini possono andare incontro, a volte nella totale inconsapevolezza degli adulti. Attraverso giochi opportunamente ideati, Camilla di Tarsia di Belmonte e Raffaele Frascella svilupperanno incontri ludico-educativi finalizzati a cogliere spontaneamente nei bambini quei primi segni di pertinenza odontoiatrica e osteopatica e che spesso possono essere evidenti solo ad occhi esperti, quali ad esempio la deglutizione atipica, le malocclusioni, problemi nella respirazione, ipomineralizzazioni dello smalto, piccole carie, scoliosi, dismorfismi della colonna e degli arti inferiori, disturbi del linguaggio, forme di iperattività in senso lato (dal bruxismo-serramento dentale all’ADHD).

“Utilizzare il gioco nell’ambito della salute, è un approccio molto importante con i bambini”, ha dichiarato Serafina Mirenna, Pediatra, Omeopata, tra i medici della Simoh che hanno promosso questa iniziativa. “Il nostro Istituto medico – ha aggiunto la Mirenna - promuove da sempre modelli di salute integrale, condotti in una visione one health, ossia attraverso sinergie che coniughino insieme discipline diverse all’interno di una lettura unitaria della biologia individuale. Da queste sinergie nascono i modelli di lavoro con cui in omeopatia, alla SIMOH, operiamo ogni giorno nel mondo dell’infanzia, dal neonato alla preadolescenza e anche oltre fino alla senescenza”. “Riconoscere un’alterazione e affrontarla prima dello sviluppo puberale” – affermano Raffaele Frascella e Camilla di Tarsia – “riduce il rischio che durante la crescita si strutturino quadri clinici più complessi. L’età scolare è un momento evolutivo di grande plasticità fisico-psichica. E la scelta di valutare i bambini proprio durante il gioco consente di osservarli nella loro più libera e totale spontaneità. Per poi arrivare in modo chiaro e proattivo alla definizione delle possibili soluzioni da attuare’’. Si accede agli eventi a piccoli gruppi di 5-7 bambini e ogni sessione di gioco dura circa 50-60 minuti.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza